“Movie Tellers”, si fa il pieno di film

“Movie Tellers”, si fa il pieno di film
04 Maggio 2017 ore 11:51

Dodici film piemontesi, intesi come quattro lungometraggi, quattro documentari e quattro cortometraggi. Per ventotto eventi in diciotto giorni e sette passaggi per ogni film, su ottantaquattro proiezioni totali. Dove? In tredici cinema di quattro capoluoghi e novi comuni di sette province, per mediazione di quaranta enti coinvolti.

Si presenta dall’alto dei suoi numeri la rassegna “Movie Tellers.   Narrazioni cinematografiche”, che si svolgerà da giovedì – 4 maggio – al prossimo mercoledì 31, e che, per il Biellese, conta sulla partecipazione del comune di Candelo. E, in particolare, del locale Cinema Verdi.

L’iniziativa è la prima prova sul campo del progetto “Piemonte  Cinema  Network”, promosso  da Regione Piemonte, Film Commission Torino Piemonte, Fip Film Investimenti Piemonte, Museo Nazionale del Cinema, Torino Film Festival e curato dall’Associazione PiemonteMovie.

Si tratta di un progetto, spiegano gli organizzatori, che «punta alla promozione e diffusione della settima arte legata alla nostra Regione, attraverso una rete che unisce cinema, associazioni culturali e diverse realtà  pubbliche  e private. Un progetto che punta al consolidamento di un circuito di presìdi cinematografici locali,  dove promuovere film, eventi e festival di risonanza regionale e  nazionale, ricevendo in cambio dalle comunità locali stimoli e proposte che possano rafforzare il sistema cinema piemontese».

Tra i presìdi cinematografici aderenti, spicca dunque il biellese Candelo. Dove la rassegna si svilupperà i giovedì, di fila del 4, 11, 18 e 25 maggio. Giovedì 4, data di inaugurazione, terrà a battesimo il ciclo di proiezioni Antonio Catania, attore siciliano dalla lunga carriera che vanta oltre sessanta ruoli tra cinema e tv (in “Mediterraneo” di Gabriele Salvatores, “Pane e tulipani” di Silvio Soldini, “Belli di papà” di Guido Chiesa e “Boris – La Serie”, solo per citarne alcuni) ed è protagonista di “Mirafiori Lunapark” di Stefano Di Polito, il film che sarà proprio in programma al Cinema Verdi, alle ore 21.

Ma in cosa consiste la formula di “Movie Tellers”? Come anticipato, le proiezioni avverranno per quattro giovedì di fila, al “Verdi” di Candelo, in via Pozzo 2.

Il calendario propone una programmazione culturale ampia, diversificata e di qualità, che porta nelle tredici sale cinematografiche di riferimento dei film “a chilometro zero”. Così facendo, la rassegna permetterà, a ognuno dei dodici titoli, sette passaggi in sala, combinati in un format che prevede, in un unico appuntamento, la proiezione di un lungometraggio, un documentario e un corto, al costo di ingresso di 5 euro (ridotto 3 euro).

Inoltre, ogni giornata di cinema sarà intervallata dalle degustazioni di Slow Food Piemonte e Valle d’Aosta, main partner, che legheranno le specialità locali all’essenza tutta piemontese di attori, produzioni, tecnici, protagonisti come ambientazioni di ciascuna pellicola. Inno ai prestigiosi “ciak” del Piemonte.

IL PROGRAMMA

Questo il programma delle proiezioni al Cinema Verdi di Candelo: giovedì 4 maggio : ore 18.30, “An Afterthought” di Matteo Bernardini (ospite il regista insieme a Sahar Delijani, scrittrice iraniano-americana autrice del best seller internazionale “L’albero dia fiori viola” e co-sceneggiatrice del corto); ore 19, “A Bitter Story” di Francesca Bono; ore 21, “Mirafiori Lunapark” di Stefano Di Polito (ospiti il protagonista Antonio Catania e il regista).

Giovedì 11 maggio: ore 18.30 “Un posto sicuro” di Francesco Ghiaccio; ore 21, “Lo Steinway” di Massimo Ottoni; ore 21.30, “Ombre dal fondo” di Paola Piacenza. E giovedì 18 maggio: ore 18.30, “Quello che non si vede” di Dario Samuele Leone (ospiti il regista e la sceneggiatrice Chiara Nicola); ore 19, “I cormorani di Fabio Bobbio”; ore 21.30, “La vita possibile” di Ivano De Matteo. Infine, giovedì 25 maggio: ore 18.30, “Neve rosso sangue” di Daniel Daquino; ore 19.15, “Nome di battaglia donna” di Daniele Segre (ospite il regista); ore 21.15, “Le ultime cose” di Irene Dionisio (ospite la regista).

Giovanna Boglietti  

Dodici film piemontesi, intesi come quattro lungometraggi, quattro documentari e quattro cortometraggi. Per ventotto eventi in diciotto giorni e sette passaggi per ogni film, su ottantaquattro proiezioni totali. Dove? In tredici cinema di quattro capoluoghi e novi comuni di sette province, per mediazione di quaranta enti coinvolti.

Si presenta dall’alto dei suoi numeri la rassegna “Movie Tellers.   Narrazioni cinematografiche”, che si svolgerà da giovedì – 4 maggio – al prossimo mercoledì 31, e che, per il Biellese, conta sulla partecipazione del comune di Candelo. E, in particolare, del locale Cinema Verdi.

L’iniziativa è la prima prova sul campo del progetto “Piemonte  Cinema  Network”, promosso  da Regione Piemonte, Film Commission Torino Piemonte, Fip Film Investimenti Piemonte, Museo Nazionale del Cinema, Torino Film Festival e curato dall’Associazione PiemonteMovie.

Si tratta di un progetto, spiegano gli organizzatori, che «punta alla promozione e diffusione della settima arte legata alla nostra Regione, attraverso una rete che unisce cinema, associazioni culturali e diverse realtà  pubbliche  e private. Un progetto che punta al consolidamento di un circuito di presìdi cinematografici locali,  dove promuovere film, eventi e festival di risonanza regionale e  nazionale, ricevendo in cambio dalle comunità locali stimoli e proposte che possano rafforzare il sistema cinema piemontese».

Tra i presìdi cinematografici aderenti, spicca dunque il biellese Candelo. Dove la rassegna si svilupperà i giovedì, di fila del 4, 11, 18 e 25 maggio. Giovedì 4, data di inaugurazione, terrà a battesimo il ciclo di proiezioni Antonio Catania, attore siciliano dalla lunga carriera che vanta oltre sessanta ruoli tra cinema e tv (in “Mediterraneo” di Gabriele Salvatores, “Pane e tulipani” di Silvio Soldini, “Belli di papà” di Guido Chiesa e “Boris – La Serie”, solo per citarne alcuni) ed è protagonista di “Mirafiori Lunapark” di Stefano Di Polito, il film che sarà proprio in programma al Cinema Verdi, alle ore 21.

Ma in cosa consiste la formula di “Movie Tellers”? Come anticipato, le proiezioni avverranno per quattro giovedì di fila, al “Verdi” di Candelo, in via Pozzo 2.

Il calendario propone una programmazione culturale ampia, diversificata e di qualità, che porta nelle tredici sale cinematografiche di riferimento dei film “a chilometro zero”. Così facendo, la rassegna permetterà, a ognuno dei dodici titoli, sette passaggi in sala, combinati in un format che prevede, in un unico appuntamento, la proiezione di un lungometraggio, un documentario e un corto, al costo di ingresso di 5 euro (ridotto 3 euro).

Inoltre, ogni giornata di cinema sarà intervallata dalle degustazioni di Slow Food Piemonte e Valle d’Aosta, main partner, che legheranno le specialità locali all’essenza tutta piemontese di attori, produzioni, tecnici, protagonisti come ambientazioni di ciascuna pellicola. Inno ai prestigiosi “ciak” del Piemonte.

IL PROGRAMMA

Questo il programma delle proiezioni al Cinema Verdi di Candelo: giovedì 4 maggio : ore 18.30, “An Afterthought” di Matteo Bernardini (ospite il regista insieme a Sahar Delijani, scrittrice iraniano-americana autrice del best seller internazionale “L’albero dia fiori viola” e co-sceneggiatrice del corto); ore 19, “A Bitter Story” di Francesca Bono; ore 21, “Mirafiori Lunapark” di Stefano Di Polito (ospiti il protagonista Antonio Catania e il regista).

Giovedì 11 maggio: ore 18.30 “Un posto sicuro” di Francesco Ghiaccio; ore 21, “Lo Steinway” di Massimo Ottoni; ore 21.30, “Ombre dal fondo” di Paola Piacenza. E giovedì 18 maggio: ore 18.30, “Quello che non si vede” di Dario Samuele Leone (ospiti il regista e la sceneggiatrice Chiara Nicola); ore 19, “I cormorani di Fabio Bobbio”; ore 21.30, “La vita possibile” di Ivano De Matteo. Infine, giovedì 25 maggio: ore 18.30, “Neve rosso sangue” di Daniel Daquino; ore 19.15, “Nome di battaglia donna” di Daniele Segre (ospite il regista); ore 21.15, “Le ultime cose” di Irene Dionisio (ospite la regista).

Giovanna Boglietti  

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno