Festa e Liberazione tra diritti e fiaccolata

22 Aprile 2009 ore 21:24
Festa e Liberazione
tra diritti e fiaccolata

Ricco calendario di eventi per il XXV Aprile

(22 apr) Va in piazza la Biella che “resiste”. Iniziano domani le celebrazioni della Festa della Liberazione, tra film, concerti musicali, fiaccolate e diritti (vecchi e nuovi, lontani e vicini). Ricco il programma stilato dal Comune di Biella, medaglia d’oro per la Resistenza, in collaborazione con varie associazioni.

Festa e Liberazione
tra diritti e film

Da venerdì al via gli appuntamenti del XXV Aprile

Va in piazza la Biella che “resiste”. Iniziano domani le celebrazioni della Festa della Liberazione, tra film, concerti musicali, fiaccolate e diritti (vecchi e nuovi, lontani e vicini). Ricco il programma stilato dal Comune di Biella, medaglia d’oro per la Resistenza, in collaborazione con varie associazioni. Domani convegno a Palazzo Ferrero (ore 21) e proiezione del film: “Lontani/Vicini”, progetto che lega le città di Biella e di Riace, in un percorso di conoscenza reciproca, tra memoria, pace diritti e immigrazione. Sabato (11-15) visite guidate sui luoghi della resistenza cittadina perché “Occorre essere attenti”; partenza da Villa Schneider. Alle 16, concerto in piazza Cisterna al Piazzo: si esibiranno “Barabàn” e “Venti5 d’Aprile”. Alle 21, “fiaccolata per le libertà”, a cura di Anpi e di “Libera – Associazione No Mafie”; partenza da Largo Cusano e arrivo in piazza del Monte.  Domenica altre visite guidate, sempre a cura di “Ideazione società cooperativa”. Lunedì, invece, ancora a Palazzo Ferrero, ore 21, proiezione della nuova edizione del documentario “Sulle tracce di Riccardo Gualino”, del regista Beppe Anderi; sarà inoltre presente lo scrittore Pier Francesco Gasparetto e il docente universitario Giorgio Simonelli. Giovedì prossimo, ultimo momento del calendario: “Razza partigiana. Storia di Giorgio Marincola”; nella sala conferenze del Museo del Territorio sarà presentato il volume scritto da Carlo Costa e Lorenzo Teodonio. Presente anche il docente universitario Gianni Perona. Il momento solenne della celebrazione è programmato per domani. Alle 17, in piazza Vittorio Veneto, deposizione d’una corona d’alloro al monumento ai caduti e orazioni ufficiali.
Se Berlusconi sarà alla manifestazione nazionale, esclusa Milano, probabile Roma, anche qui i candidati del centrodestra in Provincia e Comune assicurano la propria adesione. Non ha dubbi Roberto Simonetti: «Sono sempre andato, da dieci anni a questa parte. Ho sempre preso parte alla manifestazione che si svolge a Donato. Anche quest’anno aderirò a questo momento di celebrazione della libertà, tema che sta a cuore alla Lega Nord. Credo giusto ricordare il sacrificio di chi, sessant’anni fa, ha combattuto per liberare il paese dai nazi-fascisti, senza dimenticare il ruolo degli americani e, soprattutto, strumentalizzazioni politiche». Sulla stessa lunghezza d’onda, il candidato sindaco di Biella per il centrodestra, Dino Gentile: «Sono sempre andato e andrò anche quest’anno. Credo nei valori della pace e della libertà. Ma pure nello spirito di fratellanza, quindi la festa del XXV Aprile non deve diventare un motivo di divisione, ma di fratellanza nazionale. Onore delle armi, quindi, anche a quei giovani che in buona fede combatterono per la patria, seppure dalla parte sbagliata». Certa l’adesione dei rappresentanti dei partiti del centrosinistra. Sabato (11-15) visite guidate sui luoghi della resistenza cittadina perché “Occorre essere attenti”; partenza da Villa Schneider. Alle 16, concerto in piazza Cisterna al Piazzo: si esibiranno “Barabàn” e “Venti5 d’Aprile”. Alle 21, “fiaccolata per le libertà”, a cura di Anpi e di “Libera – Associazione No Mafie”; partenza da Largo Cusano e arrivo in piazza del Monte.  Domenica altre visite guidate, sempre a cura di “Ideazione società cooperativa”. Lunedì, invece, ancora a Palazzo Ferrero, ore 21, proiezione della nuova edizione del documentario “Sulle tracce di Riccardo Gualino”, del regista Beppe Anderi; sarà inoltre presente lo scrittore Pier Francesco Gasparetto e il docente universitario Giorgio Simonelli. Giovedì prossimo, ultimo momento del calendario: “Razza partigiana. Storia di Giorgio Marincola”; nella sala conferenze del Museo del Territorio sarà presentato il volume scritto da Carlo Costa e Lorenzo Teodonio. Presente anche il docente universitario Gianni Perona. Il momento solenne della celebrazione è programmato per domani. Alle 17, in piazza Vittorio Veneto, deposizione d’una corona d’alloro al monumento ai caduti e orazioni ufficiali.
Se Berlusconi sarà alla manifestazione nazionale, esclusa Milano, probabile Roma, anche qui i candidati del centrodestra in Provincia e Comune assicurano la propria adesione. Non ha dubbi Roberto Simonetti: «Sono sempre andato, da dieci anni a questa parte. Ho sempre preso parte alla manifestazione che si svolge a Donato. Anche quest’anno aderirò a questo momento di celebrazione della libertà, tema che sta a cuore alla Lega Nord. Credo giusto ricordare il sacrificio di chi, sessant’anni fa, ha combattuto per liberare il paese dai nazi-fascisti, senza dimenticare il ruolo degli americani e, soprattutto, strumentalizzazioni politiche». Sulla stessa lunghezza d’onda, il candidato sindaco di Biella per il centrodestra, Dino Gentile: «Sono sempre andato e andrò anche quest’anno. Credo nei valori della pace e della libertà. Ma pure nello spirito di fratellanza, quindi la festa del XXV Aprile non deve diventare un motivo di divisione, ma di fratellanza nazionale. Onore delle armi, quindi, anche a quei giovani che in buona fede combatterono per la patria, seppure dalla parte sbagliata». Certa l’adesione dei rappresentanti dei partiti del centrosinistra.

22 aprile 2009

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità