Festa degli alberi al Nuraghe Chervu

Festa degli alberi al Nuraghe Chervu
Eventi e Cultura 16 Novembre 2016 ore 08:22

BIELLA - In collaborazione con la Città di Biella, all’area monumentale di Nuraghe Chervu, verranno piantumate, domenica prossima a partire dalle 9,30, oltre 400 piantine messe a disposizione da Forestas, Agenzia forestale della Regione Autonoma della Sardegna, vivaio di Oristano, nello spirito della legge volto a sensibilizzare «le istituzioni scolastiche (che), in collaborazione con i comuni e le regioni e con il Corpo forestale dello Stato, mettono a dimora in aree pubbliche, individuate d'intesa con ciascun comune, piantine». 
Come di consueto, un piccolo ginepro verrà dedicato ad ogni nuovo nato nella comunità di Su Nuraghe. Lecci, corbezzoli, oleandri, ed altre specie botaniche con portamento cespuglioso andranno ad incrementare il giardino mediterraneo che sorge alle porte della città. Attraverso il Circolo culturale sardo e gli uffici dell’assessorato parchi e giardini di Biella, Forestas ha donato le piantine per i nuovi nati a Biella nel 2016, anche per favorire una giornata di educazione ambientale tra i giovanissimi nuovi cittadini. 

Scolari e studenti delle scuole di Biella sono già all’opera con i loro insegnanti, elaborando disegni, pensieri e scritti che verranno presentati durante la cerimonia di domenica 20 novembre. Una stele di beola di Domodossola, proveniente dalle cave di “Mario Filipeddu”, verrà dedicata “Ai nuovi nati”; sarà benedetta con il grano e con l’Acqua santa. Sulle note della banda musicale di Cossato, i carabinieri della Compagnia di Biella alzeranno il Tricolore, seguito dall’omaggio floreale ai Caduti sardi e ai Caduti biellesi della Grande Guerra di cui ricorre il 100° anniversario. 

BIELLA - In collaborazione con la Città di Biella, all’area monumentale di Nuraghe Chervu, verranno piantumate, domenica prossima a partire dalle 9,30, oltre 400 piantine messe a disposizione da Forestas, Agenzia forestale della Regione Autonoma della Sardegna, vivaio di Oristano, nello spirito della legge volto a sensibilizzare «le istituzioni scolastiche (che), in collaborazione con i comuni e le regioni e con il Corpo forestale dello Stato, mettono a dimora in aree pubbliche, individuate d'intesa con ciascun comune, piantine». 
Come di consueto, un piccolo ginepro verrà dedicato ad ogni nuovo nato nella comunità di Su Nuraghe. Lecci, corbezzoli, oleandri, ed altre specie botaniche con portamento cespuglioso andranno ad incrementare il giardino mediterraneo che sorge alle porte della città. Attraverso il Circolo culturale sardo e gli uffici dell’assessorato parchi e giardini di Biella, Forestas ha donato le piantine per i nuovi nati a Biella nel 2016, anche per favorire una giornata di educazione ambientale tra i giovanissimi nuovi cittadini. 

Scolari e studenti delle scuole di Biella sono già all’opera con i loro insegnanti, elaborando disegni, pensieri e scritti che verranno presentati durante la cerimonia di domenica 20 novembre. Una stele di beola di Domodossola, proveniente dalle cave di “Mario Filipeddu”, verrà dedicata “Ai nuovi nati”; sarà benedetta con il grano e con l’Acqua santa. Sulle note della banda musicale di Cossato, i carabinieri della Compagnia di Biella alzeranno il Tricolore, seguito dall’omaggio floreale ai Caduti sardi e ai Caduti biellesi della Grande Guerra di cui ricorre il 100° anniversario.