la storia

Danza per la Lilt in memoria della nonna morta di Covid

La performance della ballerina di Valdilana Arianna Quartesan.

Danza per la Lilt in memoria della nonna morta di Covid
Biella Città, 15 Luglio 2020 ore 19:29

La performance della ballerina di Valdilana Arianna Quartesan per la Lilt

Prevenire è Vivere: un video girato alla Lilt

Prevenire è Vivere: è lo slogan che, da sempre, accompagna Lilt Biella nella sua lotta quotidiana contro i tumori. Per arrivare prima della malattia, batterla sul tempo e accompagnare le persone che hanno superato la malattia in un percorso di recupero fisico e psicologico. Perché, la Vita vale più di ogni altra cosa, anche se a volte ci riserva momenti difficili. Proprio come nel testo della canzone di Vasco Rossi “Vivere” che la ballerina biellese Arianna Quartesan ha scelto come colonna sonora della sua ultima  performance dedicata alla nonna che non c’è più morta per Covid. Una performance che si è tradotta in un video, interamente girato all’interno di Spazio Lilt, che la ballerina biellese ha voluto regalare a Lilt Biella per celebrare la Vita, in ogni sua sfumatura.

I compagni che l’hanno accompagnata nell’avventura

Ad accompagnarla in questa avventura in cui ha realizzato, interpretato e curato la coreografia: Enzo Calafatello: in arte Kall Senders per l’arrangiamento musicale del brano, e per avere suonato l’arpa laser che appare nel video; Alessandro Serpe: interprete del brano; Matteo Seriolo: wedding videographer, regia e produzione; Diego Miscioscia: fotografia e reportage; Francesco Gottardo: mixing e mastering.

IL SERVIZIO E L’INTERVISTA DOMANI CON ECO IN EDICOLA

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno