“Ratataplan”: Lessona torna terra di saltimbanchi, circensi e musici

“Ratataplan”: Lessona torna terra di saltimbanchi, circensi e musici
21 Luglio 2017 ore 15:07

LESSONA – Cantastorie, musici e saltimbanchi. Questi gli ingredienti che caratterizzano “Ratataplan”, il festival internazionale di musica etnica, arte e teatro di strada di Lessona, giunto alla sua 21esima edizione.

L’evento si è aperto ieri e proseguirà fino a domenica 23 luglio. Con tanto di “Junior Festival” e terzo Premio internazionale per giovani artisti.

E proprio il Premio ha dato l’avvio alla manifestazione ieri sera: nella tensostruttura dell’arena spettacoli si sono sfidate le compagnie partecipanti ovvero Teatro Naranjazul (Francia – Messico) in “Bée”; Du’k’to (Barcellona – Catalonia) in “Cafunè”; Duo Masawa (Italia-Argentina) in “V.o.g.o.t.”; Wise Fools (Finlandia) in “Trashpeze”; Davide Baldassarri (Italia) in “La fabbrica di bolle”.

Oggi, venerdì, tempo di “Ratataplan Junior Festival”. Alle 14.30, scuola di circo Chapitombolo in “Super B!”; a seguire, Nota bene per “Venerdì musica”, percorso itinerante con musica, vino e cucina, da un’idea di Ratataplan e Banda Osiris con Banda Osiris, Quartetto Euphoria, Biagio Bagini/Gianluigi Carlone, Kholer/Macchia/Mamone, Luigi Ranghino. Quindi, alle 21.30, all’Orto dei giardini Banca Sella e “Conciorto” di Melanzane, zucchine, peperoni che suonano e cantano; alle 22.10, al Giardino degli Alpini, “Andante molto mosso”, musica in movimento e musica statica con la mini brass-band; alle 22.50, invece, alla Vigna Bramasole, si esibirà il Quartetto Euphoria con Archi Di “vini” con degustazione di vino e cucina in abbinamento.

 

Alle 23.20, sul palco dell’arena spettacoli, tornerà la Banda Osiris in concerto e a mezzanotte e mezza, sotto le fronde, a piedi nudi nel parc(heggio) di Luigi Ranghino, si svolgerà “Buonanotte ai suonatori”, musica a lume di candela.

Sabato, 22 luglio, alle ore 21, la tensostruttura dell’arena spettacoli, nell’ambito del programma di “Living Circus”, Blu cinque Xstream, un trio di uomini, che si muovono in uno spazio vuoto, dando la percezione di essere continuamente in bilico. Un progetto di Caterina Mochi Sismondi e Paolo Stratta.

Quindi, Mastrobolla in “Bolle d’autore”; Niccoló Nardelli in “Mercante di gravità”, spettacolo di vera e propria arte di strada; Matteo Curatella “LeMat”, cantastorie, attore, musicista e clown, in “Le storie del matto”; Pepìno Sasofòne e Fedèle Ukulèle  in “The juke and the box”, il piacere di una canzone al prezzo di una moneta. Alle 21.45, poi, in Piazza Municipio, spazio al Cirque Lazuli (Francia) in “Contrepied”, un filo teso tra due clown. Vincitrici dell’edizione 2016 del Premio Ratataplan per giovani artisti. Alle 22.30, in Piazza Sella, Corona Events in “Tempus fugit”, danzatori, danzatori su trampoli, attori, acrobati, musicisti e cantanti specializzati in spettacoli sull’acqua. Alle 23.30, all’arena spettacoli, Creme&Brulè in “Danza, Fuoco & Romanticherie”, mix di clown, teatro fisico, arte del fuoco e danza.

 

Infine, domenica 23, tra viale Piemonte e Piazza Sella, dalle 10 alle ore 18, chiuderà la novità di questa edizione, il Mercato di Ratataplan.

Giovanna Boglietti

LESSONA – Cantastorie, musici e saltimbanchi. Questi gli ingredienti che caratterizzano “Ratataplan”, il festival internazionale di musica etnica, arte e teatro di strada di Lessona, giunto alla sua 21esima edizione.

L’evento si è aperto ieri e proseguirà fino a domenica 23 luglio. Con tanto di “Junior Festival” e terzo Premio internazionale per giovani artisti.

E proprio il Premio ha dato l’avvio alla manifestazione ieri sera: nella tensostruttura dell’arena spettacoli si sono sfidate le compagnie partecipanti ovvero Teatro Naranjazul (Francia – Messico) in “Bée”; Du’k’to (Barcellona – Catalonia) in “Cafunè”; Duo Masawa (Italia-Argentina) in “V.o.g.o.t.”; Wise Fools (Finlandia) in “Trashpeze”; Davide Baldassarri (Italia) in “La fabbrica di bolle”.

Oggi, venerdì, tempo di “Ratataplan Junior Festival”. Alle 14.30, scuola di circo Chapitombolo in “Super B!”; a seguire, Nota bene per “Venerdì musica”, percorso itinerante con musica, vino e cucina, da un’idea di Ratataplan e Banda Osiris con Banda Osiris, Quartetto Euphoria, Biagio Bagini/Gianluigi Carlone, Kholer/Macchia/Mamone, Luigi Ranghino. Quindi, alle 21.30, all’Orto dei giardini Banca Sella e “Conciorto” di Melanzane, zucchine, peperoni che suonano e cantano; alle 22.10, al Giardino degli Alpini, “Andante molto mosso”, musica in movimento e musica statica con la mini brass-band; alle 22.50, invece, alla Vigna Bramasole, si esibirà il Quartetto Euphoria con Archi Di “vini” con degustazione di vino e cucina in abbinamento.

 

Alle 23.20, sul palco dell’arena spettacoli, tornerà la Banda Osiris in concerto e a mezzanotte e mezza, sotto le fronde, a piedi nudi nel parc(heggio) di Luigi Ranghino, si svolgerà “Buonanotte ai suonatori”, musica a lume di candela.

Sabato, 22 luglio, alle ore 21, la tensostruttura dell’arena spettacoli, nell’ambito del programma di “Living Circus”, Blu cinque Xstream, un trio di uomini, che si muovono in uno spazio vuoto, dando la percezione di essere continuamente in bilico. Un progetto di Caterina Mochi Sismondi e Paolo Stratta.

Quindi, Mastrobolla in “Bolle d’autore”; Niccoló Nardelli in “Mercante di gravità”, spettacolo di vera e propria arte di strada; Matteo Curatella “LeMat”, cantastorie, attore, musicista e clown, in “Le storie del matto”; Pepìno Sasofòne e Fedèle Ukulèle  in “The juke and the box”, il piacere di una canzone al prezzo di una moneta. Alle 21.45, poi, in Piazza Municipio, spazio al Cirque Lazuli (Francia) in “Contrepied”, un filo teso tra due clown. Vincitrici dell’edizione 2016 del Premio Ratataplan per giovani artisti. Alle 22.30, in Piazza Sella, Corona Events in “Tempus fugit”, danzatori, danzatori su trampoli, attori, acrobati, musicisti e cantanti specializzati in spettacoli sull’acqua. Alle 23.30, all’arena spettacoli, Creme&Brulè in “Danza, Fuoco & Romanticherie”, mix di clown, teatro fisico, arte del fuoco e danza.

 

Infine, domenica 23, tra viale Piemonte e Piazza Sella, dalle 10 alle ore 18, chiuderà la novità di questa edizione, il Mercato di Ratataplan.

Giovanna Boglietti

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno