Menu
Cerca

Top Gear: ciak si gira!

Top Gear: ciak si gira!
Eventi e Cultura 12 Febbraio 2016 ore 01:10

Top Gear è ufficialmente atterrato all’aeroporto di Cerrione e le strade del Biellese si trasforma nel set del programma di motori più famoso del mondo. Alla conduzione un trio inedito composto dal giornalista sportivo Guido Meda, lo showman e imprenditore gastronomico Joe Bastianich e il pilota campione  Gp2 Davide Valsecchi. L’attesa e la curiosità dei biellesi è tanta, sono infatti già più di 800 le persone prenotate per partecipare come pubblico negli studi allestiti per l’occasione nel capannone della Marchi e Fildi Spa, a pochi metri dall’aeroporto.   

Lo show targato Bbc è divenuto, nei suoi quattordici anni di produzione, un cult per tutti gli appassionati di motori e registra una media impressionate di 350 milioni di spettatori ogni episodio. La versione italiana sarà molto simile al Top Gear originale con i conduttori che ogni volta dovranno affrontare le stravaganti prove che i produttori escogiteranno per metterli in difficoltà. Non mancheranno i super ospiti in studio, si vocifera la presenza tra gli altri di Valentino Rossi, ma soprattutto sarà presente The Stig, il misterioso test driver dall’identità nascosta divenuto icona per tutti i fans.  

Nelle scorse giornate i protagonisti hanno iniziato le riprese dello spot promozionale così il Biellese ha avuto un primo assaggio della macchina organizzativa di Sky. La produzione  è all’avanguardia e i mezzi impiegati sono dei gioielli tecnologici. Il backstage ci offre l’opportunità di conoscere da vicino strumenti come la shotover camera  o i droni che, sorvolando l’ambiente, imprimono spettacolari panoramiche a tutto campo.    

Martedì è stato il turno di Meda e Bastianich, mercoledì è toccato al pilota Davide Valsecchi chiudere la prima parte di riprese. A bordo di una Porsche 911 Targa 4 rossa fiammante Valsecchi ha percorso le panoramiche strade della Ponderano-Zimone e la Cerrione-Chalet con vista speciale sul castello di Cerrione. Per il pilota sarà un’avventura nuova fuori dall’abitacolo e davanti alle telecamere: «Non è semplice - ha commentato Valsecchi -. Sicuramente i miei due colleghi sono più abituati di me ma il mio impegno sarà massimo nel seguire le direttive». Due compagni di avventura nuovi, caratterialmente agli antipodi: «Guido è una persona per bene ed è un super esperto nel settore e sarà un piacere lavorare con lui. Joe ha un carattere particolare ma è nato per stare davanti alle telecamere.  Inoltre è molto competente in materia perché possiede una vasta collezioni di automobili e ha anche partecipato ad alcune competizioni come la Mille Miglia». Per Valsecchi è stato il primo contatto con il territorio biellese e l'incontro non può che essere stato entusiasmante: «Il posto è stupendo e ci siamo divertiti durante le registrazioni. Il panorama è spaziale: con un cielo del genere e le montagne innevate come sfondo non si può che essere contenti».

É ancora possibile partecipare come pubblico ad alcune puntate della trasmissione. Per informazioni: pubblico.topgearitalia@gmail.com.

Fabio Giacchetto

Top Gear è ufficialmente atterrato all’aeroporto di Cerrione e le strade del Biellese si trasforma nel set del programma di motori più famoso del mondo. Alla conduzione un trio inedito composto dal giornalista sportivo Guido Meda, lo showman e imprenditore gastronomico Joe Bastianich e il pilota campione  Gp2 Davide Valsecchi. L’attesa e la curiosità dei biellesi è tanta, sono infatti già più di 800 le persone prenotate per partecipare come pubblico negli studi allestiti per l’occasione nel capannone della Marchi e Fildi Spa, a pochi metri dall’aeroporto.   

Lo show targato Bbc è divenuto, nei suoi quattordici anni di produzione, un cult per tutti gli appassionati di motori e registra una media impressionate di 350 milioni di spettatori ogni episodio. La versione italiana sarà molto simile al Top Gear originale con i conduttori che ogni volta dovranno affrontare le stravaganti prove che i produttori escogiteranno per metterli in difficoltà. Non mancheranno i super ospiti in studio, si vocifera la presenza tra gli altri di Valentino Rossi, ma soprattutto sarà presente The Stig, il misterioso test driver dall’identità nascosta divenuto icona per tutti i fans.  

Nelle scorse giornate i protagonisti hanno iniziato le riprese dello spot promozionale così il Biellese ha avuto un primo assaggio della macchina organizzativa di Sky. La produzione  è all’avanguardia e i mezzi impiegati sono dei gioielli tecnologici. Il backstage ci offre l’opportunità di conoscere da vicino strumenti come la shotover camera  o i droni che, sorvolando l’ambiente, imprimono spettacolari panoramiche a tutto campo.    

Martedì è stato il turno di Meda e Bastianich, mercoledì è toccato al pilota Davide Valsecchi chiudere la prima parte di riprese. A bordo di una Porsche 911 Targa 4 rossa fiammante Valsecchi ha percorso le panoramiche strade della Ponderano-Zimone e la Cerrione-Chalet con vista speciale sul castello di Cerrione. Per il pilota sarà un’avventura nuova fuori dall’abitacolo e davanti alle telecamere: «Non è semplice - ha commentato Valsecchi -. Sicuramente i miei due colleghi sono più abituati di me ma il mio impegno sarà massimo nel seguire le direttive». Due compagni di avventura nuovi, caratterialmente agli antipodi: «Guido è una persona per bene ed è un super esperto nel settore e sarà un piacere lavorare con lui. Joe ha un carattere particolare ma è nato per stare davanti alle telecamere.  Inoltre è molto competente in materia perché possiede una vasta collezioni di automobili e ha anche partecipato ad alcune competizioni come la Mille Miglia». Per Valsecchi è stato il primo contatto con il territorio biellese e l'incontro non può che essere stato entusiasmante: «Il posto è stupendo e ci siamo divertiti durante le registrazioni. Il panorama è spaziale: con un cielo del genere e le montagne innevate come sfondo non si può che essere contenti».

É ancora possibile partecipare come pubblico ad alcune puntate della trasmissione. Per informazioni: pubblico.topgearitalia@gmail.com.

Fabio Giacchetto