Menu
Cerca

Perissinotto vince il Premio Biella 2015

Perissinotto vince il Premio Biella 2015
Eventi e Cultura 12 Novembre 2015 ore 13:59

BIELLA - È Alessandro Perissinotto con “Coordinate d’Oriente”, edito da Piemme, il vincitore del Premio Biella Letteratura e Industria, edizione 2015.  Le vicende che seguono le tracce di Pietro, un emigrato italiano in Cina e intrecciate su vari piani in una storia di orgoglio e sconfitta hanno colpito la giuria più delle altre quattro opere inserite nella cinquina finale del concorso.

Nato a Torino nel 1964, Perissonotto insegna Teorie e tecniche delle scritture all’Università di Torino. Ha esordito come narratore nel 1997 ed è autore di undici romanzi. Le sue opere sono state tradotte in numerosi paesi europei e in Giappone. Con Piemme ha pubblicato nel 2011 “Semina il vento” e, nel 2013, “Le colpe dei padri”, secondo classificato al Premio Strega. Perissonotto si è imposto in una cinquina formata da Ennio Capasa, “Un mondo nuovo”, Bompiani; Giorgio Diritti, “Noi due”, Rizzoli; Nicola Lagioia, “La ferocia”, Giulio Einaudi editore e Michele Marziani, “Umberto Dei. Biografia non autorizzata di una bicicletta”, Ediciclo.

BIELLA - È Alessandro Perissinotto con “Coordinate d’Oriente”, edito da Piemme, il vincitore del Premio Biella Letteratura e Industria, edizione 2015.  Le vicende che seguono le tracce di Pietro, un emigrato italiano in Cina e intrecciate su vari piani in una storia di orgoglio e sconfitta hanno colpito la giuria più delle altre quattro opere inserite nella cinquina finale del concorso.

Nato a Torino nel 1964, Perissinotto insegna Teorie e tecniche delle scritture all’Università di Torino. Ha esordito come narratore nel 1997 ed è autore di undici romanzi. Le sue opere sono state tradotte in numerosi paesi europei e in Giappone. Con Piemme ha pubblicato nel 2011 “Semina il vento” e, nel 2013, “Le colpe dei padri”, secondo classificato al Premio Strega. Perissonotto si è imposto in una cinquina formata da Ennio Capasa, “Un mondo nuovo”, Bompiani; Giorgio Diritti, “Noi due”, Rizzoli; Nicola Lagioia, “La ferocia”, Giulio Einaudi editore e Michele Marziani, “Umberto Dei. Biografia non autorizzata di una bicicletta”, Ediciclo.

La cerimonia di premiazione è in programma venerdì 20 novembre, dalle ore 17, nell’Auditorium di Città Studi. Un appuntamento aperto a tutti e divenuto ormai imperdibile per gli appassionati di lettura, ma non solo; un’occasione per trarre nuovi stimoli da relatori e autori di fama nazionale ed internazionale, per confrontarsi con una cultura di ampio respiro.

Il Premio, destinato quest’anno ad un’opera di narrativa di autore italiano (o straniero in traduzione italiana) edita tra il 1° gennaio 2013 e il 31 dicembre 2014, è nato con la precisa finalità di valorizzare le opere che descrivono o analizzano momenti e modelli di trasformazione della società, con particolare riferimento alla realtà socio economica e alla cultura industriale. 

Ai saluti di benvenuto di Pier Ettore Pellerey, presidente di Città Studi, e di Paolo Piana, presidente del Premio Biella Letteratura e Industria, seguirà la consegna dei riconoscimenti ai vincitori.

Il Premio Speciale della Giuria sarà consegnato a Danilo Craveia, per il saggio “Bocia. Il lavoro Minorile del Biellese tra Otto e Novecento”, edito dalla Fondazione Colonnetti in appendice all’opera “Infanzia rubata” di Giovanni Carlo Bonotto e Rodolfo Suppo. Il saggio di Craveia rappresenta la sintesi di un più ampio lavoro di ricerca realizzato per Doc.Bi – Centro studi biellesi e Fondazione Cassa di Risparmio di Biella in occasione della mostra dedicata al lavoro minorile svoltasi presso lo Spazio Cultura della Fondazione tra il 2014 e il 2015. 

Il Premio Opera Straniera verrà invece consegnato a Tim Parks, scrittore e traduttore inglese che da anni risiede in Italia, autore di “Coincidenze. Sui binari da Milano a Palermo”, Bompiani.

Il Premio della Giuria dei Lettori, edizione 2015, sarà assegnato all’opera di Michele Marziani “Umberto Dei. Biografia non autorizzata di una bicicletta”, edita da Ediciclo Editore.

Tutti gli autori premiati saranno intervistati da Pier Francesco Gasparetto, presidente della Giuria, mentre brani estratti dalle opere vincitrici verranno letti al pubblico da Paolo Zanone di Teatrando con accompagnamento musicale di Max Tempia del Biella del Biella Jazz Club.

Nel corso della cerimonia saranno svelati i nomi dei vincitori del concorso scuole Verso nuove imprese, rivolto agli studenti degli Istituti Superiori biellesi, indetto dal Premio Biella in collaborazione con il Gruppo Giovani Imprenditori dell’Unione Industriale Biellese, e della prima edizione delle tre categorie del Premio Social Contest, a cui tutti i lettori sono invitati a partecipare sulla pagina Facebook del Premio Biella Letteratura e Industria. 

A seguire, il presidente del Premio Biella Letteratura e Industria, Paolo Piana, coordinerà il dibattito “Raccontare storie” cui prenderanno parte: Severino Salvemini, docente universitario ed editorialista; Alberto Sinigaglia, giornalista de “La Stampa” e presidente dell'Ordine dei Giornalisti del Piemonte.

Gabriele Pinna