Eventi e Cultura

Uib, inaugurata una biblioteca da 40mila pezzi

Uib, inaugurata una biblioteca da 40mila pezzi
Eventi e Cultura 17 Settembre 2016 ore 16:46

BIELLA - L’Unione Industriale che si fa “custode”. Pronta ad avere cura e, nello stesso tempo, a rendere fruibile un patrimonio che racconta storia e vocazione del Biellese. Questa l’ulteriore identità che Uib, nelle parole del neo-presidente Carlo Piacenza, si è assunta ieri, venerdì 16 settembre, in occasione dell’inaugurazione della nuova biblioteca che sarà espressamente aperta al pubblico, nella sua sede di via Torino.

L’evento si inserisce a coronamento di un progetto cominciato un anno fa e del quale è stata, ora, realizzazione una prima fase. Fase visibile e tangibile, che consiste in uno spazio dedicato alla lettura, locale attrezzato all’ingresso, arricchito da scaffali contenenti 3mila volumi, pronti per la consultazione.

«È un piacere e un orgoglio inaugurare questa biblioteca - il commento di Carlo Piacenza - Si tratta di un segno tangibile della tradizione e della storia del nostro territorio, legata al tessile ma non solo. L’Uib dispone di documenti storici propri, ma anche di donazioni di cittadini, che messi assieme costituiscono un valore aggiunto enorme. Siamo custodi di un patrimonio, invito quindi chiunque avesse libri o documenti storici e voglia concederceli in comodato d’uso gratuito, affinché siano esposti, di farsi avanti».

La rivalutazione del territorio, per Carlo Piacenza, passa anche e soprattutto da qui: «La nuova biblioteca è il tassello di un mosaico che rientra nel progetto di “Biella in Transizione”, grazie a “Biella 015”. Credo che far rivivere il centro nel modo più giusto consista non solo nell’aprire negozi, per favorire le vendite, ma far conoscere il luogo, i suoi lanifici, puntare anche su aspetti diversi come l’eno-gastronomia».

Info. La biblioteca Uib sarà aperta al pubblico ogni mercoledì, su appuntamento. Info: 015-8483296.

Giovanna Boglietti

Leggi di più sull’Eco di Biella di sabato 17 settembre 2016 

BIELLA - L’Unione Industriale che si fa “custode”. Pronta ad avere cura e, nello stesso tempo, a rendere fruibile un patrimonio che racconta storia e vocazione del Biellese. Questa l’ulteriore identità che Uib, nelle parole del neo-presidente Carlo Piacenza, si è assunta ieri, venerdì 16 settembre, in occasione dell’inaugurazione della nuova biblioteca che sarà espressamente aperta al pubblico, nella sua sede di via Torino.

L’evento si inserisce a coronamento di un progetto cominciato un anno fa e del quale è stata, ora, realizzazione una prima fase. Fase visibile e tangibile, che consiste in uno spazio dedicato alla lettura, locale attrezzato all’ingresso, arricchito da scaffali contenenti 3mila volumi, pronti per la consultazione.

«È un piacere e un orgoglio inaugurare questa biblioteca - il commento di Carlo Piacenza - Si tratta di un segno tangibile della tradizione e della storia del nostro territorio, legata al tessile ma non solo. L’Uib dispone di documenti storici propri, ma anche di donazioni di cittadini, che messi assieme costituiscono un valore aggiunto enorme. Siamo custodi di un patrimonio, invito quindi chiunque avesse libri o documenti storici e voglia concederceli in comodato d’uso gratuito, affinché siano esposti, di farsi avanti».

La rivalutazione del territorio, per Carlo Piacenza, passa anche e soprattutto da qui: «La nuova biblioteca è il tassello di un mosaico che rientra nel progetto di “Biella in Transizione”, grazie a “Biella 015”. Credo che far rivivere il centro nel modo più giusto consista non solo nell’aprire negozi, per favorire le vendite, ma far conoscere il luogo, i suoi lanifici, puntare anche su aspetti diversi come l’eno-gastronomia».

Info. La biblioteca Uib sarà aperta al pubblico ogni mercoledì, su appuntamento. Info: 015-8483296.

Giovanna Boglietti

Leggi di più sull’Eco di Biella di sabato 17 settembre 2016