Eventi e Cultura
FINE SETTIMANA

Cosa fare a Biella e provincia: gli eventi del weekend (15 e 16 ottobre 2022)

Questo è il fine settimana di Vèrmut! e delle Giornate FAI d'Autunno. Ma non solo.

Cosa fare a Biella e provincia: gli eventi del weekend (15 e 16 ottobre 2022)
Eventi e Cultura Biella Città, 16 Ottobre 2022 ore 07:04

Questo è il fine settimana di Vèrmut! e delle Giornate FAI d'Autunno. Ma non solo.

Cosa fare a Biella e nel Biellese

Qui una selezione di eventi tratti dall’edizione di giovedì scorso di Eco di Biella, che ogni settimana propone la sezione Eco Week con gli eventi fissati a Biella e nel Biellese.

Le giornate-evento

Ecco il programma in breve di “Vèrmut!”. Sabato, dalle 16.30 alle 18: “Il Vermouth di Torino”, storia e produzione del vino aromatizzato più famoso del mondo in una masterclass sensoriale con Fulvio Piccinino, il maggior esperto italiano di vèrmut. Dalle 18 alle 19: “Il Vèrmut d’Onore” per Antonio Benedetto Carpano (Bioglio 1751, Torino 1815), in collaborazione con F.lli Branca Distillerie. Il Comune di Bioglio, che ha conferito la cittadinanza onoraria a Antonio Benedetto Carpano, vuole ricordarlo con la degustazione del Carpano Antica Formula, introdotta da Sara Cannizzaro, brand ambassador Carpano. Presenterà l’attrice Annalisa Spina. Evento su invito.   Dalle 19 alle 21, “Microsolchi dj set” con i vinili di Stefano Minola. E, intanto, “Carpano Vermuth Re dal 1786”, degustazione guidata da Sara Cannizzaro. Vèrmut in purezza: Antica Formula, Punt e Mes, Carpano Classico, Carpano Bianco e Carpano Dry. A 5 euro cadauno. E sempre dalle 19 alle 21, “Ij piat d’rinforss për gormèt”, proposti da Paola Passuello, chef de L’Oro di Berta in collaborazione con Donne del Gusto. Verranno proposti “piat d’rinforss” tradizionali - carne cruda con zabaione salato, vitel tonnato, giardiniera, piatti di salumi e formaggi biellesi e altri piatti - ma anche l’erétich chips di polenta concia con crema di bagna càuda e verdure, da un’idea di Enzo Napolitano. A 5 euro cadauno. Info. Accesso libero con prenotazione consigliata a Pro Loco Bioglio, Piermario Garbino, cell.: 388-1545470.

Tornano, sabato e domenica, le “Giornate Fai d’autunno”, il grande evento che permette di scoprire e ammirare il patrimonio culturale e paesaggistico del nostro Paese. Saranno 350 le città italiane interessate dalla manifestazione, giunta all’11esima edizione, per un totale di 700 siti speciali aperti al pubblico, compresa una selezione di luoghi biellesi curata dalla Delegazione Fai di Biella assieme al Gruppo Fai Giovani.

Nel Biellese. A Rosazza si potranno visitare il borgo, definito da molti come «il più misterioso d’Italia» (partenze ogni ora dalle 10 alle 17), e la Casa Museo dell’Alta Valle del Cervo, grazie alla collaborazione dei volontari dell’associazione. Riservata ai soli iscritti al Fai sarà la visita alla torre del castello, alla torre del municipio e alla sala consiliare (per la visita alle torri, partenze ogni 10 minuti dalle 10 alle 17, ultima visita alle 16.30; la torre del castello sarà visitabile solo nel pomeriggio di sabato).

Nel comune di Sostegno saranno eccezionalmente aperti per l’occasione la chiesa parrocchiale di San Lorenzo, la chiesa della SS Trinità, la chiesa di Sant’Antonio, l’oratorio di San Giacomo e l’oratorio di Sant’Emiliano (visite alle 10 - 11.30 - 13 - 14.30 - 16; presentarsi 15 minuti prima). I Giovani del Fai cureranno inoltre l’apertura e le visite alla chiesa di Santa Caterina e al Museo del Bramaterra (orari: 10 - 11.30 - 13 - 14.30 - 16; presentarsi circa 15 minuti prima).

A Valdilana le “Giornate Fai d’autunno” proporranno una passeggiata guidata lungo il sentiero dei castagni denominato “Anello del castagno” e, alla Cascina Caruccia, un’attività creativa per famiglie con i laboratori di “stampe botaniche e foglie che prendono vita” a cura della Fondazione Zegna, con gli studenti delle scuole superiori biellesi (partenze ogni 30 minuti dalle 14.30 alle 16.30; durata della camminata: circa un’ora). Sarà visitabile anche Casa Zegna, con la mostra permanente “From Sheep to Shop” e la mostra temporanea di Emilio Vavarella “L’altra forma delle cose (AAS47692 / Picea abies)”, che ruota attorno al Dna dell’abete rosso (sabato e domenica visite dalle 10 alle 17; ultimo ingresso alle 16).

In occasione delle “Giornate Fai d’autunno”, domenica, all’Oasi Zegna, si terrà inoltre l’edizione autunnale di “Gusto al centro”, il mercato enogastronomico dei prodotti tipici locali.

Eventi vari

Riecco la magia del foliage. Dall’Oasi Zegna, passando per i boschi della Valle Cervo e quelli che abbracciano il Santuario di Oropa, a partire da questo fine settimana sarà possibile lasciarsi affascinare dalle sfumature d’autunno, partecipando a diverse passeggiate ed escursioni organizzate.

Sabato, in Valle Cervo, è in programma un “Photo-Trek” gratuito lungo la mulattiera della Gragliasca e le Selle di Rosazza, accompagnati da fotografo professionista, guida escursionistica e istruttore sportivo (ore 14-19; per informazioni: tel.: 328-4061330).

All’Oasi Zegna, invece, si potrà prendere parte alle passeggiate che, sabato e domenica, permetteranno di conoscere l’incanto del Bosco del Sorriso, a 1.300 metri di quota, dove si potrà scoprire i segreti della faggeta, immortalare l’oro delle betulle e osservare il contrasto con i sempreverdi (partenza da Bocchetto Sessera); per info e prenotazioni: OverAlp: tel.: 349-6252576; e-mail: overalp@overalp.com; sito: www.overalp.it.

Dalla Valsessera a Oropa, dove domenica è prevista una passeggiata con l’accompagnamento di una guida naturalistica. Ritrovo ai cancelli alle ore 10; quota di partecipazione: adulti 8 euro a persona, ragazzi da 11 a 17 anni 5 euro, bambini fino a 10 anni gratuito (info e prenotazioni: tel.: 015-2523058 oppure 331-1025960; e-mail: info@gboropa.it; sito: www.gboropa.it.

In occasione del foliage autunnale, l’associazione Agro Montis organizza nella stessa giornata la castagnata del Santuario di Oropa. Infine, sempre domenica, alle 11 sarà possibile prendere parte alla visita guidata al Santuario, al Tesoro e agli Appartamenti Reali dei Savoia (ritrovo ai cancelli; quota di partecipazione: 5 euro) e alle 15 sarà nuovamente possibile salire fino alla terrazza panoramica della Basilica Superiore (ritrovo alla Basilica Superiore; quota di partecipazione: 5 euro; per le visite guidate non occorre prenotare).

Torna domenica la Festa d’autunno al Caseificio Valle Elvo di Occhieppo Superiore, con una giornata ricca di eventi, accessibile a tutti, con attività pensate per i bambini e con la possibilità di acquistare i prodotti della società agricola cooperativa, venduti in ben due spacci, all’interno e all’esterno della struttura di via Opifici, 22. A partire dalle 10 sarà possibile visitare il caseificio, mentre alle 10.30 e alle 14.30 si potrà provare a essere “casaro per un’ora”, seguendo le abili istruzioni del maestro casaro Gimo (visto il numero massimo di 16 partecipanti a giro è obbligatorio prenotarsi, telefonando al numero 015-2595234). Dalle 11, tutti in coda per la distribuzione della polenta concia da asporto e, alle 15, via alla corsa della toma per i bambini (iscrizioni direttamente al caseificio).

Musica

Al via domani, venerdì, la quarantaseiesima stagione concertistica della Fondazione Perosi. In occasione del concerto inaugurale, per la prima volta insieme, il Kuss Quartett di Berlino e il violoncellista Enrico Bronzi eseguiranno il quintetto per archi di Schubert.

Ultimato a poche settimane dalla morte, il Quintetto per archi in do maggiore D.956 di Franz Schubert  sugella la sua produzione da camera, dopo che aveva già completato, a fine giugno 1826, il Quartetto D.887. Appuntamento nell’auditorium di Palazzo Gromo Losa, al Piazzo, a partire dalle 20.45. Biglietti (concerto in abbonamento): intero 20 euro; ridotto 10 euro per under 27; ridotto 1 euro per under 13. Info: tel.: 015-29040.

Presentazioni letterarie

Nuovo appuntamento con il ciclo di presentazioni di “Candelo che scrive”. Al Centro culturale “Le Rosminiane”, nella Sala Affreschi Pier Carlo Robiolio, a Candelo, sabato - 15 ottobre - alle ore 17.15 verrà presentato il volume scritto dal cavalier Danilo Lazzarini. Saluti istituzionali e poi introduzione di Mariella Biollino, quindi focus sull’opera di Lazzarini, autore de “Il tuo fabbro. Dal Polesine al Piemonte”, in conversazione con alcuni amici polesani e con il pubblico. Vi si traccerà la storia autobiografica narrata nel libro, dalla provincia di Rovigo, luogo in cui nacque nel lontano 1931, fino al Biellese, dove ha Lazzarini saputo costruirsi un futuro grazie al suo lavoro. Per altre informazioni, Candelo che scrive, chiamare il numero mobile: 366-6811782.

Domani, invece, venerdì 14 ottobre, alle ore 17 alla Biblioteca Civica di Biella, si terrà un incontro in collaborazione con Fondazione Cerino Zegna dal titolo “Alzheimer, un viaggio nella cultura contemporanea” con il giornalista e filmmaker Flavio Pagano. L’autore dialogherà con il regista Beppe Anderi. Pagano firma i libri “Infinito presente” e “Perdutamente”. La malattia verrà analizzata come fenomeno diventato soggetto di romanzi, opere teatrali, film, raffigurazioni concettuali attraverso le arti visive. Ingresso libero fino a esaurimento posti.

L’autore biellese Andrea Cantone presenterà il suo nuovo libro, intitolato “La luce dell’equatore”, storia che attinge alla vocazione verso la destinazione Africa del paese di Curino. Dove? Alla libreria “Giovannacci” di Biella venerdì  -14 ottobre - alle ore 18.

Mostre

Biella, Restauro al Piazzo. Domani, venerdì, alle ore 16 nella chiesa di San Giacomo al Piazzo la Soprintendenza alle belle arti di Biella, Novara, Vercelli e Vco presenta il restauro della tavola attribuita al Maestro dell’Incoronazione di Biella e allo Pseudo Giovenone. L’opera cinquecentesca raffigurante la Madonna in trono col Bambino e i santi Girolamo e Nicola di Bari è stata sottoposta ad un importante intervento di recupero finanziato con fondi ministeriali.

Biella, Gavazzi ultimi giorni. Leo Gavazzi: ultimi giorni per visitare la mostra Leo Gavazzi (1922-2010) allestita allo Spazio Cultura della Fondazione Cassa di Risparmio di Biella fino a domenica 16 ottobre. Realizzata grazie alla collaborazione tra il DocBi e Palazzo Gromo Losa Srl la mostra è inserita in un percorso finalizzato alla riscoperta degli artisti biellesi. Per avvicinare maggiormente il pubblico a questo interessante artista il figlio Carlo Gavazzi terrà domenica alle 18 una speciale visita guidata. Leo Gavazzi (1922-2010) è stato infatti uno degli artisti più poliedrici del Novecento biellese, di cui ricorre quest’anno il centenario della nascita. Iniziò a dipingere durante l’adolescenza. Info: fino al 16 ottobre oggi e domani ore 10.30-12.30 e 16-17.30; sabato e domenica 16-19, ingresso gratuito.

Biella, Le nostre montagne. In corso agli Orsi  la mostra dal titolo “Le nostre montagne” del Biella Fotoclub che propone una rassegna di immagini di 24 soci con lo spirito declinato dal pensiero: “Uno sguardo al mondo a partire dall’amore per il territorio”. Info: fino all’8 novembre.

Biella, I colori dell’infinito. Sabato 15, alle ore 17,30, la Galleria Silvy Bassanese di via Galilei, inaugura la stagione espositiva con la mostra ’’I colori dell’infinito’’ di Andrea e Bruno Beccaro. La mostra rappresenta la realizzazione di un comune progetto dei due artisti. Insieme hanno creato visioni flashes della nostra Terra, inserita in uno spazio di forme e di colori infiniti. Bruno è artista pittore, Andrea è musicista affermato e appassionato di fotografia, e questa, è la sua prima mostra. Info: fino  al 28 gennaio 2023, da martedì a venerdì ore 16-19 o su appuntamento 338-2540156.

Ponzone (Valdilana), Sguardi lunghi. Al Valdilana Hub a Ponzone  (Valdilana), via Provinciale 268, in corso “Panorami delle Alpi”, del Biellese, Valsesia, Valle d’Aosta e altri luoghi rilevati, fotografati e disegnati da Franco Grosso che  presenta oltre 30 opere, tra tavole a disegno con l’indicazione del visibile e foto panoramiche di grande formato nell’ambito della sua attività di promozione del territorio. Sono presenti uno spettacolare panorama delle Alpi Biellesi realizzato da Marco Ramella  e panorami storici del Monte dei Cappuccini di Torino e visioni panoramiche di Vittorio Sella. Info: fino al 23 ottobre, venerdì  ore 21-23 con serate di proiezioni a tema, sabato e domenica ore 15-19. Ingresso libero.

Biella, Memoria del presente. Sabato dalle 18,30 alle 21 vernissage alla Zaion Gallery di Salita di Riva 3 (interno ex Lanifici Pria) per “Memoria del presente” di Elizabeth Aro, di origine argentina. Nelle opere e installazioni dell’artista che ora vive in Italia  la memoria si configura come un serbatoio di immagini, un luogo a cui tornare con affetto. All’interno della mostra spicca l’installazione “Santa Sangre”, una cascata di appendici vellutate ispirata all’intensità visiva dell’omonimo film di Jodorowsky. Info: fino al 16 dicembre, dal mercoledì al venerdì ore 16.30-19.30 o su appuntamento, 380-5140212.

Sordevolo, Sabatier e Caron. Zero gravità Villa Cernigliaro per arti e culture ha dedicato la 18a Giornata del Contemporaneo  all’artista Roland Sabatier, scomparso il 23 luglio scorso, e alla sua compagna di lavoro Anne-Catherine Caron con una doppia esposizione  nella dimora storica di Sordevolo: di Sabatier “Œuvres d’exstrophie esthétique (2005-2022)”; di  Caron “Souvenirs de méca-esthétique ou la meulière était cimentée”. Info: fino al 31 ottobre tutte le domeniche ore 15-19 e su prenotazione.

Seguici sui nostri canali