Menu
Cerca

“In luce”, l’Arte rischiara la città

“In luce”, l’Arte rischiara la città
Eventi e Cultura 04 Dicembre 2015 ore 07:45

S’agita nel buio, attraverso sfarfallii minuscoli, per poi farsi vicina, incollata al suo bagliore. Come fosse un coleottero, la ben più comunemente nota lucciola. Non poteva che giocare sul nome che le dà senso, la rassegna artistica “In luce”, organizzata dalla Città di Biella, con il Museo del Territorio Biellese e la Fondazione Cassa di Risparmio per Palazzo Gromo Losa, e curata dall’associazione culturale “BI-BOx Art Space”. 

S’avvicina, “In luce”, con la prima delle iniziative con le quali rischiarirà il panorama culturale locale: “Siam come le lucciole”. Oggi, venerdì 4 dicembre alle ore 18.30, a Palazzo Gromo Losa e, a seguire, al Museo del Territorio Biellese si terrà, infatti, l’inaugurazione della mostra che indaga la poetica di alcuni artisti che, attraverso l’uso della vernice luminescente, utilizzano la luce come loro mezzo espressivo.

 «Questo modo di fare pittura sconvolge i canoni mentali dello spettatore di fronte a un dipinto: il buio normalmente annulla la percezione ma, in questo caso, la rende possibile. Un progetto che ha entusiasmato la famiglia Zingarelli, proprietaria dell’azienda Rocca delle Macie in Castellina in Chianti, a tal punto da diventare promotrice dell’iniziativa e puntare sugli artisti che, in questi anni, hanno utilizzato la pittura di luce come mezzo per comunicare», così i curatori descrivono l’esposizione, firmata da Simona Gavioli da un’idea di Raimondo Galeano e Daniela Maccaferri. 

Al pubblico non resta che scoprire questo come i successivi eventi: “Facciamo luce” è il contenitore di due appuntamenti al Museo del Territorio Biellese, il primo fissato per sabato 12 dicembre, alle ore 16, come laboratorio per adulti e bambini intitolato “Giochi di Luce”, a cura degli Amici del Museo; l’altro previsto per domenica 13 dicembre, alle ore 16, come focus archeologico per famiglie, chiamato “Fiat Lux” e a cura di Angela Deodato e Chiara Rossi. E ancora sarà la volta di “motivIN_LUCE”, domenica 20 dicembre alle ore 16: percorso didattico per bambini, a Palazzo Gromo Losa. 

Città che ospita, città che si illumina. La rassegna prevede che angoli della città accolgano opere di design e d’arte contemporanea, legate chiaramente al tema della luce: coinvolti locali e negozi da scoprire scintillare, in pieno centro.  Primo flash, dunque, oggi con “Siam come le lucciole”, che si suddividerà  nelle due sedi di Palazzo Gromo Losa e Museo del Territorio Biellese da sabato al 10 gennaio 2016. Per info: 349-7252121.

Giovanna Boglietti

S’agita nel buio, attraverso sfarfallii minuscoli, per poi farsi vicina, incollata al suo bagliore. Come fosse un coleottero, la ben più comunemente nota lucciola. Non poteva che giocare sul nome che le dà senso, la rassegna artistica “In luce”, organizzata dalla Città di Biella, con il Museo del Territorio Biellese e la Fondazione Cassa di Risparmio per Palazzo Gromo Losa, e curata dall’associazione culturale “BI-BOx Art Space”. 

S’avvicina, “In luce”, con la prima delle iniziative con le quali rischiarirà il panorama culturale locale: “Siam come le lucciole”. Oggi, venerdì 4 dicembre alle ore 18.30, a Palazzo Gromo Losa e, a seguire, al Museo del Territorio Biellese si terrà, infatti, l’inaugurazione della mostra che indaga la poetica di alcuni artisti che, attraverso l’uso della vernice luminescente, utilizzano la luce come loro mezzo espressivo.

 «Questo modo di fare pittura sconvolge i canoni mentali dello spettatore di fronte a un dipinto: il buio normalmente annulla la percezione ma, in questo caso, la rende possibile. Un progetto che ha entusiasmato la famiglia Zingarelli, proprietaria dell’azienda Rocca delle Macie in Castellina in Chianti, a tal punto da diventare promotrice dell’iniziativa e puntare sugli artisti che, in questi anni, hanno utilizzato la pittura di luce come mezzo per comunicare», così i curatori descrivono l’esposizione, firmata da Simona Gavioli da un’idea di Raimondo Galeano e Daniela Maccaferri. 

Al pubblico non resta che scoprire questo come i successivi eventi: “Facciamo luce” è il contenitore di due appuntamenti al Museo del Territorio Biellese, il primo fissato per sabato 12 dicembre, alle ore 16, come laboratorio per adulti e bambini intitolato “Giochi di Luce”, a cura degli Amici del Museo; l’altro previsto per domenica 13 dicembre, alle ore 16, come focus archeologico per famiglie, chiamato “Fiat Lux” e a cura di Angela Deodato e Chiara Rossi. E ancora sarà la volta di “motivIN_LUCE”, domenica 20 dicembre alle ore 16: percorso didattico per bambini, a Palazzo Gromo Losa. 

Città che ospita, città che si illumina. La rassegna prevede che angoli della città accolgano opere di design e d’arte contemporanea, legate chiaramente al tema della luce: coinvolti locali e negozi da scoprire scintillare, in pieno centro.  Primo flash, dunque, oggi con “Siam come le lucciole”, che si suddividerà  nelle due sedi di Palazzo Gromo Losa e Museo del Territorio Biellese da sabato al 10 gennaio 2016. Per info: 349-7252121.

Giovanna Boglietti