Menu
Cerca

Fedez flop, show di soli 30 minuti

Fedez flop, show di soli 30 minuti
Eventi e Cultura 16 Novembre 2015 ore 13:27

BIELLA - Piace o non piace, piace o non piace… piace, questo è indiscutibile, il rapper e discografico Federico Leonardo Lucia in arte Fedez che ha fatto registrare il pienone sabato sera, per la sua esibizione nella discoteca biellese Concept. Peccato che la serata non sia andata esattamente come si aspettava il suo pubblico di giovanissimi, dopo un ritardo sostanziale il rapper ha passato un’ora circa con i suoi fan per poi andarsene e lasciare tutti con l’amaro in bocca. Ad attenderlo, infatti, un’orda di ragazzini, genitori e bambini, tutti rigorosamente fan del cantante, che lo hanno voluto e votato scegliendo, infatti, di passare la serata con lui, anziché con J-Ax a seguito del sondaggio proposto da Imad Chtaibi titolare della discoteca e del locale “Jazz Club”. 

Il cantante fin dall’inizio ha scatenato l’entusiasmo degli ammiratori che già dalle 20.30 si sono trovati davanti ai cancelli della discoteca in Riva, aspettando con trepidazione il momento di entrare ed accaparrarsi il posto più vicino possibile al palco. Da quando sono state aperte le porte il pubblico non ha smesso di entrare fino a quando il locale si è quasi riempito. Tante le persone arrivate dalla provincia di Torino e di Milano e tanti i biellesi che hanno aspettato impazienti per ore che arrivasse il giudice di X-Factor. Nonostante il freddo e il ritardo sono rimasti ad attenderlo a centinaia sperando in una foto: tra questi mamme e bambini aggrappati alle transenne che, un po’ assonnati per l’ora tarda, mezzanotte e mezza, hanno gridato e urlato insieme agli altri «Ciao Fedez!» quando è arrivata la macchina con il rapper, senza però ottenere il riscontro sperato. 

Un plauso va all’organizzazione e alla sicurezza che ha gestito lo sconforto dei ragazzi rispondendo alle loro domande e rassicurandoli che il loro idolo sarebbe arrivato. Finalmente dopo un’estenuante attesa tra i cori e gli urli delle ragazzine, Fedez, comincia il dj set. Una mezzoretta di musica in cui l’artista ha cantato alcuni tra i suoi più grandi successi come “Cigno nero” e “Magnifico” e una mezzoretta di scatti con i fan. Ma  solo pochi hanno avuto l’occasione di mettersi in posa per magari poi appendere lo scatto in cameretta. Quindi, la serata è finita. I commenti all’uscita del locale erano tutti uguali: «Abbiamo pagato 25 euro per venire qui – racconta un gruppo di amiche – siamo riuscite a vederlo attraverso il video che abbiamo fatto con il cellulare, ci siamo fatte spintonare da tutti per fare una foto e non ci siamo neanche riuscite. Ci aspettavamo di più da lui». Alle 2.20, quindi, dopo averlo aspettato per due ore, i fan sono tortati a casa a bocca asciutta. Chissà se Fedez era consapevole che ad aspettarlo c’erano tanti bambini e tanti ragazzini, che lo hanno atteso per ore al freddo? Dato che se il target delle sue vendite rispecchia l’età media degli spettatori presenti al Concept, si aggira tra i 10 e i 20 anni.

Ramona Bellotto

BIELLA - Piace o non piace, piace o non piace… piace, questo è indiscutibile, il rapper e discografico Federico Leonardo Lucia in arte Fedez che ha fatto registrare il pienone sabato sera, per la sua esibizione nella discoteca biellese Concept. Peccato che la serata non sia andata esattamente come si aspettava il suo pubblico di giovanissimi, dopo un ritardo sostanziale il rapper ha passato un’ora circa con i suoi fan per poi andarsene e lasciare tutti con l’amaro in bocca. Ad attenderlo, infatti, un’orda di ragazzini, genitori e bambini, tutti rigorosamente fan del cantante, che lo hanno voluto e votato scegliendo, infatti, di passare la serata con lui, anziché con J-Ax a seguito del sondaggio proposto da Imad Chtaibi titolare della discoteca e del locale “Jazz Club”. 

Il cantante fin dall’inizio ha scatenato l’entusiasmo degli ammiratori che già dalle 20.30 si sono trovati davanti ai cancelli della discoteca in Riva, aspettando con trepidazione il momento di entrare ed accaparrarsi il posto più vicino possibile al palco. Da quando sono state aperte le porte il pubblico non ha smesso di entrare fino a quando il locale si è quasi riempito. Tante le persone arrivate dalla provincia di Torino e di Milano e tanti i biellesi che hanno aspettato impazienti per ore che arrivasse il giudice di X-Factor. Nonostante il freddo e il ritardo sono rimasti ad attenderlo a centinaia sperando in una foto: tra questi mamme e bambini aggrappati alle transenne che, un po’ assonnati per l’ora tarda, mezzanotte e mezza, hanno gridato e urlato insieme agli altri «Ciao Fedez!» quando è arrivata la macchina con il rapper, senza però ottenere il riscontro sperato. 

Un plauso va all’organizzazione e alla sicurezza che ha gestito lo sconforto dei ragazzi rispondendo alle loro domande e rassicurandoli che il loro idolo sarebbe arrivato. Finalmente dopo un’estenuante attesa tra i cori e gli urli delle ragazzine, Fedez, comincia il dj set. Una mezzoretta di musica in cui l’artista ha cantato alcuni tra i suoi più grandi successi come “Cigno nero” e “Magnifico” e una mezzoretta di scatti con i fan. Ma  solo pochi hanno avuto l’occasione di mettersi in posa per magari poi appendere lo scatto in cameretta. Quindi, la serata è finita. I commenti all’uscita del locale erano tutti uguali: «Abbiamo pagato 25 euro per venire qui – racconta un gruppo di amiche – siamo riuscite a vederlo attraverso il video che abbiamo fatto con il cellulare, ci siamo fatte spintonare da tutti per fare una foto e non ci siamo neanche riuscite. Ci aspettavamo di più da lui». Alle 2.20, quindi, dopo averlo aspettato per due ore, i fan sono tortati a casa a bocca asciutta. Chissà se Fedez era consapevole che ad aspettarlo c’erano tanti bambini e tanti ragazzini, che lo hanno atteso per ore al freddo? Dato che se il target delle sue vendite rispecchia l’età media degli spettatori presenti al Concept, si aggira tra i 10 e i 20 anni.

Ramona Bellotto