“Assaggi di culture” con i rifugiati

“Assaggi di culture” con i rifugiati
Eventi e Cultura 23 Giugno 2017 ore 14:49

La “Giornata mondiale dei rifugiati” – indetta dalle Nazioni Unite per il 20 giugno scorso – passa, a Biella, attraverso “Assaggi di culture”, una rassegna culinaria, culturale e cinematografica. A firmarla la cooperativa di commercio equo e solidale “L’Altromercato”, che porta avanti la causa della forma di commercio che dovrebbe garantire al produttore e ai suoi dipendenti un prezzo giusto e predeterminato, assicurando anche la tutela del territorio e dell’ambiente.

“Assaggi di culture” nasce come uno degli eventi che, in tutta la Provincia di Biella e in tutta Italia, coinvolgono la società civile sulla tematica dell’immigrazione. L’iniziativa di Altromercato comprende quattro serate etniche che si svolgeranno al Solletico Cafè, «al fine di promuovere la conoscenza dei contesti di provenienza dei rifugiati politici presenti sul territorio di Biella», motivano gli organizzatori.

Le serate saranno composte da una parte culinaria con apericena di piatti tipici del Paese di provenienza cucinato da abili cuoche rifugiate politiche, e da una parte culturale, durante la quale verranno raccontate le ricette, ci sarà la possibilità di parlare con rifugiati politici e si svolgerà una raccolta di firme per l’iniziativa di legge popolare “Ero straniero. L’umanità che fa bene”, per il superamento della legge Bossi- Fini. Inoltre, ci sarà spazio per una parte cinematografica: grazie al supporto del Coe (Centro di Orientamento Educativo) di Milano, che organizza ogni anno il “Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina”, sono stati selezionati dei film che raccontano i contesti di provenienza dei rifugiati coinvolti.

Si comincia oggi, venerdì 23 giugno, con il Pakistan. Apericena dalle 19.30, a seguire proiezione di “The crow” (2014) del regista indiano M. Manikadan. Serata organizzata in collaborazione e con la presenza di Simona Barranca, una rappresentante del Coe di Milano. Venerdì 7 luglio, sarà la volta della Nigeria. Apericena dalle 19.30, a seguire proiezione di “Devil comes to Koko” (2015) del regista teatrale nigeriano Alfie Nze. Prevista, per la serata, la presenza del regista. Venerdì 21 luglio, focus sulla Siria. Apericena dalle 19.30, a seguire proiezione di “Io sto con la sposa” (2014), diretto da Antonio Augugliaro, Gabriele del Grande e Khaled Soliman Al Nassiry. Infine, venerdì 4 agosto, si chiuderà con l’Afghanistan. Apericena dalle 19.30, a seguire proiezione di “Il cacciatore di aquiloni” (2007) diretto da Marc Forster , tratto dal best- seller di Khaled Hossein.

Gradita la prenotazione al 331-1041818. I film saranno proiettati nello Studio Fotografico Perini, a ingresso gratuito.

Giovanna Boglietti

La “Giornata mondiale dei rifugiati” – indetta dalle Nazioni Unite per il 20 giugno scorso – passa, a Biella, attraverso “Assaggi di culture”, una rassegna culinaria, culturale e cinematografica. A firmarla la cooperativa di commercio equo e solidale “L’Altromercato”, che porta avanti la causa della forma di commercio che dovrebbe garantire al produttore e ai suoi dipendenti un prezzo giusto e predeterminato, assicurando anche la tutela del territorio e dell’ambiente.

“Assaggi di culture” nasce come uno degli eventi che, in tutta la Provincia di Biella e in tutta Italia, coinvolgono la società civile sulla tematica dell’immigrazione. L’iniziativa di Altromercato comprende quattro serate etniche che si svolgeranno al Solletico Cafè, «al fine di promuovere la conoscenza dei contesti di provenienza dei rifugiati politici presenti sul territorio di Biella», motivano gli organizzatori.

Le serate saranno composte da una parte culinaria con apericena di piatti tipici del Paese di provenienza cucinato da abili cuoche rifugiate politiche, e da una parte culturale, durante la quale verranno raccontate le ricette, ci sarà la possibilità di parlare con rifugiati politici e si svolgerà una raccolta di firme per l’iniziativa di legge popolare “Ero straniero. L’umanità che fa bene”, per il superamento della legge Bossi- Fini. Inoltre, ci sarà spazio per una parte cinematografica: grazie al supporto del Coe (Centro di Orientamento Educativo) di Milano, che organizza ogni anno il “Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina”, sono stati selezionati dei film che raccontano i contesti di provenienza dei rifugiati coinvolti.

Si comincia oggi, venerdì 23 giugno, con il Pakistan. Apericena dalle 19.30, a seguire proiezione di “The crow” (2014) del regista indiano M. Manikadan. Serata organizzata in collaborazione e con la presenza di Simona Barranca, una rappresentante del Coe di Milano. Venerdì 7 luglio, sarà la volta della Nigeria. Apericena dalle 19.30, a seguire proiezione di “Devil comes to Koko” (2015) del regista teatrale nigeriano Alfie Nze. Prevista, per la serata, la presenza del regista. Venerdì 21 luglio, focus sulla Siria. Apericena dalle 19.30, a seguire proiezione di “Io sto con la sposa” (2014), diretto da Antonio Augugliaro, Gabriele del Grande e Khaled Soliman Al Nassiry. Infine, venerdì 4 agosto, si chiuderà con l’Afghanistan. Apericena dalle 19.30, a seguire proiezione di “Il cacciatore di aquiloni” (2007) diretto da Marc Forster , tratto dal best- seller di Khaled Hossein.

Gradita la prenotazione al 331-1041818. I film saranno proiettati nello Studio Fotografico Perini, a ingresso gratuito.

Giovanna Boglietti

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità