Eventi e Cultura
FINE SETTIMANA

Cosa fare a Biella e provincia: gli eventi del weekend (6 e 7 agosto 2022)

Sono previsti spettacoli, mostre, visite guidate e apertura siti storici. Ma soprattutto la fanno da padrone le feste in Campra e a Brovato. Ecco alcuni suggerimenti.

Cosa fare a Biella e provincia: gli eventi del weekend (6 e 7 agosto 2022)
Eventi e Cultura Biella Città, 07 Agosto 2022 ore 07:00

Sono previsti spettacoli, mostre, visite guidate e apertura siti storici. Ma soprattutto la fanno da padrone le feste in Campra e a Brovato, il Ferragosto Andornese e la Festa della Madonna della Neve. Ecco alcuni suggerimenti.

Cosa fare a Biella e nel Biellese

Qui una selezione di eventi tratti dall’edizione di giovedì scorso di Eco di Biella, che ogni settimana propone la sezione Eco Week con gli eventi fissati a Biella, nel Biellese e nelle provincie limitrofe.

Le feste

E’ qui la festa? La 46ª edizione di “Arci Brovato è... la festa!” ha debuttato e andrà avanti fino a lunedì a Valle San Nicolao, con un programma che giovedì propone lo show dei Divina (piatti del giorno: polenta e baccalà, stinco); venerdì, Gigi L’Altro - Tribute show (per cena pulled pork e fritto di pesce), sabato il dance party “I love Formentera” (con fritto di pesce e polenta e tapulun) e domenica il tributo a Max Pezzali e agli 883 da parte dei “Sempre noi” (dalla cucina: trippa in umido e tagliata). In chiusura, lunedì, la festa ospiterà uno schiuma party fluo, accompagnato, per cena, da polenta e salsiccetta (info: tel.: 347-4877199).

Le altre feste. Prosegue, invece, a Graglia, la Sagra della Madonna di Campra. Il programma messo a punto dalla Pro loco prevede giovedì la corsa podistica “Trofeo Siletti” (ore 19.30), alle 19.40 la cena a base di fagioli alla messicana e grigliata mista e, dalle 21.30, una serata rock & roll e rockabilly ‘50 con Carolina Reapers. Venerdì, festa della Madonna di Campra, la giornata si aprirà alle 4.30 con la celebrazione della messa dell’alba. Seguiranno, distribuzione della polenta concia (ore 11.45), grigliata mista (ore 19.30) e musica con la discoteca Energia (ore 21.30). Sabato si potrà cenare con le specialità di pesce e la grigliata mista (ore 19.30), e danzare sulle note dell’orchestra spettacolo Free Music (ore 21.30), in attesa del gran finale, domenica, che proporrà il “Trattoraduno”, con il raduno e l’esposizione, a partire dalle 11, nell’area feste, di trattori d’epoca e non. Alle 12.30 si terrà il pranzo campestre aperto a tutti (prenotazioni entro sabato al 351-5598026), mentre alle 19.30 il piatto forte della cena sarà la gigliata mista. I brani selezionati dalla discoteca “Dj Ciucky” (dalle 21.30), infine, caratterizzeranno l’ultimo atto della 34ª edizione della manifestazione (info: https://prolocograglia.com).

Continuano anche gli appuntamenti di “Agosto a Callabiana”, che giovedì si prepara a ospitare, alle 22, il concerto non più di Fiordaliso (saltato per motivi di salute), ma di Maurizio Vandelli. La serata gastronomica di sabato vedrà in tavola il caciucco e quella di domenica il fritto misto alla piemontese. Tutte le sere, dopo cena, danze con la discoteca mobile Number One (il programma dettagliato sul sito: www.prolococallabiana.it).

Nuove date al parco La Salute di Andorno Micca per il “Ferragosto andornese”, che tutte le sere offre servizio bar e ristoro a partire dalle 18. Questo il programma fino a domenica: giovedì serata danzante con la Alex Biondi Band, venerdì a tutto rock blues con i Six Wheel Drive, sabato tributo a Vasco Rossi con la Rocketti Vasco Tribute Band e domenica pomeriggio, dopo il pranzo, tradizionale festa dei bambini con i clown (info: tel.: 366-4046428 o 333-9242959).

Si svolgerà invece da venerdì a lunedì, nell’area attrezzata di frazione Bornasco, a Sala Biellese, la Festa patronale Madonna della Neve, organizzata dall’Arci Amici Bornasco. A inaugurarla sarà la camminata non competitiva di 8 chilometri con partenza alle 19.15 e ritrovo alle 17 al padiglione delle feste. Dopo cena (il menu propone, tra l’altro, fritto di pesce e grigliata di carne), via alla “Serata giovani”, con Midnight Express powered by Eporadio. I canti de “Le nostre valli” saranno i protagonisti della serata di sabato (ore 21.30), mentre domenica il ricco programma prevede il 5° raduno di auto e moto d’epoca, il pranzo Madonna della Neve (ore 12.30), la gara di bocce quadre (ore 15.30) e la musica del duo Giorgio Moreno, con la partecipazione di Bruno dei Gemini (ore 21.30). La patronale si concluderà lunedì con la tradizionale cena a base di panissa e coregone (prenotazioni: tel.: 348-8459750 o 333-8575393 ) e con la musica di Claudio Abada.

Eventi vari

Un legame tra passato, futuro e la sfrenata passione per il collezionismo delle Famiglie Lastrato-Scagnolato hanno reso possibile l’esposizione “A grande velocità... ricominciamo a giocare”, mostra nostalgica di giocattoli dai primi XX del secolo agli anni Sessanta del ‘900. Ancora oggi alcuni dei giocattoli in mostra vengono riprodotti in chiave moderna con materiali innovativi, ma il fascino del giocattolo del passato resta e lo esprime ogni suo componente: il materiale, la sagoma e, a vederli oggi, anche l’usura. L’importanza del gioco nel tempo non è mai venuta meno e da sempre sviluppa le potenzialità intellettive, affettive e relazionali. C’è bisogno di spensieratezza, e la Fondazione Emanuele Cacherano di Bricherasio ne offre l’occasione. Ancora sabato e domenica, nella sede della fondazione (via G.B. Bricherasio, 2), in frazione Morzano, a Roppolo, si potrà tornare bambini tra arte, automobili a pedali, cavalli a dondolo, sci e slittini, pattini e monopattini, carrozzine, tricicli, biciclette e tanto altro (nella foto due pezzi in mostra).
La mostra sarà visitabile dalle 10 alle 12, dalle 16 alle 18 e dalle 21 alle 22; possibilità di visita con accesso libero e su prenotazione per gruppi di almeno 10 persone. Info: tel.: info@fondazioneemanuelebricherasio.org.

Sono due gli appuntamenti a fare da corollario alle due repliche della “Passione” - le ultime prima di Ferragosto - in programma nel fine settimana, venerdì e sabato, alle 21, all’anfiteatro “Giovanni Paolo II” di Sordevolo.
Alle 21 di questa sera, giovedì, nella scenografia creata per la rappresentazione, a esibirsi nel secondo appuntamento della rassegna musicale “Concerti con Passione” sarà la Freddie Band, che proporrà tutti i maggiori successi dei Queen. Ospite del gruppo, il coro Noi Cantando, che arricchirà le parti corali dei brani in scaletta. Il biglietto (5 euro) potrà essere acquistato direttamente in loco a partire dalle 18 e darà diritto a uno sconto sull’acquisto di un biglietto di categoria “Primi posti” o “Secondi posti” per assistere alla “Passione”.
Da Sordevolo a Campiglia Cervo dove, sul sagrato del Santuario di San Giovanni d’Andorno, domenica alle 18 (al termine della messa delle 17) verrà messa in scena la rappresentazione “La Passione raccontata attraverso gli occhi e le parole di Maria, la Madre - Scene tratte dalla rappresentazione della Passione di Sordevolo”. Il testo recitato da alcuni degli attori di questa edizione sarà quello cinquecentesco della “Passione” di Sordevolo in sestina endecasillaba. Saranno utilizzati i costumi e le musiche della “Passione” e verranno proposte tre significative scene: il saluto di Cristo alla Madre, l’incontro di Giovanni con la Madre, l’inno alla Resurrezione intonato dalla Maddalena.

Tanti gli appuntamenti del fine settimana al santuario mariano. Giovedì, alle 21, in Sala Frassati, Alberto Conte, fondatore dell’associazione Movimento Lento, presenterà “Il Cammino di Oropa”. Sempre in Sala Frassati, venerdì, alle 21, saranno Carlo Maria Zorzi e lo storico Fabrizio Dassano a presentare “Andar per Santuari alla ricerca della voce. Storie di miracoli e analogie nei luoghi sacri alpini tra Biellese e Canavese”. Sabato alle 15 si terrà la visita guidata alla Basilica Superiore, con salita alla cupola (ritrovo alla Basilica Superiore); in serata (ore 21), poi, spazio alla visita guidata sotto le stelle, a cura della guida Fabrizio Gremmo, e al concerto d’organo in Basilica Antica con l’organista Sebastiano Domina (ritrovo ai cancelli). Domenica, infine, ancora visite guidate: alle 11 al Santuario, al Museo dei Tesori e agli Appartamenti Reali dei Savoia (ritrovo allo chalet info turistiche davanti ai cancelli), e alle 14.30 e alle 16 alla cupola della Basilica Superiore (ritrovo alla Basilica Superiore, lato ingresso a sinistra). Info (anche per le quote di partecipazione e per le prenotazioni, se previste): telefono: 015-25551200.

Pioggia di stelle a Ponderano. Venerdì nella chiesa parrocchiale di San Lorenzo si svolgerà il tradizionale concerto “Pioggia di stelle”: protagonista la flautista Anna Ratti, classe 1997, del Conservatorio di Lugano, accompagnata all’organo dal maestro Beniamino Calciati e dal baritono Pier Antonio Rasolo.

Si visita il Piazzo. Secondo appuntamento con le visite guidate del ciclo “Alla scoperta di Biella, Città Crea(t)tiva”, organizzato dall’associazione culturale Discovery Alto Piemonte con il sostegno del Comune di Biella. Domani, venerdì, si visiterà il borgo medievale del Piazzo. Ritrovo giovedì alle 17 in piazza Curiel, nei pressi della stazione di partenza della funicolare-ascensore. L’itinerario, della durata di 2 ore circa, include la visita a Palazzo La Marmora, il cui biglietto di ingresso andrà pagato in loco (la partecipazione alla visita guidata è gratuita). Info e prenotazioni: 333-8623573 e 331-9545656 (WhatsApp); e-mail: biella@discoveryaltopiemonte.it.

Casa della Resistenza. Sabato dalle 20.30 alle 23, la Casa della Resistenza di Sala Biellese organizza l’escursione guidata notturna lungo il percorso di 3,3 chilometri del Museo itinerante della Resistenza, con ritrovo/partenza dalla Casa della Resistenza, in via Ottavio Rivetti, 5. Per partecipare è obbligatorio iscriversi. La quota di iscrizione è di 5 euro e comprende una bottiglietta d’acqua da mezzo litro, una confezione da due Torcetti di produzione locale e una mini-guida della Resistenza biellese. Info e prenotazioni: tel (dopo le 19) e WhatspApp: 340-9687191; e-mail: museoresistenzasala@gmail.com.

Musiche nel Bosco. Un’orchestra che suona nel bosco, 20 musicisti e 3 direttori che incantano il pubblico, circondati dalla quinta naturale della Cascina Caruccia. E’ un appuntamento molto speciale quello che Oasi Zegna presenta al pubblico sabato dalle 18 alle 19 (ingresso gratuito) con “Obiettivo Orchestra”. Titolo del concerto è “Musiche nel Bosco”, evento organizzato in qualità di direttore artistico da Enrico Carraro, prima viola del Teatro Regio di Torino. Nel programma brani celebri come il “Dumbarton Oaks” (“Le Querce di Dumbarton”) di Stravinskij, la Sinfonia 29 di Mozart in la maggiore e, infine, “Le due invenzioni per Orchestra” di Bettinelli. Info: tel.: 340-1989593.

Costruiamo la speranza. Sabato alle 21.15, nel salone polivalente di Vergnasco, verrà presentato il libro “Costruiamo la speranza”, con riflessioni e letture. Parteciperanno gli amici della Carrozza Bianca - Oftal Biella, padre Dimitri e gli amici del Centro “Madre Teresa” di Gevgelija, dalla Macedonia del Nord. Le offerte raccolte per l’acquisto del libro saranno devolute all’associazione Piccolo Fiore per sostenere i progetti socio-educativi della Domus Laetitiae di Sagliano Micca.

Il Giardino Botanico di Oropa è aperto tutto agosto, e domenica alle 15 proporrà una visita guidata al sito inclusa nel costo del biglietto. Info: tel.: 015-2523058.

Laboratorio di terracotta. Domenica 7 e domenica 21 agosto l’Ecomuseo della Terracotta di Ronco Biellese propone un corso di Ceramica Raku. Il laboratorio di questa prima domenica prevede, dalle 15 alle 17.30, la creazione guidata e libera di manufatti in argilla semirefrattaria destinati alla cottura Raku; a seguire è in programma la visita guidata del sito e del laboratorio. L’iniziativa si concluderà il 21 agosto dalle 14.30 alle 18.30, con la smaltatura e la cottura dei manufatti realizzati nel primo appuntamento. Info e prenotazioni: tel.: 340-7090186;

Domenica in alpeggio. La vita d’alpe, le tradizioni della montagna, i cicli della natura, gli animali al pascolo, i riti della lavorazione del formaggio. L’Alpe Moncerchio e la Cascina Pilota partecipano all’iniziativa “Domeniche in alpeggio”, una serie di appuntamenti, da giugno a settembre, in cui il territorio si trasforma in un ecomuseo a cielo aperto dove toccare con mano la cultura viva dei territori, l’eredità dei saperi e lasciarsi contagiare dalla passione che consente agli alpigiani di portare avanti le antiche tradizioni. La nuova “visita guidata” è in programma domenica. Info e prenotazioni: tel.: 392-5033701 (Alpe Moncerchio) o 347-914 8768 (Cascina Pilota).

Torneo di pallavolo. Domenica, a partire dalle 15, al borgo di San Lorenzo, a Mongrando, si disputerà un torneo di pallavolo 3 vs 3 con squadre miste (una donna sempre in campo). L’iscrizione costa 15 euro a squadra e sono previsti premi ai primi tre classificati. Sarà attivo un servizio bar con panini caldi, patatine, birra e bibite. Info e iscrizioni entro domani: WhatsApp 345-8125051 oppure 333-4304253.

Spettacoli e festival

La due giorni che si terrà a Miagliano, sabato 6 e domenica 7 agosto, è uno degli eventi che faranno della Valle Cervo il fulcro delle proposte sul territorio di questi giorni. In questo caso, la due giorni è frutto della collaborazione tra due associazioni di promozione sociale Amici della lana e Storie di Piazza, che condividono da molti anni lo spazio creativo offerto dal Lanificio “Botto” di Miagliano.
Sabato, alle ore 21, Marco Gobetti, attore, regista e drammaturgo, tornerà proprio a Miagliano, nell’anfiteatro P408, con uno spettacolo evocativo, le 130 repliche de “Il nome della rosa” con il suo Teatro di riciclo. Si tratta di uno spettacolo monumentale, che andò in scena in molti teatri d’Italia nella stagione 2017/2018, con la regia di Leo Muscato e prodotto dai Teatri Stabili di Torino, Genova e del Veneto. La visita-concerto: proprio nel fine settimana, inoltre, farà tappa a Miagliano la rassegna “Suoni in movimento”. Domenica, il Lanificio sarà dunque teatro di un concerto per la Rete Museale Biellese. Info. Per lo spettacolo di Marco Gobetti, ingresso a 10 euro e prenotazioni al 351/8862836.

Per il suo dodicesimo appuntamento, la rassegna “Suoni in movimento” si sposta a Miagliano domenica, 7 agosto, e precisamente al Lanificio Botto e villaggio operaio, per omaggiare la grande tradizione cantautorale genovese. Una tradizione che, esattamente come la cornice che ospiterà il concerto, molto spesso parla di lavoro e di povera gente. In programma alle ore 16.30, “Luigi, Faber & Genova - Tenco, De André e una grande città mediterranea”. Si tratta di un recital di e con Elena Buttiero (pianoforte) e Ferdinando Molteni (voce, chitarra e narrazione), tratto dai libri dello stesso Molteni “Controsole, Fabrizio De André e Crëuza de mâ” (Arcana) e “L’ultimo giorno di Luigi Tenco” (Giunti Editore). Lo spettacolo, ora, e i libri poi, prendono le mosse da un monologo teatrale che Molteni ha scritto per l'attore Roberto Tesconi nel 2013. Info. Alle ore 15.30, prima del concerto, sarà possibile fare una visita guidata del sito accompagnati dalle guide della Rete Museale Biellese. Biglietti: intero 8 euro, ridotto 5, gratuiti per minori di 12 anni. Prenotazione del posto entro le ore 12 del giorno del concerto via sma o WhatsApp al 370-3031220 o per e-mail a segreteria@nuovoisi.it

Dopo l’esordio a San Giovanni il "Bürsch festival 2022" prosegue con due eventi questo fine settimana lungo l’itinerario agostanio di 11 tappe alla scoperta del Barocco in valle. A Gliondini, frazione appena sotto San Giovanni d’Andorno, domani, venerdì, all’Oratorio S. Mauro la conferenza prevista è a cura di Anna Bosazza sul Barocco in frazione e lo spettacolo di Teatrando riguarderà la storia di “Giovanni Antonio Cucchi e la modernità”. Siamo a Gliondini, oggi. L’anima del famoso pittore Cucchi, nato qui nel 1690 e morto a Milano nel 1771 (noto per aver affrescato i più bei palazzi lombardi dell’epoca), dal Purgatorio scende fra i vivi e incontra per la prima volta da secoli l’anima di sua moglie Lucia, che era in Paradiso. Lei, che ha beneficiato dell’onniscienza dei beati sa tutto di ciò che è accaduto nel mondo dei viventi, mentre lui ignora tutto. Il dialogo, naturalmente immaginario, tocca alcuni aspetti reali della vita dei due, ma ipotizza anche quanto potrebbero dire del nostro operato e del mondo gliondinese di oggi se davvero fosse data loro l’occasione. A seguire musica barocca con Edoardo Tritto alla chitarra.
A Miagliano la terza tappa è domenica in Chiesa parrocchiale. La conferenza “Il Barocco a San Giovanni d’Andorno” è a cura di Barbara Caneparo.
Lo spettacolo di Teatrando su “Feudalità tardiva e faticosa”: siamo a Miagliano, nel 1606, quindi all’inizio dell’epoca barocca. La Comunità miaglianese è sempre stata inquieta e poco docile al potere feudale dei conti Bertodano, iniziato nel 1422. Ogni occasione era buona per discutere, per mettere in dubbio, per tentare di ottenere condizioni di amministrazione - soprattutto fiscale - migliori di quelle imposte dai patti di infeudazione. Così, in quel 1606, gli uomini di Miagliano si trovarono nella condizione di dover giurare fedeltà al loro nuovo signore, Giacomo Ludovico Bertodano, ma naturalmente c’erano aspetti da chiarire, questioni da definire, situazioni da rivedere… Ovviamente non fu possibile mettersi d’accordo, quindi si andò per tribunale… Una feudalità ormai tardiva, ma ancora faticosa. Un miaglianese e un immaginario soldato di ventura tedesco (uno dei tanti arruolati in Piemonte a quei tempi), al servizio del conte Bertodano, scambiano i rispettivi punti di vista su quanto sta avvenendo all’interno della casa comunale. Essendo il soldato di ventura effettivamente tedesco, sarà presente una “traduzione simultanea”... Seguirà musica barocca con Angelo Comotto (concerto d’organo) ed Enrico Iviglia (tenore).

La superficie e la forza di un’identità che nasce sulla linea di confine. Sono queste le tematiche sulle quali verte l’edizione 2022 del “Piedicavallo Festival”, quest’anno suddivisa in tre sezioni. Queste sezioni si riaussomo così: Fortepiano, la sezione di musica classica in corso che si è aperta ieri, mercoledì 3 agosto, e continuerà fino al 10 agosto; a seguire, Pietre, sezione di musica percussiva ed elettronica dal 18 al 21 agosto; infine, Simbiosi, residenza artistica, anch’essa già avviata da lunedì 1° agosto e che si chiuderà il 21 del mese. Ecco gli eventi in programma fino a questa domenica: oggi giovedì, ore 21 Teatro Regina Margherita a Piedicavallo, “Vers la Flamme: Chopin, Liszt, Skrjabin, Rachmaninov” con Elia Frittelli e Giorgio Paolo Nicita al pianoforte.
Domani, venerdì, ore 11.30 Rifugio Madonna Della Neve a Rosazza, “Recital: Bach, Sargenti, Jappelli”, con Leonardo De Marchi, alla chitarra. Sempre domani, ore 17 Tempio Valdese di Piedicavallo, “Scarlatti e Mozart” con Carlo Mascheroni al fortepiano e, ore 21 Teatro Regina Margherita di Piedicavallo, “Il pianista del Re: omaggio a Giuseppe Unia (1818-1871)”, con Massimiliano Genot al fortepiano.  Sabato invece, ore 11 Circolo di Rosazza, si terrà “Rosazza: in occasione del 13esimo anniversario del clavicembalo ben temperato. Bach, Mozart, Beethoven”, con Gianmaria Bonino al fortepiano. Alle 18, Ruers Piedicavallo, il simposio. aperto al pubblico. Infin, domenica, ore 11 Tempio Valdese di Piedicavallo, “La scuola francese: Rameau, Balbastre, Duphly” con Carlo Mascheroni al fortepiano, e, ore 21 Teatro Regina Margherita, “Quartetto in sol minore K478: Mozart” con Kim Hye-Jin, violino, Andreas Willwohl, viola, Alessandro Natali, violoncello, e Riccardo Bisatti al pianoforte. Info: 335-8062649 oppure scrivi@piedicavallofestival.com

Proseguono gli appuntamenti nel secondo fine settimana all’insegna del “Festival di Musica Antica” di Magnano. Quello di domani, venerdì 5 agosto, e sabato, 6 agosto, sarà un “Viaggio musicale nell’Irlanda e nella Scozia del diciottesimo secolo”. A esibirsi, nella chiesa romanica di San Secondo alle ore 21, Ilekta Platiopoulou (in foto) & The Curious Bards. Con la mezzo-soprano, ci saranno Alix Boivert, violino barocco; Sarah van Oudenhove, viola da gamba; Bruno Harlé, fluti; Louis Capeille, arpa, e Jean-Christophe Morel, alla cetra. Dal 2015, The Curious Bards riunisce i cinque strumentisti, «bardi dei tempi moderni», provenienti dai Conservatori di Lione, Parigi e Basilea. Prenotazione dei posti sul sito del festival.

Mostre

Candelo, Crime festival. Prorogata la mostra all’interno del Ricetto fino alla fine di agosto: l’allestimento che accompagna i visitatori tra crimini e criminali, fulcro del “Candelo Crime Festival” prende spunto da una ricorrenza particolarmente importante per la storia della criminologia: il 2022 è infatti il 150° anniversario dalla scoperta che permise a Cesare Lombroso, considerato per antonomasia il primo criminologo, di spiegare cosa, secondo le proprie ipotesi, spinge certi soggetti verso la violenza e l’aggressività. La mostra parte proprio da un interessante spaccato degli studi lombrosiani, che include strumenti, scritti, immagini e rari manufatti originali dell’epoca. Info: sabato e domenica ore 10-13 e 14-18, ingresso libero.

Verrone, le opere di Pierozzi. Fino al 31 agosto al Castello Vialardi di Verrone (via Castello 6, interno corte) visitabile la mostra “Mille Sfumature di Blu”, dedicata alle opere - di Tiziana Pierozzi, artista biellese - che hanno come tema dominante il paesaggio natale. Info: da lunedì a sabato ore 11-12.30, domenica ore 14.30-18.30.

Guardabosone, artisti pionieri. In paese la seconda edizione di “Artisti pionieri” con le opere nell’itinerario all’aperto di Cristina Suravi Micheletti, Elena Radovix, Antonella Colombi, Gabriella Dusio, Pietro Chiodo e Luciano Maron Pot.

Biella, la Passione di Burato. Allo Spazio Cultura della Fondazione Crb, in via Garibaldi 14, in corso “La Passione di Sordevolo - Biblia Pauperum” con 19 immagini e un video dal libro (Botalla Editore) di Claudio Burato. Info: fino al 28 agosto, a luglio lunedì-venerdì ore 10.30-12.30 e 16-17.30, sabato e domenica 16-19, ingresso libero.

Sordevolo, Phygital Exhibition. Alla chiesa di Santa Marta-Museo della Passione, è in corso la mostra Phygital Exhibition, curata dal Dipartimento di Architettura e Design del Politecnico di Torino. Gli architetti e designer del Politecnico di Torino, ripercorrendo i 200 anni di storia della Passione, hanno curato la ricostruzione digitale in 3D del suo allestimento scenografico, e completato il restyling del museo. Info: www.passionedisordevolo.com alla voce “chi siamo”, “museo”. Ingresso 2 Euro.

Sordevolo, Passione dell’anima. Doppia mostra personale di Bruno Beccaro e Massimo Premoli a Sordevolo in parallelo alle date di rappresentazione della “Passione”: Beccaro con “La passione dell’anima”, Premoli con “Copiare il vero, inventare il vero”. Info: fino al 25 settembre, aperta nelle due ore che precedono ogni rappresentazione della Passione nella palestra della Scuola comunale, a fianco dell’anfiteatro Giovanni Paolo II.

Biella, Open Space. L’evento “Open Space” a Palazzo Ferrero propone le mostre personali di Luciano Pivotto “Reality, economie”a cura del figlio Andrea Pivotto, “Laghi e palafitte del Piemonte”, a cura di Alberto Zola con fotografie di Fabrizio Lava e testi dello stesso Zola e di Elena Poletti, e la mostra “Afghanistan, Prima”, fotografie di Marco di Castri, a cura di Associazione Pericle, 40 fotografie scattate nel 1977. Info:: fino all’11 settembre sabato e domenica ore 10-19, ingresso 5 euro.

Oropa, Le pieghe dell’anima. Arte contemporanea e spiritualità si incontrano nell’inedito contesto di “Le pieghe dell’anima” con nove opere monumentali in acciaio di Daniele Basso che sono esposte al Santuario di Oropa. Info: accesso libero fino al 18 settembre.

Pray Biellese, Marciandi fotografo. Alla “Fabbrica della ruota” di Pray (regione Vallefredda) in corso la mostra “Matteo Marciandi, fotografo per passione”, curata dal DocBi. Info: fino al 25 settembre tutte le domeniche ore 14.30-18.30. Ingresso 3 euro.

Biella, Diocesi 250 anni. Il Museo del Territorio Biellese ospita una mostra (ingresso gratuito) che abbraccia due secoli di storia religiosa e civile e racconta il dialogo tra Chiesa, clero e comunità: “I 250 anni della Diocesi di Biella”. Info: fino al 18 settembre, giovedì ore 10-14; venerdì 14-18, sabato, domenica e festivi 10-18.

Valdilana, L’altra forma delle cose. “L’altra forma delle cose (AAS47692/Picea abies)” è in corso a Casa Zegna a Trivero con l’esplorazione del suo territorio di appartenenza, l’Oasi Zegna, guardandola attraverso la lente della contaminazione tra diversi saperi e discipline a cura dell’artista Emilio Vavarella. Info: fino al 13 novembre, tutte le domeniche ore 11-17, ad agosto aperta tutti i giorni, ingresso 5 euro.

Ronco Biellese, l’arte del Kintsugi. “Kintsugi, la cura della fragilità”: mostra di opere in ceramica di Chiara Lorenzetti all’Ecomuseo della Terracotta di via Roma 14. Kintsugi, -kin: oro, tsugi: riparare-, è una tecnica artistica ideata alla fine del 1400 da ceramisti giapponesi per riparare tazze tenmoku in ceramica per la cerimonia del tè. Le linee di rottura, unite con lacca urushi, sono lasciate visibili, evidenziate con polvere d’oro. Gli oggetti in ceramica riparati con l’arte Kintsugi, diventano vere opere d’arte: l’impreziosire con la polvere d’oro ne accentua la bellezza, rendendo la fragilità un punto di forza e perfezione. Info: fino al 18 settembre la domenica; visitabile anche su prenotazione: 340-7090186 - scuola.terre.ronco@gmail.com

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter