Fs: interregionali più cari del 9%

18 Febbraio 2009 ore 18:52
Fs: interregionali
più cari del 9%
Ma per i pendolari sono in arrivo i bonus  
 
 
(9 feb) Dal primo di febbraio le tratte ferroviarie interregionali hanno subito un aumento del nove per cento, che si va a sommare a quello del dieci per cento datato novembre 2007.
Buone notizie per i pendolari arrivano invece dai bonus ai quali potranno attingere. A febbraio i rimborsi ammontano dal  20 al 25 per cento sul costo dell’ abbonamento per i pendolari piemontesi. Lo ha stabilito il comitato di lavoro misto, Regione Piemonte-Trenitalia, valutando i disagi subiti dai pendolari durante i mesi di novembre e dicembre  2008: puntualità a 5 minuti tra i 2 e i 3 punti percentuali al di sotto del minimo consentito (91%) e centinaia di treni soppressi.
 

Fs: interregionali
più cari del 9%  
Ma per i pendolari sono in arrivo i bounus  



Dal primo di febbraio le tratte ferroviarie interregionali hanno subito un aumento del nove per cento, che si va a sommare a quello del dieci per cento datato novembre 2007. Decisione questa che ha suscitato le reazioni dei consiglieri regionali di Rifondazione Comunista in Regione Piemonte, «Il 19 per cento – dice Alberto Deambrogio – di aumento in poco più di un anno costituisce una cinica beffa da parte di chi fornisce un servizio sovente fatiscente e incerto, tanto da provocare non pochi disagi a lavoratori e studenti. A questo va aggiunto che il Governo in questi mesi si è sbracciato nel garantire che non vi sarebbero stati nuovi aumenti delle tariffe pubbliche per aiutare i cittadini ad affrontare la grave crisi in atto».
Buone notizie per i pendolari arrivano invece dai bonus ai quali potranno attingere. A febbraio i rimborsi ammontano dal  20 al 25 per cento sul costo dell’ abbonamento per i pendolari piemontesi. Lo ha stabilito il comitato di lavoro misto, Regione Piemonte-Trenitalia, valutando i disagi subiti dai pendolari durante i mesi di novembre e dicembre  2008: puntualità a 5 minuti tra i 2 e i 3 punti percentuali al di sotto del minimo consentito (91%) e centinaia di treni soppressi. «A dicembre abbiamo dato il massimo rimborso possibile consentito dal contratto – spiega l’assessore regionale ai Trasporti, Daniele Borioli -. Una misura adottata a fronte dei gravi disagi registrati negli ultimi due mesi dell’anno sulla rete regionale. In questi modo abbiamo voluto risarcire, almeno in parte, i pendolari, con una misura che tra l’altro concede un po’ di respiro alle famiglie in questo momento di crisi per il paese. E sempre in questa ottica – aggiunge – stiamo lavorando a un accordo con Trenitalia che individui una sola tariffa, di 150 euro, per la carta annuale Tutto Treno Piemonte, anche per i tragitti superiori ai 100 chilometri».  Il rimborso può essere ritirato presso le biglietterie di Trenitalia tra il 10 e il 19 di febbraio.
e.p.

9 febbraio 2009

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità