Menu
Cerca

“Masterchef Over”, ecco i vincitori

Si è conclusa la gara ai fornelli tra le case di riposo di Occhieppo Inferiore e di Asti.

“Masterchef Over”, ecco i vincitori
Eventi e Cultura Elvo, 14 Ottobre 2019 ore 15:00

“Masterchef Over”, ecco i vincitori.

Grande festa del gusto, venerdì, per la finale di “Masterchef Over”, la gara che ha visto sfidarsi ai fornelli gli ospiti della residenza per anziani “Cerino Zegna” di Occhieppo Inferiore e quelli della Casa di riposo Città di Asti. Proprio la struttura astigiana è stata teatro della cerimonia di premiazione, a cui hanno partecipato concorrenti di ciascuna delle due sedi, affiancati da tutor e operatrici.

I premiati

Come nella migliore tradizione dell’omonima trasmissione televisiva, la competizione ha avuto i suoi vincitori: Oriella Valente (con la tutor Maria Teresa Buscaglione), che ha preparato uno squisito risotto alla zucca, e, per Asti, Vincenzo Petrini (con la tutor Angela Rotunno), che ha cucinato delle ottime penne alla pescatora.
Premiati anche i piatti con il “miglior” costo: gli spaghetti alle acciughe presentati da Valter Chiarioni con l’operatrice Eleonora Sitzia, e il risotto alla trevigiana di Franco Siviero, coadiuvato dalla figlia Stefania. Un premio è stato inoltre assegnato ai migliori impiattamenti: quello dei troccoli mari e monti di Evasio Bianco con Clelia Siano e quello delle tagliatelle con il sugo di arselle e gamberi di Salvatore Sferrazza con la tutor Daniela Braccini.
Poiché la sfida non consisteva soltanto nel preparare un piatto, ma nel pensare ad una ricetta con un significato soggettivo particolare, nel raccontarne la “storia”, i ricordi che evocava, la motivazione della scelta, “Masterchef Over” ha previsto pure un riconoscimento per la miglior storia “raccontata nel piatto”, andato alle lasagne al salmone di Paola Anselmo con la tutor Mary Martello e al risotto ai funghi porcini di Laura Torrione con l’operatrice Cinzia Fiandaca.
Per tutti, premi e prodotti offerti dagli sponsor, tra cui le specialità biellesi a marchio Massera, Caseificio Valle Elvo e Menabrea.

In giuria

A giudicare i piatti, una giuria composta da chef (Alfio Gangarossa per Occhieppo Inferiore e Paolo Ghi per Asti) e ditte di ristorazione (Sodexo per Occhieppo Inferiore e Dussmann per Asti), da anziani residenti, da giornalisti e dalle direzioni delle due strutture (Paola Garbella per il “Cerino Zegna” e Laura Panelli per la Casa di riposo Città di Asti), con il commissario Giuseppe Carlo Camisola, oltre che dai rappresentanti delle due residenze, Paolo Paschetto per Occhieppo Inferiore ed Enrico Raiteri per Asti.

La gara, alla seconda edizione dopo il felice esordio dello scorso anno, è stata organizzata dalle due strutture, con gli animatori Enrico Maron Pot (per il “Cerino Zegna”) e Ljuba Grandinetti (per Asti).
Due le sfide ai fornelli prima della finale di venerdì scorso: il 25 settembre nella cucina del “Cerino Zegna” e il 2 ottobre ai fornelli della Casa di riposo Città di Asti. Confronti nei quali i concorrenti hanno immediatamente fatto capire di che “pasta” sono fatti: anche se “nonni”, infatti, i cuochi provetti occhieppesi e astigiani nulla hanno da invidiare agli aspiranti chef del seguitissimo programma tv. Giorgio Locatelli, Bruno Barbieri e Antonino Cannavacciuolo, annunciati giudici dell’edizione del 2020, sono avvisati…

Lara Bertolazzi

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DI ECO DI BIELLA

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

NOVITA’: Iscriviti al nostro gruppo Facebook Biella Netweek

 

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale Eco di Biella: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli