Eventi e Cultura

Regionali, nel Biellese al voto in 160mila

Eventi e Cultura 25 Marzo 2010 ore 16:15

(25 mar) Nel Biellese saranno 159.891 (oltre 3mila in meno dei 163.044 nel 2005) gli elettori chiamati alle urne domenica e lunedì prossimi per il rinnovo del consiglio regionale e per la nomina del nuovo presidente. Nel Biellese saranno 159.891 (oltre 3mila in meno dei 163.044 nel 2005) gli elettori chiamati alle urne domenica e lunedì prossimi per il rinnovo del consiglio regionale e per la nomina del nuovo presidente. Quattro i candidati presidente (l’uscente Mercedes Bresso per la coalizione di centrosinistra, Roberto Cota per quella di centrodestra, Renzo Rabellino di Alternativa per il Piemonte e Davide Bono del Movimento 5 stelle Piemonte legato a Beppe Grillo). La macchina organizzativa è quasi pronta. Si voterà domenica, dalle 8 alle 22, e lunedì dalle 7 alle 15. Gli elettori potranno anche scegliere i candidati per il consiglio regionale fra le 24 liste presentate nel collegio biellese con 47 candidati complessivi (vedi schedona a pagina 4): 12 liste in appoggio a Bresso, 9 in appoggio a Cota, 2 a Rabellino e 1 a Bono. Finora in consiglio regionale sedevano due biellesi: Wilmer Ronzani del Pd e Lorenzo Leardi, subentrato a Gilberto Pichetto eletto senatore del Pdl, entrambi fra i candidati anche in questa tornata elettorale. Le operazioni di scrutinio per le elezioni regionali avranno inizio lunedì, subito dopo la chiusura delle urne, e lo spoglio dei votanti dovrebbe già dare in prima serata i risultati per il presidente: nella notte di lunedì si conoscerà anche la composizione dell’assemblea regionale formata da 60 consiglieri.
Gli elettori. I dati forniti dalla Prefettura sui 159.891 elettori biellesi dicono che 76.349 (erano 77.335 nel 2005) sono maschi e 83.542 (erano 85.709 nel 2005) sono femmine: di tutti questi 8.011 (erano 6.917 nel 2005) vivono all’estero (4.131 maschi e 3.880 femmine) e rappresentano il 5% della massa elettorale. A Biella gli elettori sono 38.394 di cui 17.783 maschi e 20.611 femmine). A Cossato sono 12.794 di cui 6.030 maschi e 6.794 femmine. Il Comune con meno elettori è Selve Marcone: 88 in tutto (41 maschi e 47 femmine). Si voterà anche per le amministrative in due comuni biellesi, Ailoche e Tavigliano (vedi servizi a pagina 23). Nel 2005 si recarono alle urne nel Biellese il 70,8% con un tasso di astensionismo già considerevole.
Le sezioni. Nel Biellese sono state predisposte 217 sezioni (erano 219 nel 2005), che vedranno impegnati 217 presidenti, 217 segretari e 868 scrutatori (4 per seggio di cui uno nominato vicepresidente): le indennità previste sono di 150 euro per il presidente e 120 euro per gli altri componenti. Le sezioni a Biella sono 47 e interessano molti edifici scolastici che rimarranno chiusi non solo nella giornata di lunedì, ma anche martedì (le lezioni riprenderanno mercoledì e poi subito chiusura per le vacanze pasquali). Per quest’anno niente seggio elettronico, a differenza di altre elezioni amministrative. I seggi speciali saranno 4: all’ospedale, al Belletti Bona, al carcere e al Cottolengo. Molti i seggi volanti, agganciati a seggi ordinari: sono 18 in tutto.
La scheda. E’ verde. Nella prima postazione è stato sorteggiato Renzo Rabellino con le due liste di riferimento, poi c’è la presidente uscente Mercedes Bresso con le dodici liste di riferimento, poi c’è Davide Bono con una lista di riferimento e, infine, Roberto Cota con nove liste di riferimento.

25 marzo 2010

Seguici sui nostri canali