Anche Botalla Formaggi tra i protagonisti di Cheese

14 Ottobre 2009 ore 21:31

(18 set) Da oltre sessant’anni punto di riferimento per il mercato locale e non solo, l’azienda biellese Botalla Formaggi è tra i protagonisti di Cheese, manifestazione dedicata ai prodotti caseari e al via da oggi nel Cuneese. Organizzato da Slow Food e Città di Bra, “Cheese” è giunto alla settima edizione ed è ormai un punto di riferimento per gli artigiani della filiera lattiero-casearia mondiale e per un vasto pubblico di appassionati. Da oltre sessant’anni punto di riferimento per il mercato locale e non solo, l’azienda biellese Botalla Formaggi è tra i protagonisti di Cheese, manifestazione dedicata ai prodotti caseari e al via da oggi nel Cuneese. Organizzato da Slow Food e Città di Bra, “Cheese” è giunto alla settima edizione ed è ormai un punto di riferimento per gli artigiani della filiera lattiero-casearia mondiale e per un vasto pubblico di appassionati, grazie alla sua capacità di far conoscere “le mille anime del formaggio”, dagli animali da latte fino al prodotto finito. Perché ogni formaggio è il risultato di una lunga storia, con le sue identità e specificità. Cheese si pone proprio l’obiettivo di raccontare queste storie, ma anche e soprattutto di contribuire a mantenerle in vita (cheese.slowfood.it).
Sbirro è un perfetto esempio di come tradizione e innovazione si possano fondere per dare vita a una specialità uica. Nato dall’esperienza e dall’eccellenza artigiana biellese, infatti, Sbirro è il frutto di una collaborazione tra Botalla Formaggi e Birra Menabrea. L’originale formaggio è prodotto artigianalmente, con il latte biellese di Pezzata Rossa di Oropa e Bruna Alpina e con la birra Menabrea, che ha vinto per ben due anni consecutivi il premio come migliore “Pale Lager” al mondo. La stagionatura in cantina naturale contribuisce a conferire a Sbirro il suo particolare sapore.
La tradizione di Botalla Formaggi affonda le radici nel tempo. L’azienda, oggi guidata dai fratelli Andrea, Simona e Stefano Bonino, con il padre Sandro e la madre Maria Teresa, nasce negli anni Quaranta ai piedi delle montagne biellesi. La passione e la dedizione per questo lavoro hanno guidato la famiglia Bonino nel mantenere la tradizione di una professione che cura il formaggio in tutte le sue fasi, dalla creazione alla stagionatura. I prodotti Botalla, dunque, nascono da una scelta casearia mirata alla tipicità ed alla qualità dei formaggi. La permanenza nelle cantine naturali di stagionatura, per un periodo di tempo che va dai 60 ad oltre 180 giorni, permette agli artigiani di Botalla di affinare la linea di prodotti esaltandone naturalmente le caratteristiche (www.botallaformaggi.com).
Alla manifestazione, intanto, prende parte anche la Regione Piemonte con uno stand dedicato alle Eccellenze Piemontesi: «Cheese rappresenta un’importante vetrina per i prodotti artigianali del territorio – afferma il vicepresidente della Giunta regionale Paolo Peveraro con delega all’Artigianato – che in questo momento di crisi può senz’altro fare da volano alla ripresa del comparto. Per questo motivo la Regione Piemonte ha deciso di partecipare all’appuntamento con il marchio dell’Eccellenza artigiana, puntando ancora una volta sulla valorizzazione e la promozione del settore nell’ottica di far conoscere il più possibile il Made in Piemonte sui mercati».

18 settembre 2009

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità