Eventi e Cultura
fine settimana

Cosa fare a Biella e provincia: gli eventi del weekend (5 e 6 novembre 2022)

Questo è il fine settimana di Ben Cuncià, con regina la polenta concia, e di Alto Gradimento, per gli amanti del vino. Ma non solo.

Cosa fare a Biella e provincia: gli eventi del weekend (5 e 6 novembre 2022)
Eventi e Cultura Biella Città, 06 Novembre 2022 ore 07:06

Questo è il fine settimana di Ben Cuncià, con regina la polenta concia, e di Alto Gradimento, per gli amanti del vino. Ma non solo.

Cosa fare a Biella e nel Biellese

Qui una selezione di eventi tratti dall’edizione di giovedì scorso di Eco di Biella, che ogni settimana propone la sezione Eco Week con gli eventi fissati a Biella e nel Biellese.

Stagione teatrale

“Biella in Scena” è pronta al grande inizio. La stagione teatrale, a cura dell’associazione culturale “Il Contato del Canavese” con il Comune di Biella, alzerà il sipario giovedì 3 novembre  alle ore 20.45 al Teatro Sociale “Villani”. E proporrà al pubblico lo spettacolo di danza della Parsons Dance di David Parsons. La compagnia americana, caposaldo della danza post-moderna made in Usa, unisce forza dirompente, acrobatica e comunicativa, teatralità e lavoro fisico che si trasforma in virtuosismo e leggerezza. Le musiche, invece, spaziano da Rossini e Mozart al jazz di Phil Woods e Miles Davis; dal leggendario musicista brasiliano Milton Nascimento a Robert Fripp, chitarrista e fondatore dello storico gruppo rock inglese King Crimson; dalla popolare musica della Dave Matthews Band alle celeberrime hit degli Earth, Wind & Fire. In anteprima europea, “Microburst”, il nuovo brano che ha debuttato al Joyce Theatre di New York, su musica classica indiana composta da Avirodh Sharma. E “Eight Women”, brano su musica di Aretha Franklin.
Biglietti da 22 a 30 euro, più diritti di prevendita. Disponibili da Cigna Dischi e Paper Moon a Biella e alla Tabaccheria Cencini a Cossato o sul sito del Contato.

Musica

Un programma dedicato a Giovanni Bottesini, probabilmente il più grande contrabbassista della storia, noto anche come il Paganini del contrabbasso. Questo il nuovo appuntamento targato Accademia “Perosi”, fissato per venerdì 4 novembre alle ore 20.45, a Palazzo Gromo Losa, a Biella Piazzo. La call per giovani talenti della musica, denominata "Serie Y" e indetta dalla Fondazione Perosi, è uno dei tasselli che arricchisce ancora di più i programmi e le attività legate alle proposte previste, dando largo spazio ai giovani. Mentre la call per il quartetto è ancora aperta, si è conclusa la selezione per la sezione contrabbasso. Ed è risultato vincitore e sarà, dunque, ospite della 46ma stagione concertistica il contrabbassista Gabriele Arborio (nella foto), con Valeria Vitelli.
Biglietti: intero a 10 euro, ridotto under 27 a 5 euro, ridotto under 13 a 1 euro. Biglietti in prevendita su Liveticket. Info tel.: 015-29040 o Whatsapp 335-1923881. Oppure sul sito del Perosi.

La società musicale “Banda Verdi” - Città di Biella ritorna sul palco del Teatro Sociale Villani. L’appuntamento è per venerdì 4 novembre, alle 21, in occasione dei festeggiamenti dell’Unità Nazionale e della Giornata delle Forze Armate. La direzione sarà affidata al maestro Massimo Folli, mentre la serata sarà presentata da Carlo Serra e Patrizia De Alberti. Il programma prevede, nella prima parte: “Il canto degli Italiani” di Michele Novaro e Goffredo Mameli (trascrizione di Fulvio Creux); “La leggenda del Piave” di Ermete Giovanni Gaeta; “Inno degli Alpini” di Eugenio Palazzi e Camillo Fabiano (arrangiamento di Mauro Rosi), un omaggio al Corpo degli Alpini per il 150° anniversario di fondazione e all’Associazione Nazionale Alpini - Sezione di Biella per il 100° anniversario di fondazione; “Gran Marcia op. 141” di Giuseppe Unia (arrangiamento di Valerio Semprevivo); “L’inutile strage”, fantasia su Canti della Grande Guerra di Sandro Montalto; e la marcia di Henry Fillmore “136° U.S.A. Field Artillery”.
Nella seconda parte, poi, verranno eseguiti: “Glasnost” (originale) di Dizzy Stratford; “Shrine of the fallen (Kiev 2014)”, originale, di Brian Balmages; “Pomp and Circumstance n.1” di Edward Elgar (arrangiamento di Henk van Lijnschooten); “Battle Hymn of the Republic” (tradizionale) di William Steffe; “Signore delle cime” di Giuseppe De Marzi (elaborazione di Fulvio Creux).

Eventi vari

Sono 28 i ristoranti, o meglio, i “risturant” che partecipano alla quinta edizione di “Ben Cüncià”, il primo festival diffuso della polenta concia che si svolgerà nel territorio biellese da domani a domenica. Anche quest’anno ce n’è veramente per tutti i gusti: dagli antipasti tipici della cucina biellese ai dolci più amati, passando per i piatti “di spessore” della tradizione. Sformatino di verdura con delicata bagna cauda, minestra di latte castagne e riso, lonzetta tonnata, crema di polenta al maccagno, spallotto di fassone stufato al Bramaterra con guarnizioni, tiramisù al gianduiotto, tortino alle castagne sono solo alcune delle tante specialità da gustare. Su tutte e su tutto, però, a dominare, incontrastata, sarà la regina della manifestazione: la polenta concia.

Sul sito si possono consultare i menu proposti da tutti i “risturant” aderenti e si può scegliere quello che si preferisce (si consiglia di prenotare in anticipo per permettere ai ristoratori di organizzarsi al meglio); in alcuni casi è anche previsto il servizio di asporto “pija e porta a cà”.
Tutti i menu hanno un prezzo fisso di 25 euro con rabbocchi di polenta concia a volontà, coperto, acqua e caffè inclusi. Per i bambini con meno di 10 anni è previsto il “Ben Cuncit”, un menu speciale a 10 euro, comprendente la polenta o la pasta al sugo, un dolce e una bibita.

Questi i “risturant” che partecipano alla quinta edizione della manifestazione: Al Bistrot Le Arti, Al chiostro dalla Vale, Cenoira, L’Osteria, Mash beer in brew pub, Sartoria, Villa Liberty by Bugella, Villa Boffo, 13900 Cocktail Bar (tutti di Biella); Trattoria Quadrifoglio (via Santuario di Oropa); Canal Secco Antico, Croce Bianca, Fornace, La Villa 840 e Trattoria Vittino (tutti di Oropa); Agriturismo La Fucina (Vigliano Biellese); Al Fuori Campo (Piatto); Al Pratovalle Ristoro (Sordevolo); Barbis (Netro); Bucaneve (Veglio); Ca’Jolanda (Donato); Cascina Rovet (Vaglio); Cris e Mery (Cossato); Gasthof (Vigliano Biellese); La Cavaiasca (Zumaglia); Loco Motion (Cossato); Ristoro Rocchi (Graglia); Trattoria Tre Scalini (Cavaglià).

Foliage. La meraviglia delle colorazioni dell’autunno offre momenti di grande spettacolo, in questo periodo dell’anno. Uno spettacolo tutto da ammirare un po’ in tutto il Biellese. Nella Conca di Oropa, il Giardino Botanico organizza per la giornata di sabato una passeggiata nei colori del foliage autunnale in compagnia di una guida naturalistica. Ritrovo ai cancelli del Santuario alle ore 10. La quota di partecipazione è di 8 euro per gli adulti e di 5 euro per i ragazzi da 11 a 17 anni; gratuito per i bambini fino a 10 anni (info e prenotazioni: tel.: 015-2523058 o 331- 1025960; e-mail: info@gboropa.it).
Sabato, ma anche domenica, con partenza alle 14.30 dall’ingresso del parco, si potrà partecipare alla visita guidata ai colori della Burcina, alla ricerca del mutare delle stagioni e dei colori del fall-foliage. Anche in questo caso a organizzare l’attività è il Giardino Botanico, le quote di partecipazione sono identiche a quelle applicate a Oropa e la prenotazione è obbligatoria.
Un appuntamento dedicato al foliage è pure quello in programma venerdì, alla Brughiera, dove le guide escursionistiche di OverAlp organizzano un trekking dolce tra i boschi secolari e i castagneti. Durante l’uscita sarà possibile visitare uno tra i più importanti santuari mariani del Piemonte, Nostra Signora della Brughiera (XV e XVII secolo), sino a raggiungere la Conca dei Rododendri. L’iniziativa prevede una tappa per il pranzo nelle locande e negli agriturismi del territorio. Per informazioni e prenotazioni, telefonare al numero 349-6252576 o inviare un’e-mail all’indirizzo di posta elettronica overalp@overalp.com oppure visitare il sito apposito.

“Alto Gradimento”, l’evento in programma domenica a Cittadellarte - Fondazione Pistoletto, a Biella, è un viaggio tra i piccoli produttori d’Italia, un evento conviviale dedicato agli amanti del vino, con la partecipazione di circa 30 cantine provenienti da tutta Italia.
I visitatori riceveranno calice e tracolla, con cui potranno muoversi liberamente per tutto il Salone e visitare gli stand delle cantine. Ogni produttore offrirà un assaggio dei propri vini e racconterà la propria storia e i propri prodotti.
Il costo del biglietto è di 18 euro ed è comprensivo di degustazioni. La biglietteria sarà aperta dalle 10.30 fino alle ore 17.30; la manifestazione terminerà alle ore 19.30. E’ prevista la presenza di un punto ristoro a cura di Raggio Verde Botteghe&Catering. Info e prenotazioni: 370-3733836 Whatsapp; sito apposito.

Incontri letterari

Venerdì, Francesco Pelle presenterà “Valentino racconta filastrocche. Le più belle leggende locali in rima illustrate a colori”. L’evento avrà luogo alla 16.45 alla Biblioteca Comunale di Vigliano Biellese.

Sabato, sarà la volta di una storia di emigrazione, una storia italiana in Africa, paradigma di chi lascia le proprie sicurezze per cercare qualcosa che non ha: a Cavaglià, nella sala convegni, alle ore 10.30 si parlerà del libro di Andrea Cantone, intitolato “La luce dell’equatore”.

Mostre

Sala Biellese, Partisan dij nòs pais. Fino al 13 novembre l’orario di apertura del Museo della Resistenza di Rivetti 5 sarà il sabato, dalle 15 alle 18. Visto il riscontro di pubblico, sarà prorogata fino a domenica 13 novembre - festa patronale di San Martino - la mostra fotografica “Partisan dij nòs pais”. La rassegna è una selezione di immagini - provenienti dall’archivio fotografico della Casa della Resistenza e da alcuni archivi privati - che ritraggono partigiani, partigiane e staffette delle formazioni del Biellese occidentale. Si tratta di fotografie realizzate per lo più al termine della guerra (a ricordo dell’esperienza vissuta) ma anche durante i mesi di lotta. Alcune sono note, altre meno. Si è cercato di restituire ad ogni soggetto raffigurato la sua identità, incrociando le generalità a corredo delle immagini con i dati delle liste di smobilitazione, della Banca dati del partigianato piemontese e del portale Partigiani d’Italia. Permangono tuttavia ancora delle lacune: l’auspicio è che i visitatori (soprattutto famigliari o parenti dei resistenti biellesi) siano parte attiva e possano contribuire al recupero dei dati mancanti. Info: visite anche su appuntamento: 340-9687191, museoresistenzasala@gmail.com

Biella, La mostra diffusa. La mostra “Glitch - Mostra AR diffusa in Biella” è praticabile lungo un itinerario eco-digitale in città. Glitch è la residenza artistica online ideata da Recontemporary e Wild Strawberries, con il patrocinio ufficiale del Dipartimento di Architettura e Design del Politecnico e dell’Accademia delle Belle Arti di Torino. Grazie alla collaborazione con BI-BOx Art Space, quella di Biella è la prima tappa con le opere che sono state prodotte dalle artiste e dagli artisti (Arianna Passaggio, Chiara De Giorgio, Chinedum Muotto, Danilo Sciorilli, Lorenzo Miglietti, Maria Matarrese, Nicolò Roccatello, Riccardo Baccani e Riccardo Franco Loiri) durante il periodo di residenza. Il tema scelto per la residenza è “La riappropriazione della socialità e i suoi spazi attraverso la Realtà Aumentata”. Per accedere alle opere basterà scaricare l’app Bepart e recarsi nei punti indicati dalla mappa di Glitch, inquadrare con il proprio smartphone i marker, anch’essi ideati dagli artisti e parte integrante dell’opera: prenderà così vita l’interpretazione degli artisti. I luoghi sono: BI-BOx Art Space: via Italia 38, Biblioteca Civica Biella piazza Curiel 13, Cigna Dischi via Italia 10, Thanks via Gustavo di Valdengo 1, Cinema Verdi via Pozzo 2 Candelo, Libreria Giovannacci: via Italia 14, Cappellificio Biellese via Marconi 2, Bar Cittadellarte via Serralunga 27. Info: fino al 5 novembre, in autonomia.

Biella, Le nostre montagne. In corso agli Orsi la mostra dal titolo “Le nostre montagne” del Biella Fotoclub che propone una rassegna di immagini di 24 soci. Info: fino all’8 novembre

Biella, I colori dell’infinito. In corso alla Galleria Silvy Bassanese di via Galilei, la mostra ’’I colori dell’infinito’’ di Andrea e Bruno Beccaro. Info: fino al 28 gennaio 2023, da martedì a venerdì ore 16-19 o su appuntamento 338-2540156.

Biella, Memoria del presente. In corso alla Zaion Gallery di Salita di Riva 3 (interno ex Lanifici Pria) “Memoria del presente” di Elizabeth Aro. Info: fino al 16 dicembre, dal mercoledì al venerdì ore 16.30-19.30 o su appuntamento, 380-5140212.

Biella, Un lancio di dadi. Ultimi giorni alla Bi-Box di via Italia 38 la mostra “Un lancio di dadi”, seconda personale dell’artista Vincenzo Merola. Info: fino al 5 novembre il giovedì e venerdì ore 15-19.30, sabato 10-12.30 e 15-19.30.

Seguici sui nostri canali