Politica biella

Crisi Giunta, Pd: “Zappalà si assuma le proprie responsabilità”

In un lungo comunicato a firma della segreteria biellese del Pd e in particolare di Enrico Zegna, Segretario Circolo Cittadino PD Biella e Rita De Lima, Segretaria Provinciale PD Biellese, l’assessore viene duramente attaccato.

Crisi Giunta, Pd: “Zappalà si assuma le proprie responsabilità”
Politica Biella Città, 18 Agosto 2021 ore 15:07

La crisi di giunta provocate dal ritiro, da parte di Fratelli D’Italia, di Davide Zappalà, ex assessore ai lavori pubblici a Biella, a seguito della querelle sorta per la mancata partecipazione a un bando regionale, torna a tenere banco. In un lungo comunicato a firma della segreteria biellese del Pd e in particolare  di Enrico Zegna, Segretario Circolo Cittadino PD Biella e Rita De Lima, Segretaria Provinciale PD Biellese, l’assessore viene duramente attaccato.

Crisi giunta, il comunicato del Pd

“La non partecipazione al bando regionale -si legge-  ha regalato penose dichiarazioni scaricabarile tra Lega e FdI. Totale il fallimento della filiera che lega la Città alla Regione dove abbiamo ben due assessore e un consigliere regionale, al Governo dove CDX annovera tre rappresentanti. Forza Italia vuol far passare sottotraccia la mancata azione del viceministro e del deputato. Assordante il silenzio dell'assessore (o ex?) Zappalà. Ma l'incapacità parte da lontano”.

PROGETTO SÍ/NO
“Un comunicato di FdI - si legge ancora- parla di un progetto dato al sindaco, l'altro, quello della Lega, nega totalmente. Chi mente?
Zappalà potrebbe chiarire se non fosse in silenzio stampa”.

UFFICIO TECNICO IL CUORE DEL COMUNE
“Grazie alla Lega - si legge nella nota- la quota 100 ha desertificato gli uffici. Le promesse di assunzioni non hanno avuto seguito, eppure gli stessi uffici vengono accusati di troppo carico di lavoro. Pesa la scelta del Comune di assumere solo vigili, che però son spariti dalle strade”.

MANUTENZIONE AZZERATA
“La città non è mai stata così sporca. Zappalà dovrebbe chiarire anche questo: dalla pulizia dei marciapiedi, ai giardini con le aree giochi infestate dalle deiezioni canine, alle buche, strade dissestate e segnaletica in disfacimento”.

CANTIERI IN RITARDO O MAI PARTITI
”I giornali hanno evidenziato lo stallo dei lavori pubblici, opere che non finiscono mai, altre soppresse o in attesa di responso da Roma in quanto già finanziate. Incredibile che tutti i lavori avviati da Zappalà e Corradino, furono previsti e finanziati dalla tanto criticata giunta Cavicchioli”.

PROGRAMMAZIONE QUESTA SCONOSCIUTA
“Programmazione non è avere idee smentite il giorno dopo. Gli uffici stanno lavorando sul Teatro Sociale, Palazzo Ferrero e Piacenza, Museo del Territorio, Chiesa di San Sebastiano. Sono circa 10 milioni di euro di interventi che Biella, targata Cavicchioli, aveva ottenuto partecipando, per prima, ai bandi regionali sui fondi europei. Chissà se Corradino e Zappalà avranno capito che fare selfie e litigare non serve alla città, lavorare invece sì”.