Carnevale, distribuite 40mila razioni di fagiolata

Carnevale, distribuite 40mila razioni di fagiolata
28 Febbraio 2017 ore 19:28

BIELLA – Una fagiolata da tutto esaurito, tanto che il Cucu, alias Franco Caucino, non esita a dice che «siamo riusciti malapena a tenerne un po’ per noi, una bacinella, niente di più…». Alle 18 di domenica sera c’erano ancora persone in coda per portarsi a casa una razione di fagioli preparati dagli oltre 100 addetti che da sabato hanno iniziato a cucinare per “sfornare” oltre 40mila razioni. «Siamo contentissimi – dice la maschera del quartiere – perché tutto quanto è andato bene e anche a livello di offerte siamo riusciti a coprirci le spese. Un successo incredibile davvero. Ci tengo principalmente a ringraziare i tanti volontari che sono venuti a darci una mano. Senza il loro apporto degli eventi di questa portata non possono essere realizzati».

I numeri della fagiolata da Guinness, che anche quest’anno regge all’attacco di quella di Santhià, sono impressionanti. Sono stati utilizzati 132 dei 140 paioli a disposizione del comitato del carnevale di Chiavazza. Sono stati utilizzati, per questa super fagiolata, qualcosa come 15 quintali di fagioli, 4 di verdure, 5 di carne, 3 di salsiccia e 8 di condimento. 

Grandissimo successo anche per la Folle notte al Piazzo con una piazza Cisterna riempita fino all’orlo nella serata di sabato 25 febbraio. Data da segnare in agenda, che riapre una tradizione evidentemente ma dimenticata e, forse, rimpianta: la “Folle Notte” che in tanti ricordano è, infatti, quella che, a cavallo tra gli anni Novanta, rappresentava l’appuntamento più atteso del Carnevale di Biella.

BIELLA – Una fagiolata da tutto esaurito, tanto che il Cucu, alias Franco Caucino, non esita a dice che «siamo riusciti malapena a tenerne un po’ per noi, una bacinella, niente di più…». Alle 18 di domenica sera c’erano ancora persone in coda per portarsi a casa una razione di fagioli preparati dagli oltre 100 addetti che da sabato hanno iniziato a cucinare per “sfornare” oltre 40mila razioni. «Siamo contentissimi – dice la maschera del quartiere – perché tutto quanto è andato bene e anche a livello di offerte siamo riusciti a coprirci le spese. Un successo incredibile davvero. Ci tengo principalmente a ringraziare i tanti volontari che sono venuti a darci una mano. Senza il loro apporto degli eventi di questa portata non possono essere realizzati».

I numeri della fagiolata da Guinness, che anche quest’anno regge all’attacco di quella di Santhià, sono impressionanti. Sono stati utilizzati 132 dei 140 paioli a disposizione del comitato del carnevale di Chiavazza. Sono stati utilizzati, per questa super fagiolata, qualcosa come 15 quintali di fagioli, 4 di verdure, 5 di carne, 3 di salsiccia e 8 di condimento. 

Grandissimo successo anche per la Folle notte al Piazzo con una piazza Cisterna riempita fino all’orlo nella serata di sabato 25 febbraio. Data da segnare in agenda, che riapre una tradizione evidentemente ma dimenticata e, forse, rimpianta: la “Folle Notte” che in tanti ricordano è, infatti, quella che, a cavallo tra gli anni Novanta, rappresentava l’appuntamento più atteso del Carnevale di Biella.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno