Cossato, le Sandrelli “battezzano” il Comunale

Cossato, le Sandrelli “battezzano” il Comunale
Eventi e Cultura 28 Settembre 2016 ore 12:50

COSSATO – Se Biella brilla, Cossato non dorme e presenta una stagione (sempre più del Contato del Canavese) in cui, a parte la convivenza all’Odeon con “Vacanze romane” e “Le olimpiadi del 1936” , propone alcune messe in scena molto interessanti come, con “Il bagno”:  l’incontro a teatro tra Sandrelli Stefania madre e Sandrelli Amanda figlia (sua e di Gino Paoli), ma anche il gioco delle parti quando è di scena l’amicizia.

Straordinario è poi l’arrivo di “Leo”, in cui Tobias Wegner sfida le acrobatiche leggi della gravità e irrompe con una stravagante energia comica che coinvolge il pubblico portandolo in un circo immaginario. Come “Il bagno”, anche “Due donne che ballano” parla di donne, ma qui sono le solitudini e le differenze a riempire la scena. Una giovane badante e un’anziana signora devono convivere negli stessi spazi, ancorate a necessità, diverse e opprimenti. Ma ballano… e allora tutto può accadere. “Il borghese gentiluomo” di Moliére offre a Emilio Solfrizzi il testo ideale per la sua simpatica comicità e “Quei due” con Massimo Dapporto e Tullio Solenghi, crea una nuova coppia, che riprende Michel Serrault e Ugo Tognazzi de “Il vizietto” e i temi dell’amore e dell’omosessualità. Il balletto di Milano, che al Sociale di Biella chiuderà il 2016 con un Gran gala della danza dal titolo “Il fuoco della Georgia”, a Cossato si ispira a Lev Tolstoi e alle musiche di Ciaikovsky per raccontare in punta di piedi l’amore disperato di “Anna Karenina “.

Le domeniche, dopo l’avvio con un classico dell’operetta qual è “Cin Ci la”, si tingono dei toni regionali e di una comicità che parla in piemontese, mentre per famiglie a teatro, dopo una serie di film d’animazione che a Natale  porteranno i bambini al Comunale, arriverà “Giannino e la pietra nella minestra”, uno spettacolo, sempre dedicato ai bambini, di Franca Bonato di Arcipelago Patatrac. Un servizio navetta gratuito verrà attivato sia per permettere al pubblico cossatese di poter assistere ai due spettacoli che all’Odeon condivide con Biella sia alla stagione cabaret con Pintus, Giacobazzi e, come ormai da anni, alla sarabanda de I Legnanesi.

Martedì  11 ottobre si possono rinnovare gli abbonamenti confermando il posto dalle 10 alle 12,30 al Teatro Comunale, il 12 ottobre alla Libreria Arcadia; sempre all’Arcadia il 19 e il 20 ottobre si può rinnovare cambiando posto; da martedì 2  a venerdì 25 novembre il via ai nuovi abbonamenti. Info Teatro Comunale tel. 015.93899; Libreria Arcadia tel. 015.927148; Il Contato del Canavese tel. 0125.641161.        

R.I.

COSSATO – Se Biella brilla, Cossato non dorme e presenta una stagione (sempre più del Contato del Canavese) in cui, a parte la convivenza all’Odeon con “Vacanze romane” e “Le olimpiadi del 1936” , propone alcune messe in scena molto interessanti come, con “Il bagno”:  l’incontro a teatro tra Sandrelli Stefania madre e Sandrelli Amanda figlia (sua e di Gino Paoli), ma anche il gioco delle parti quando è di scena l’amicizia.

Straordinario è poi l’arrivo di “Leo”, in cui Tobias Wegner sfida le acrobatiche leggi della gravità e irrompe con una stravagante energia comica che coinvolge il pubblico portandolo in un circo immaginario. Come “Il bagno”, anche “Due donne che ballano” parla di donne, ma qui sono le solitudini e le differenze a riempire la scena. Una giovane badante e un’anziana signora devono convivere negli stessi spazi, ancorate a necessità, diverse e opprimenti. Ma ballano… e allora tutto può accadere. “Il borghese gentiluomo” di Moliére offre a Emilio Solfrizzi il testo ideale per la sua simpatica comicità e “Quei due” con Massimo Dapporto e Tullio Solenghi, crea una nuova coppia, che riprende Michel Serrault e Ugo Tognazzi de “Il vizietto” e i temi dell’amore e dell’omosessualità. Il balletto di Milano, che al Sociale di Biella chiuderà il 2016 con un Gran gala della danza dal titolo “Il fuoco della Georgia”, a Cossato si ispira a Lev Tolstoi e alle musiche di Ciaikovsky per raccontare in punta di piedi l’amore disperato di “Anna Karenina “.

Le domeniche, dopo l’avvio con un classico dell’operetta qual è “Cin Ci la”, si tingono dei toni regionali e di una comicità che parla in piemontese, mentre per famiglie a teatro, dopo una serie di film d’animazione che a Natale  porteranno i bambini al Comunale, arriverà “Giannino e la pietra nella minestra”, uno spettacolo, sempre dedicato ai bambini, di Franca Bonato di Arcipelago Patatrac. Un servizio navetta gratuito verrà attivato sia per permettere al pubblico cossatese di poter assistere ai due spettacoli che all’Odeon condivide con Biella sia alla stagione cabaret con Pintus, Giacobazzi e, come ormai da anni, alla sarabanda de I Legnanesi.

Martedì  11 ottobre si possono rinnovare gli abbonamenti confermando il posto dalle 10 alle 12,30 al Teatro Comunale, il 12 ottobre alla Libreria Arcadia; sempre all’Arcadia il 19 e il 20 ottobre si può rinnovare cambiando posto; da martedì 2  a venerdì 25 novembre il via ai nuovi abbonamenti. Info Teatro Comunale tel. 015.93899; Libreria Arcadia tel. 015.927148; Il Contato del Canavese tel. 0125.641161.        

R.I.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli