Menu
Cerca

Musica e Medicina: da Beethoven ai Queen

Musica e Medicina: da Beethoven ai Queen
Eventi e Cultura 15 Gennaio 2016 ore 01:35

Saranno Beethoven e Freddie Mercury con i “Queen” gli accompagnatori ideali che, con le loro note e voce, condurranno il pubblico biellesi nel viaggio musicale e sensoriale, proposto dalla sedicesima edizione di “Musica e Medicina”. La rassegna, firmata da Nisi ArteMusica in collaborazione con Asl Bi, proprio ai sensi si ispira.

Stimolo affidato proprio ai cinque sensi che, da domenica 17 gennaio al prossimo 21 febbraio, condurranno gli incontri ispirati a generi diversi e pensati per attrarre anche i giovani.  Sono giovani, infatti, gli artisti che si esibiranno domenica 17, nella cornice di Agorà Palace Hotel, e proporranno un quesito: «È vero che Beethoven era sordo?». Tema: l'influenza della patologia dell'orecchio nei compositori e nella musica lungo la storia, fino ai giorni nostri. La conferenza concerto si aprirà alle 16.30, con il benvenuto della direzione generale dell’Asl Bi. Parlerà Fabrizio Colombani,  direttore di Otorinolaringoiatria. Alle ore 17, “Killer Kreutzer. il Rock ieri e Oggi”, nell’esecuzione di Vlad Maistrorovici (violino) e Dario Bonuccelli (pianoforte). Trascrizioni, da loro stessi preparate, di famose canzoni degli indimenticati “Queen”.

Nato in Romania nel 1985, Vlad Maistorovici si è diplomato alla Yehudi Menuhin School di Londra e si è perfezionato al London Royal College of Music. Dario Bonuccelli, formatosi con Luciano Lanfranchi, si è diploma in pianoforte nel 2004, al Conservatorio Paganini di Genova, con lode e menzione. Nati entrambi nel 1985, si sono incontrati nel 2003 al Festival Internazionale di Blaj, in Romania. 

Giovanna Boglietti

Saranno Beethoven e Freddie Mercury con i “Queen” gli accompagnatori ideali che, con le loro note e voce, condurranno il pubblico biellesi nel viaggio musicale e sensoriale, proposto dalla sedicesima edizione di “Musica e Medicina”. La rassegna, firmata da Nisi ArteMusica in collaborazione con Asl Bi, proprio ai sensi si ispira.

Stimolo affidato proprio ai cinque sensi che, da domenica 17 gennaio al prossimo 21 febbraio, condurranno gli incontri ispirati a generi diversi e pensati per attrarre anche i giovani.  Sono giovani, infatti, gli artisti che si esibiranno domenica 17, nella cornice di Agorà Palace Hotel, e proporranno un quesito: «È vero che Beethoven era sordo?». Tema: l'influenza della patologia dell'orecchio nei compositori e nella musica lungo la storia, fino ai giorni nostri. La conferenza concerto si aprirà alle 16.30, con il benvenuto della direzione generale dell’Asl Bi. Parlerà Fabrizio Colombani,  direttore di Otorinolaringoiatria. Alle ore 17, “Killer Kreutzer. il Rock ieri e Oggi”, nell’esecuzione di Vlad Maistrorovici (violino) e Dario Bonuccelli (pianoforte). Trascrizioni, da loro stessi preparate, di famose canzoni degli indimenticati “Queen”.

Nato in Romania nel 1985, Vlad Maistorovici si è diplomato alla Yehudi Menuhin School di Londra e si è perfezionato al London Royal College of Music. Dario Bonuccelli, formatosi con Luciano Lanfranchi, si è diploma in pianoforte nel 2004, al Conservatorio Paganini di Genova, con lode e menzione. Nati entrambi nel 1985, si sono incontrati nel 2003 al Festival Internazionale di Blaj, in Romania. 

Giovanna Boglietti