Eventi e Cultura
FINE SETTIMANA

Cosa fare a Biella e provincia: gli eventi del weekend (17 e 18 settembre 2022)

Questo è il fine settimana di Woolscape, il paesaggio della lana, e del primo evento di avvicinamento al festival al femminile ContemporaneA. Ma non solo.

Cosa fare a Biella e provincia: gli eventi del weekend (17 e 18 settembre 2022)
Eventi e Cultura Biella Città, 18 Settembre 2022 ore 07:28

Questo è il fine settimana di Woolscape, il paesaggio della lana, e del primo evento di avvicinamento al festival al femminile ContemporaneA. Ma non solo.

Cosa fare a Biella e nel Biellese

Qui una selezione di eventi tratti dall’edizione di giovedì scorso di Eco di Biella, che ogni settimana propone la sezione Eco Week con gli eventi fissati a Biella e nel Biellese.

La tre giorni di Woolscape

Promuovere e valorizzare il rapporto virtuoso tra l’attività produttiva tessile e il patrimonio culturale e paesaggistico biellese, inteso come il risultato di un lungo percorso di antropizzazione influenzato da due elementi generatori, ossia l’acqua e la lana: sono questi gli obiettivi di “Woolscape - Il Paesaggio della Lana nel Biellese”, progetto nato dalla collaborazione di DocBi, Cittadellarte e associazione Fatti ad Arte, che sarà presentato da domani, venerdì, a domenica a Biella e a Pray, in una full immersion alla scoperta del paesaggio della lana tra storia, innovazione e saper fare. Attraverso incontri, mostre, artigianato, tour e visite guidate teatralizzate sarà possibile conoscere il territorio in un modo nuovo.

Il programma prevede alle 18.30 di domani, a Palazzo Ferrero di Biella Piazzo, l’inaugurazione della mostra “Intrecci dell’esistere - Intimamente fermo, esternamente flessibile” di Laura Renna, a cura di Patrizia Maggia (vedere nelle mostre).

Sabato sarà la giornata dedicata alla presentazione dei due laboratori artigianali del territorio biellese che realizzano manufatti ideati per il progetto “Woolscape”, con la visita guidata alla Bottega dei Mestieri di Biella Chiavazza, un laboratorio occupazionale rivolto a persone con disabilità e giovani in situazioni di svantaggio (ore 9.30-12.30; tel.: 015-0991021), e la visita guidata ai laboratori di tessitura di Pacefuturo a Villa Piazzo, a Pettinengo (ore 15-18.30; tel.: 331-1829988), dove lo “scarto pregiato” di una lavorazione industriale diventa l’elemento primario dell’attività artigianale. Prevista anche la visita guidata a Cittadellarte, a Biella (ore 15-19; tel.: 015-8971064), con la presentazione del Gioco dell’Arcipelago (foto copertina di Enrico Amici).
Domenica, infine, si potrà partecipare alla visita teatralizzata alla Fabbrica della Ruota di Pray a cura di Ars Teatrando. All’interno del progetto “Woolscape” è stato allestito il salone al primo piano, per trasformarlo virtualmente nel percorso spaziale e temporale della “Strada della Lana”, l’asse tra Biella e Borgosesia attorno al quale si è definito il distretto laniero. Attraverso la guida sceneggiata di due attori della compagnia teatrale biellese, il pubblico, a gruppi di 20 persone, vivrà un’esperienza simbolica del territorio grazie a filmati, pannelli, oggetti, suoni e percezioni tattili. Le visite recitate, della durata di circa un’ora, si svolgeranno dalle 14.30 alle 17.30 (info: tel.: 015-766221).
Sempre domenica verrà presentato “Un giorno in fabbrica sul filo di Lana”, un tour in Valdilana tra produzione e archeologia industriale, organizzato da WoolTravelExperience.

Aspettando ContemporaneA

Elsa Schiaparelli è stata una artista couturière. E proprio a lei è dedicato il primo degli eventi di anticipazione verso il festival al femminile “ContemporaneA”, che si svolgerà a Biella dal 23 al 25 settembre prossimi. A tracciarne un ritratto dettagliato - “un mito e un colore” recita il titolo - sarà la giornalista Luisa Benedetti Poma venerdì, 16 settembre, alle ore 19 all’Agorà Palace. Una conferenza realizzata dal Soroptimist Biella in collaborazione con il festival. Info. Dopo la conferenza, aperitivo rosa shocking, per il quale è suggerito vestirsi con un capo di quel colore. Prenotazioni al 347-0062285. Costo: 20 euro.

Incontri letterari, con autori e in libreria

Operazioni in mare, spesso in zone poco battute. Competenze diverse, dall’ingegneria alla biologia. Un obiettivo importante: raccogliere più dati possibili per giungere ad analisi che mostrino lo stato di salute corrente degli oceani, l’elemento che avvolge gran parte della superficie del pianeta. Risponde perciò alla stretta attualità l’incontro in programma per domani, venerdì 16 settembre, alle ore 18 alla Libreria “Giovannacci” di Biella, intitolato “Antartide”. Durante la conferenza si scoprirà cosa vuol dire contribuire a una spedizione: ne parleranno Ines Borrione, ricercatrice oceanografa e docente, e Franco Valcauda, operatore di mezzi speciali nelle stazioni di ricerca antartiche.

Sara Elisa Stangalino-Schulze presenterà il libro “La consistenza dello spirito” (Editore Diastema) a Biella, ospite della Biblioteca Civica, venerdì 16 settembre - alle ore 18, in dialogo con Elisabetta Botto Poala. Ingresso libero, fino a esaurimento posti. Sempre alla Biblioteca Civica di Biella, Cesare Gallo presenterà la raccolta poetica “La notte indenne (Recitativo)” oggi - giovedì 15 settembre - alle 18, in dialogo con Marco Conti. Ingresso libero, fino a esaurimento posti.

Una maxi passeggiata con ben 20 tra autori e attori: domenica - 18 settembre - con Wool Experience e gli Amici della Lana ci sarà il gruppo di Orizzonti Creativi, fautore della Fiera letteraria Biellese. Il pubblico è invitato al Lanificio Botto di Miagliano alle ore 16. Ci si muoverà lungo il sentiero che affianca la roggia, tra letture e scene, fino al Bosco degli Gnomi.

Musica

Al via la seconda edizione di “Panorami sonori”, sezione autunnale della rassegna “Suoni in movimento”. Sono due le caratteristiche che contraddistinguono l’iniziativa organizzata da Nisi ArteMusica: l’essere una rassegna totalmente under 35 e lo spazio dedicato alla nuova creatività musicale. Il primo dei quattro concerti in cartellone si terrà sabato alle 18 al Castello di Roppolo. “Play of Colors” è il titolo della performance musicale presentata dal Quartetto Chagall - Paolo Skabar e Matteo Ghione (violini), Jacopo Toso (viola) e Ilsu Güresçi (violoncello) - dedicata alle musiche di Mendelssohn, Debussy e Piazzolla. Il brano in prima esecuzione sarà “Stralcio 1917” di Gilberto Rabino.

Eventi vari

Nel Biellese sarà un fine settimana all’insegna dell’uva e del vino. Ad aprire il ricco cartellone toccherà a “Vini e Sorrisi”, manifestazione che da domani (venerdì) a domenica interesserà le vie del centro di Cossato (via Mazzini, via La Marmora, via Martiri della Libertà, piazza Angiono) e Castellengo con camminata, aperitivi, degustazioni, animazione per i bimbi, cena in piazza, Notte Bianca, passeggiata nelle vigne e l’immancabile merenda sinoira (il programma completo sul sito: www.informagiovanicossato.it). Sempre domani, nella sede della Pro loco di Mottalciata e nel piazzale antistante si inaugura la 59ª edizione della “Sagra dell’uva e del riso”, che nel fine settimana proporrà la tradizionale cena con piatti tipici e porchetta con patatine, oltre al Fluo Party con dj set (domani); la cena con piatti tipici e specialità e serata danzante con Free Music (sabato); il raduno dei trattori con sfilata per le vie del paese, il pranzo (su prenotazione), seguito dai giochi del contadino, dalla cena con piatti tipici (specialità risotto salsiccia e Nebbiolo) e dai balli con Radio Gran Paradiso (domenica). La manifestazione si chiuderà lunedì (info e prenotazioni: tel.: 340-7306256). Festeggia la terza edizione “Le Verità sul Vino”, che sabato e domenica trasformerà le sale del Falseum, il Museo del Falso e dell’Inganno di Verrone, in un particolare percorso di “degustazione culturale”. I visitatori, muniti del loro calice personale assegnato all’ingresso, potranno accedere alle varie stanze tematiche del museo, dove saranno sistemate le postazioni con i produttori dei più apprezzati vini piemontesi che si potranno degustare ed eventualmente acquistare. Tre gli incontri previsti: sabato alle 16.30 “Vino rosso fa buon sangue: #saràvero?”; domenica alle 15.30 “I vini bianchi vanno bevuti giovani: #saràvero?”; domenica alle 16.30 “L’Erbaluce di Caluso Doc fa venire il mal di testa: #saràvero?”. L’accesso sarà consentito ogni 15 minuti a gruppi di 6-8 persone al massimo: per tale ragione è consigliata, anche se non obbligatoria, la prenotazione sul form apposito. Il biglietto di ingresso intero costa 15 euro ed è comprensivo dell’accesso agli spazi del Museo con visita libera, calice e otto degustazioni (sono previste riduzioni); pur essendo gli ambienti e le installazioni del Museo a disposizione del pubblico, la visita guidata standard non avrà luogo: con il ticket della manifestazione si potrà ritornare per fruirne in qualunque altro momento dell’anno, con prezzo di ingresso ridotto a 5 euro. Ancora vino, domenica, a Candelo, dove si terrà la “Festa dell’uva del sorriso”. Ritrovo alle 11 in via Campile, 51, per la messa al campo nel vigneto, e, a seguire, pranzo a base di polenta e piatti freddi (prenotazioni entro oggi, giovedì: tel.: 334-5014244; e-mail: info@tiaiutoio.org); nel pomeriggio, poi, musica e pigiatura dell’uva.

"Lungo la via dell’oro” è il titolo dell’escursione guidata storico-archeologica e naturalistica che domenica porterà alla scoperta del paesaggio della Bessa e dei contrafforti morenici della Serra di Salussola, con visita ai due Ecomusei che conservano la memoria degli antichi popoli che vissero nella valle dell’oro. Questo il programma: ritrovo dei partecipanti dalle 8 alle 8.30 all’Ecomuseo dell’oro e della Bessa di Vermogno; visita guidata all’Ecomuseo; escursione di circa 12 chilometri, con tappa per il pranzo; arrivo previsto a Salussola per le 16/16.30 e visita guidata al Museo dell’oro e della pietra; rientro a Vermogno con navetta. Costo: 15 euro a persona. L’evento si inserisce nell’ambito del progetto “Opere all’Oro”, proposto dal Museo laboratorio dell’oro e della pietra di Salussola e dal Museo dell’oro e della Bessa di Vermogno. Info: WhatsApp: 334-9054839.

A Palazzo La Marmora.  Sabato e domenica Palazzo La Marmora, a Biella Piazzo, sarà visitabile dalle 15 alle 19. A seconda del tempo di cui ciascuno potrà disporre, si potrà scegliere una visita guidata dell’intero palazzo o di vedere liberamente alcune aree a prezzi differenziati, come la torre rettangolare, il giardino storico o le sale della Casa Museo. Si consiglia di verificare sempre sul sito e su Facebook i dettagli di orari e modalità di visita per eventuali variazioni. Info: tel.: 331-6797411.

I violinisti del “Perosi”. I violinisti della classe di violino della master class di Marco Rizzi saranno in concerto sabato alle 18 nella Sala dei Concerti dell’Accademia Perosi. Info e prenotazioni: tel.: 015-29040.

Il ghiacciaio... fuso. “Mamma, mi si è fuso il ghiacciaio...” è il titolo dato alla breve escursione naturalistica (2 ore) in programma sabato, in cui si andrà alla scoperta dell’antico ghiacciaio di Oropa, cercandone i segni della presenza sul territorio circostante il Santuario e cogliendo l’importanza che ha avuto nella costruzione del paesaggio così come oggi lo vediamo. L’escursione è adatta a tutti (è consigliata anche a famiglie con bambini). Ritrovo alla biglietteria del Giardino Botanico di Oropa per poi partire alle ore 15. La quota di partecipazione è di 5 euro; gratuito per i bambini con meno di 10 anni. Ai partecipanti è offerta la possibilità di accedere al Giardino Botanico con tariffa ridotta (5 euro). Iscrizioni entro le ore 12 dello stesso giorno. Info e iscrizioni: tel.: 331-1025960 (anche WhatsApp); e-mail: info@gboropa.it.

Visite alla sinagoga. Apertura straordinaria della sinagoga di vicolo del Bellone, 3, a Biella Piazzo, domenica, in occasione della Giornata europea della Cultura Ebraica; il tema di quest’anno è il Rinnovamento. Visite guidate alle 10 e alle 11. Non è necessaria la prenotazione; è consigliato l’uso della mascherina individuale. Info: segreteria.comunitaebraicavc@gmail.com.

L’arte Kintsugi. Nel contesto dell’Ecomuseo della Terracotta, domenica dalle 14.30 alle 17.30, nell’antica fornace Cantono di Ronco Biellese si terrà un workshop di Kintsugi curato da Chiara Lorenzetti. L’arte Kintsugi è un’antica tecnica giapponese che consiste nel riparare oggetti in ceramica mettendo in evidenza le crepe con polvere d’oro. Il costo di partecipazione è di 100 euro. Info: tel.: 340-7090186 (WhatsApp); e-mail: scuola.terre.ronco@gmail.com.

Corso di cesteria. Domenica dalle 9 alle 18.30, al Giardino Belvedere di regione Molino, 1, a Caprile, l’associazione Passi d’Asino proporrà un corso di cesteria (livello base). Il costo è di 55 euro più 10 euro per il giardino. E’ richiesta la prenotazione. Info e prenotazioni: tel.: 335-6767919.

Incontro sul territorio. Domenica, dalle 15 alle 17, al Museo del Bramaterra di frazione Casa del Bosco, a Sostegno, si terrà “Il territorio in cui viviamo... com’era, com’è e come vorremmo che fosse”. Si tratta di un incontro teso a mettere in luce e individuare «le vulnerabilità - spiegano gli organizzatori - del nostro territorio, spiegando come possiamo anche noi contribuire a renderlo migliore». L’appuntamento sarà proposto come una discussione aperta che vedrà intervenire i membri del Comitato Ast (Ambiente, Salute e territorio). A seguire è prevista una visita guidata gratuita del museo. Info: e-mail: trasentieri@gmail.com.

Mostre

Biella, “Intrecci dell’esistere". Inaugura domani, venerdì 16 settembre. a Palazzo Ferrero, Biella, alle 18.30, la mostra di Laura Renna “Intrecci dell’esistere, Intimamente fermo esternamente flessibile", anteprima alla sesta edizione di “Fatti ad Arte”, che il 7,8 e 9 ottobre prossimi vedrà come ogni anno aprirsi al Piazzo i Palazzi La Marmora e Ferrero per accogliere i grandi Maestri dei Mestieri d’Arte. La mostra si pone anche tra le iniziative proposte da “Woolscape”. Il percorso espositivo , dedicato all’arte tessile, vede Laura Renna proporre opere che nascono dall’intreccio di scarti della lana e così «trovare espressioni che si calano nelle profondità del vissuto, in quel buio che delimita i confini dell’essere e che lei riesce a plasmare, a fare suo per poi restituirne materia nuova, accogliente e morbida». Info. A cura di Patrizia Maggia. Dal 17 settembre al 9 ottobre. Orari: fino al 2 sabato e domenica, 10-19. Info: 388-5647455.

Biella, Making Stories. Making Stories giunge al suo atto conclusivo domani, sabato e domenica con la presentazione e l’esposizione delle quattro opere inserite in un allestimento presso Cittadellarte - Fondazione Pistoletto di fronte al Terzo Paradiso (via Cernaia, Biella) realizzate da soggetti creativi presenti in città ponendo in evidenza l’artigianato come espressione dinamica di creatività. Attraverso immagini e parole chiave il percorso espositivo porrà l’attenzione su alcuni aspetti fondanti dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile dell’Onu. Il programma dell’evento: venerdì inaugurazione dalle 18 alle 19, accesso alla mostra dalle 19 alle 22; sabato ore 10-22, domenica ore 10-18. Info: ingresso gratuito.

Biella, Leo Gavazzi. Un artista da riscoprire con la nuova mostra allo Spazio Cultura Crb di via Garibaldi a Biella. La rassegna su Gavazzi (1922-2010, professione dentista), uno degli artisti più poliedrici del Novecento biellese, di cui ricorre quest’anno il centenario della nascita, consta di una quarantina di pezzi che raccontano una lunga passione coltivata sin dall’adolescenza e più consistente a partire dal 1957. Info: fino al 16 ottobre da lunedì a venerdì ore 10.30-12.30 e 16-17.30; sabato e domenica ore 16-19, ingresso gratuito.

Candelo, Lacrime, sorrisi e monti. “Lacrime e sorrisi” la mostra con le opere di Bruna Caser Pidello in corso nella sala cerimonie del Ricetto di Candelo. Info: fino al 18 settembre sabato e domenica ore 10-19, altri giorni su appuntamento tel. 338-5791676.

Cerrione, Vercellotti  al castello. Al Centro culturale Conti Avogadro di Cerrione in corso la personale di Rosetta Vercellotti. L’artista torinese propone opere dell’ultima collezione realizzata con la tecnica dell’acrilico durante il lockdown. Info: fino a sabato 17 settembre, da martedì 15-18, ingresso libero.

Donato, Mestieri di un tempo. Fino al 23 ottobre al Centro di Documentazione sull’Emigrazione “Gian Paolo Chiorino” di Donato è proposta la mostra intitolata “Mestieri di un tempo”, visitabile tutte le domeniche dalle ore 14.30 alle 18.30.

Biella, Un lancio di dadi. In corso la mostra “Un lancio di dadi”, seconda personale dell’artista Vincenzo Merola. La rassegna è curata dalla storica dell’arte indipendente Angela Madesani. L’artista molisano (1979) presenta alcuni lavori provenienti dalla serie “Lanci di dado / Dice Rolls”, realizzati con la penna Bic multicolore su pregiate carte fatte a mano. In occasione di Exhibi.To, a cui parteciperà Bo-Box, la sede di via Italia 38, a Biella, prevede una serie di aperture al pubblico straordinarie: oggi, giovedì, ore 15-23 e domani e domenica ore 15-21 21. Sabato alle ore 18 Madesani presenterà il catalogo dedicato alla mostra. Al termine dell’incontro, degustazione di Clementina di Tenute Sella a cura del sommelier Ermanno Mino. Info: fino al 5 novembre il giovedì e venerdì ore 15-19.30, sabato 10-12.30 e 15-19.30.

Sordevolo, Phygital Exhibition. Alla chiesa di Santa Marta-Museo della Passione, è in corso la mostra Phygital Exhibition, curata dal Dipartimento di Architettura e Design del Politecnico di Torino. Gli architetti e designer del Politecnico di Torino, ripercorrendo i 200 anni di storia della Passione, hanno curato la ricostruzione digitale in 3D del suo allestimento scenografico, e completato il restyling del museo. Info: sito della Passione alla voce “chi siamo”, “museo”. Ingresso 2 Euro.

Oropa, Le pieghe dell’anima. Arte contemporanea e spiritualità si incontrano nell’inedito contesto di “Le pieghe dell’anima” con nove opere monumentali in acciaio di Daniele Basso che sono esposte per gli ultimi giorni al Santuario di Oropa fino a domenica con accesso libero.

Pray Biellese, Marciandi fotografo. Alla “Fabbrica della ruota” di Pray (regione Vallefredda) in corso la mostra “Matteo Marciandi, fotografo per passione”, curata dal DocBi. Originario di Tollegno, Matteo Marciandi (1898-1982) si dedicò soprattutto alla fotografia, che esercitò a buon livello collaborando con l’“Illustrazione Biellese”. Info: fino al 25 settembre tutte le domeniche ore 14.30-18.30. Ingresso 3 euro.

Biella, Diocesi, 250 anni. Il Museo del Territorio Biellese ospita per gli ultimi giorni una mostra (ingresso gratuito, nella foto documenti) che abbraccia due secoli di storia religiosa e civile e racconta il dialogo tra Chiesa, clero e comunità. “I 250 anni della Diocesi di Biella” è allestita in un percorso espositivo che si snoda dalle sale al piano terra del Chiostro di San Sebastiano, fino alla sala del Seicento della sezione storico-artistica. Contestualmente il “Palazzone” Sella di via Garibaldi l’inedita copia della tela cinquecentesca della “Lapidazione di Santo Stefano”, patrono della città, della bottega del Lanino. Un’altra copia della medesima opera è messa in mostra in Duomo: navata a sinistra entrando. Info: mostra al Museo fino al 18 settembre, giovedì ore 10-14; venerdì 14-18, sabato, domenica e festivi 10-18. Il Palazzone: dal lunedì al venerdì ore 9-17; Duomo: orari di apertura della Cattedrale.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter