Eventi e Cultura

Sul set con Pozzetto

Sul set con Pozzetto
Eventi e Cultura 06 Novembre 2012 ore 13:10

Di professione fa il cuoco. Il suo piatto preferito è la tartare, ma è un “mago” nel preparare tutti i tipi di dolce. Eppure la sua passione è la tv. Tanto che, fin da piccolo, Emanuele Botto Steglia ha partecipato ad alcuni programmi televisivi per bambini come Disney Club (Rai Due) e alcune edizioni speciali di Bim Bum Bam.
Con il passare del tempo e un casting dopo l’altro, il giovane di origini biellesi, che oggi ha 21 anni e vive a Soriso, in provincia di Novara, ha preso parte a diverse produzioni per il piccolo e il grande schermo, l’ultima delle quali nell’estate scorsa, sul set di Casa e Bottega, la nuova miniserie in due puntate con Renato Pozzetto che la Rai trasmetterà a gennaio.
E pensare che tutto era iniziato per caso...

L’esordio. «La recitazione è sempre stata la mia passione, ma in famiglia, purtroppo, non sono mai stato assecondato né motivato. Non a caso si dice che i biellesi hanno una mentalità piuttosto chiusa... - racconta Emanuele Botto Steglia -. Un giorno, del tutto casualmente, mi trovavo nei pressi della sede della Film Commission, a Torino, proprio mentre era in corso un casting. Pur non avendo mai recitato prima e senza nemmeno ben sapere in che cosa consistesse un casting, ho provato a partecipare. Quando sono tornato a casa non ne ho fatto parola con nessuno, certo che non mi avrebbero scelto. Invece, pochi giorni dopo ho ricevuto una telefonata con la quale venivo convocato per la prova costumi: era fatta!».

Violetta. La produzione in questione era Violetta, miniserie in due puntate diretta da Antonio Frazzi, trasmessa da Rai Uno nel 2011, liberamente ispirata al celebre romanzo La Signora delle Camelie di Alexandre Dumas figlio, base della Traviata di Giuseppe Verdi. «Interpretavo un soldato austriaco - racconta il giovane attore - e anche se la mia era una piccola parte (due sole giornate di “girato”), per me è stato un buon punto di partenza, uno stimolo e una forte motivazione ad andare avanti su quella strada». Da lì la partecipazione come comparsa nei film di Fausto Brizzi Maschi contro femmine e Femmine contro maschi. E le collaborazioni, in qualità di “figurante per il pubblico” («portavo negli studi televisivi il pubblico per assistere ai programmi»), a X-Factor, Top of the Pops, Vivere meglio e I love Italy, negli studi Rai di via Mecenate, a Milano. «Mentre, nel frattempo - dice Emanuele Botto Steglia - avevo iniziato a studiare dizione e recitazione».

Con Pozzetto. Quest’anno, poi, l’occasione di partecipare alle riprese di Casa e Bottega. «Nello sceneggiato, che racconta la crisi economica italiana - spiega l’attore - mio padre si è appena suicidato a causa dei debiti e, nel giorno del suo funerale, si presentano Renato Pozzetto e Nino Frassica (interpreti principali, insieme con Anna Galiena, ndr) per riscuotere il loro credito...».
Le riprese sono state effettuate a Laveno Mombello, sulle rive del Lago Maggiore, nel mese di giugno, e il “prodotto” dovrebbe andare in onda già a gennaio del 2013.

Il futuro. Dopo questo ruolo, Emanuele Botto Steglia sarà tra una decina di giorni sul set del nuovo film con Claudio Bisio. «Il mio sogno nel cassetto - dice il giovane - è di poter continuare a recitare, soprattutto in produzioni destinate alla tv, con ruoli via via più importanti. Non lo faccio né per fama né per soldi, ma solo per passione. Quella stessa passione che metto quando sono in cucina. Nei panni di chef...».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter