Eventi e Cultura

Torna il maestro Generali con “Adelina”

Torna il maestro Generali con “Adelina”
Eventi e Cultura 10 Giugno 2015 ore 16:35

Era biellese, e se ne ricordò ancora nel letto di morte, il musicista un tempo famoso in tutta Europa che spianò la strada a Rossini insegnandogli il famoso “crescendo” e il “parlar cantando”. Sue le opere più rappresentate nei teatri lirici di mezzo Mondo per tutto il primo trentennio dell’800. Suo il record storico di rappresentazioni consecutive alla Scala di Milano. Sue le arie introdotte da Rossini in opere proprie e altrui per rafforzare delle “prime” vicino al fiasco.

Era Pietro Generali (1773-1832), al secolo Pietro Mercandetti Generali, di antica famiglia masseranese, la cui fama negli ultimi 150 anni è andata inspiegabilmente scemando benché la sua musica tutt’oggi stupisca per la freschezza e il carattere innovativo.

Saper di avere nel firmamento locale un sì illustre genio ingiustamente dimenticato ha mosso alcuni cultori di musica e di storia biellese  a studiarne approfonditamente la figura e a volerne divulgare nuovamente la fama.  E così è nato il progetto di mettere in scena, per la prima volta a Biella, a quasi 205 anni dalla “prima” veneziana, l’opera più famosa del Generali: “Adelina”.  L’evento sarà venerdì 19 giugno alle 21 al Teatro Sociale.

Carlo Bozzalla Pret

Era biellese, e se ne ricordò ancora nel letto di morte, il musicista un tempo famoso in tutta Europa che spianò la strada a Rossini insegnandogli il famoso “crescendo” e il “parlar cantando”. Sue le opere più rappresentate nei teatri lirici di mezzo Mondo per tutto il primo trentennio dell’800. Suo il record storico di rappresentazioni consecutive alla Scala di Milano. Sue le arie introdotte da Rossini in opere proprie e altrui per rafforzare delle “prime” vicino al fiasco.

Era Pietro Generali (1773-1832), al secolo Pietro Mercandetti Generali, di antica famiglia masseranese, la cui fama negli ultimi 150 anni è andata inspiegabilmente scemando benché la sua musica tutt’oggi stupisca per la freschezza e il carattere innovativo.

Saper di avere nel firmamento locale un sì illustre genio ingiustamente dimenticato ha mosso alcuni cultori di musica e di storia biellese  a studiarne approfonditamente la figura e a volerne divulgare nuovamente la fama.  E così è nato il progetto di mettere in scena, per la prima volta a Biella, a quasi 205 anni dalla “prima” veneziana, l’opera più famosa del Generali: “Adelina”.  L’evento sarà venerdì 19 giugno alle 21 al Teatro Sociale.

Carlo Bozzalla Pret

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter