Nel Biellese 128 parchi e giardini Mostra e libro li valorizzano

11 Novembre 2009 ore 20:54

(4 nov) In trentacinque Comuni del territorio provinciale sono stati inventariate, dall’Archivio ville e giardini del Museo del Paesaggio di Verbania, centoventotto entità fra giardini e aree di interesse botanico. Oggi, quel lavoro, aggiornato, ha dato vita ad un’inziativa dal titolo “Il Paesaggio ordito. Giardini, Parchi e Ville nel Biellese” costituita da un libro accompagnato da una mostra fotografica a cura di Renata Lodari che vengono presentati venerdì alle ore 17,30 al Museo regionale di scienze naturali di Torino in via Giolitti 36. La rassegna resterà aperta fino all’8 dicembre.
In trentacinque Comuni del territorio provinciale sono stati inventariate, dall’Archivio ville e giardini del Museo del Paesaggio di Verbania, centoventotto entità fra giardini e aree di interesse botanico. Oggi, quel lavoro, aggiornato, ha dato vita ad un’inziativa dal titolo “Il Paesaggio ordito. Giardini, Parchi e Ville nel Biellese” costituita da un libro accompagnato da una mostra fotografica a cura di Renata Lodari che vengono presentati venerdì alle ore 17,30 al Museo regionale di scienze naturali di Torino in via Giolitti 36. La rassegna resterà aperta fino all’8 dicembre.
E al vernissage, il parco Burcina (che fra l’altro nel 2010 compie 30 anni, nel senso che nel 1980 venne varata la legge regionale di tutela e di istituzione della riserva naturale), presenterà un dvd sui giardini biellesi realizzato da Antonio Canevarolo.
L’iniziativa trae origine dal sostegno della Regione al programma di censimento e schedatura dei giardini storici sull’intero territorio piemontese, studio che è in fase di conclusione complessiva. Per quel che riguarda il Biellese la schedatura complessiva di tutti i toponimi quantifica lo stato di consistenza del patrimonio, ne descrive le principali caratteristiche (uso attuale, proprietà, stato di conservazione, tipologia del giardino, cronologia, autore, impianto planimetrico, fisionomia dell’area verde, presenza di alberi monumentali, unitarietà d’impianto) e documenta un patrimonio di estremo interesse da far conoscere e divulgare.
La Regione stessa ha individuato nell’Atl di Biella e nel Parco Burcina (con il suo Centro di documentazione dei giardini storici biellesi, di recentissima costituzione) gli organismi territoriali cui fare riferimento per coordinare l’iniziativa che venerdì viene inaugurata.
4 novembre 2009

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità