Eventi e Cultura
FINE SETTIMANA

Cosa fare a Biella e provincia: gli eventi del weekend (15 e 16 gennaio 2022)

Questo è il fine settimana dello spettacolo "Vernia o non Vernia" al Sociale e della visita guidata al "salotto Fornaro" al Museo del Territorio Biellese. 

Cosa fare a Biella e provincia: gli eventi del weekend (15 e 16 gennaio 2022)
Eventi e Cultura Biella Città, 15 Gennaio 2022 ore 10:00

Questo è il fine settimana dello spettacolo "Vernia o non Vernia" al Sociale e della visita guidata al "salotto Fornaro" al Museo del Territorio Biellese.

Cosa fare a Biella e nel Biellese

Qui una selezione di eventi tratti dall’edizione di giovedì scorso di Eco di Biella, che ogni settimana propone la sezione Eco Week con gli eventi fissati a Biella e nel Biellese.

Raccomandiamo, vista la situazione epidemiologica in corso, di fare attenzione a eventuali comunicazioni e sospensioni annunciate direttamente dagli organizzatori.

Spettacoli

Vernia o non Vernia.  Questo è il dilemma. Anzi, lo spettacolo. Sì, perché, come vuole il sottotitolo Giovanni Vernia prosegue “Vernia o non Vernia” in tour “con un comico dilemma shakesperiano” e domani - domenica 16 gennaio - aprirà la trasferta piemontese proprio da Biella. Ospite della rassegna “Biella in Scena”, a cura dell’associazione culturale “Il Contato del Canavese”, il comico che fece il suo exploit a “Zelig” nei panni di Jonny Groove sarà al Teatro Sociale Villani, alle ore 20.45. Info biglietti (22 euro più 3 di prevendita): www.ilcontato.it o 0125-641161.

Eventi vari

Elisa e I Maleducati dal vivo. Concerto acustico per Elisa e I Maleducati, oggi sabato, dalle 20, al Mariposa Ristobar di Biella.

In attesa della neve, domenica torna la giornata dedicata alla prevenzione degli incidenti tipici della stagione invernale in montagna, un evento organizzato dal Club alpino italiano e dal Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico che coinvolgerà oltre trenta località montane appartenenti a dodici regioni italiane, Biellese compreso, dove tuttavia questa sera si deciderà se e che cosa fare, tenendo conto della (mancanza di) neve e delle previsioni meteo. I temi al centro dell’edizione 2022 di “Sicuri con la neve” - questo il nome dato all’iniziativa - saranno le valanghe, le scivolate su neve e ghiaccio, nonché il rischio di ipotermia, spesso causa della maggior parte degli incidenti che coinvolgono i frequentatori della montagna nel periodo invernale. Il messaggio che Cai e Soccorso alpino vogliono trasmettere è che l’auto responsabilità e una preventiva e adeguata formazione sono elementi imprescindibili per una corretta frequentazione delle Terre alte. Le attività proposte domenica, con partecipazione gratuita e aperta a tutti nel rigoroso rispetto delle norme anti-Covid, comprenderanno il presidio di percorsi escursionistici e scialpinistici, con l’allestimento di stand informativi e dimostrativi, anche a scopi didattici, e campi neve. Non mancheranno dimostrazioni dell’utilizzo di artva, pala e sonda, che da quest’anno sono obbligatori per i frequentatori di ambienti innevati nei quali sussistano rischi di valanghe; saranno inoltre organizzati diversi convegni in tema di prevenzione e autosoccorso (tutti i dettagli e le attività sul sito: www.sicurinmontagna.it).

Si resta in montagna con la ciaspolata al chiaro di luna organizzata da Evolution Project nella serata di oggi sabato, a Bielmonte, con ritrovo alle 18 al Bocchetto Sessera e rientro alle 20.30 (per informazioni su costi e prenotazioni: tel.: 320-9616218; e-mail: amicidelfondo20@gmail.com).

Sempre a Bielmonte, grandi e piccini potranno sciare sulle piste, aperte grazie all’innevamento artificiale. Per tutti i dettagli, tel.: 015-744102 o visitare il sito: www.bielmonte.net.

Mostre

Biella, Studio per La barca. Lo studio preparatorio (una madre che allatta il bambino)  per “La barca” di Felice Casorati è esposto al pubblico nel Duomo di Santo Stefano fino al 23 gennaio.

Biella, Il salotto Fornaro. Domani, domenica, alle ore 15.30 avrà luogo una visita guidata gratuita (prenotazione obbligatoria allo 015-2529345 o a museo@comune.biella.it) a cura della conservatrice storico artistica del Museo del Territorio Biellese Alessandra Montanera. Verrà ripercorso il tema del collezionismo che da sempre accompagna la storia delle raccolte presenti in Museo e trova pieno riscontro nel “Lascito della Famiglia Mario Fornaro” in mostra: una trentina di opere che affianca pittori piemontesi di fine Ottocento, come Giuseppe e Alberto Falchetti o Giuseppe Gheduzzi, a numerosi biellesi tra cui Luigi Boffa Tarlatta, Guido Mosca e Mario Carletti e altri artisti del Novecento italiano come Aligi Sassu, Enrico Paolucci e Virio Da Savona. Info: “Il salotto di un collezionista” fino al 6 marzo, giovedì ore 10-14, venerdì ore 14-18, sabato, domenica e festivi ore 10-18, ingresso 5 Euro (ridotto 3 Euro).

Biella, L’inverno di De Lorenzi.  Allo Spazio cultura Crb di via Garibaldi a Biella  in corso la mostra “Francesco De Lorenzi: viaggio attraverso l’inverno” che presenta un viaggio ideale attraverso gli innumerevoli inverni fotografati dall’autore in più di cinquant’anni.  Info: fino  al 30 gennaio,  da lunedì a venerdì 10,30-12,30, 16-17,30, sabato e domenica 16-19, ingresso gratuito.

Biella, La Fabbrica dell’oro. In corso al Macist di  Costa di Riva 9  “The Gold Factory” (nella foto di copertina) con i R.E.M.I.D.A., artisti che rivelano attraverso l’oro l’alchimia dell’arte.  Info: riapre sabato e   fino al 27 marzo, sabato e domenica ore 15-19,15, gratuito.

Biella, Il Segno della Natura. “Il Segno della Natura” è il titolo della mostra alla galleria Zaion di Luca Dalmazio  e   Stefano Fontana. Info: fino al 14 gennaio, da mercoledì a venerdì 16,30-19,30.

Biella, Alla Bassanese. Alla Galleria Silvy Bassanese, di via Galilei, in corso  la mostra “Della fragilità e della clausura” che riunisce 19 artisti di diversa matrice espressiva. Info: fino al 5 febbraio,  da martedi a venerdi 16.30-19.30.

Biella, “Zona Bianca Zero”. Woolbridge Art Gallery negli ex lanifici Pria di Biella in via Salita di Riva  3 ospita  “Zona Bianca Zero” rassegna di arte contemporanea con 42 artisti. Info: fino al 7 marzo,  da mercoledì a domenica 10-12,30, 14,30-19.