Ambra Angiolini in scena al Teatro Sociale con “Tradimenti”

Ambra Angiolini in scena al Teatro Sociale con “Tradimenti”
Eventi e Cultura 28 Novembre 2016 ore 14:52

BIELLA - Il volto è quello di Ambra Angiolini. Che, in questo caso, va chiamata Emma e, per l’occasione, veste i panni della manager di una galleria d’arte. Chi ne muove i fili è Michele Placido, alla regia per la Goldenart Production, ma anche a capo di un’interpretazione teatrale che attinge dalla sua stessa esperienza. Dietro di loro, mente di un testo autobiografico che l’ha reso famoso, il premio Nobel 2005 Harold Pinter.  Suo lo spunto che ha originato “Tradimenti”, una delle commedie più famose dello scrittore britannico: Pinter, sposato con l’attrice Vivien Marchant, visse, infatti, una relazione lunga sette anni con la presentatrice televisiva Joan Bakewell. Era il 1978, l’ambientazione toccava Londra come Venezia. E l’opera finì sul grande schermo, nel 1983.  Ora, la commedia “Tradimenti” giunge nelle mani di Michele Placido. E il trio amoroso che ne è protagonista assume le sembianze di Ambra Angiolini, come anticipato, di Francesco Scianna e Francesco Biscione. Lo spettacolo, di cui sono interpreti, è incluso nella programmazione della stagione teatrale curata da “Il Contato del Canavese”, ovvero “Biella in scena”, e si svolgerà mercoledì - 30 novembre - alle ore 20.30, al Teatro Sociale Villani di Biella (biglietti dai 15 ai 24 euro, info 0125-641161).A al Teatro comunale Cossato invece domani andrà in scena “Il bagno”, «un gioco di seduzione, una metafora di vita, un nascondiglio, un lavoro di introspezione e soprattutto un trattato sull’uomo. Il bagno è lo spazio dove ci si può sfogare da soli o insieme, dove ci si può isolare per pochi minuti, dove si può urlare in silenzio o piangere con lacrime sincere. È di solito uno spazio personale e liberatorio».Angolo tipico della sfera domestica, un po’ meno di quella teatrale. Eppure, dimensione - lo descrive la presentazione dell’opera - adattabile anche al palcoscenico. Lo spettacolo che vede Stefania Sandrelli tra le protagoniste affida un ruolo di primo piano a doccia e lavabo. Con lei la figlia Amanda, Serena Iansiti, Claudia Ferri e Giulia Fiume. Regia dello spagnolo di Gabriel Olivarez. Appuntamento domani, martedì 29, alle ore 20.45, biglietti a 22 euro, info tel.  0125-641161.      Giovanna Boglietti       

BIELLA - Il volto è quello di Ambra Angiolini. Che, in questo caso, va chiamata Emma e, per l’occasione, veste i panni della manager di una galleria d’arte. Chi ne muove i fili è Michele Placido, alla regia per la Goldenart Production, ma anche a capo di un’interpretazione teatrale che attinge dalla sua stessa esperienza. Dietro di loro, mente di un testo autobiografico che l’ha reso famoso, il premio Nobel 2005 Harold Pinter.  Suo lo spunto che ha originato “Tradimenti”, una delle commedie più famose dello scrittore britannico: Pinter, sposato con l’attrice Vivien Marchant, visse, infatti, una relazione lunga sette anni con la presentatrice televisiva Joan Bakewell. Era il 1978, l’ambientazione toccava Londra come Venezia. E l’opera finì sul grande schermo, nel 1983.  Ora, la commedia “Tradimenti” giunge nelle mani di Michele Placido. E il trio amoroso che ne è protagonista assume le sembianze di Ambra Angiolini, come anticipato, di Francesco Scianna e Francesco Biscione. Lo spettacolo, di cui sono interpreti, è incluso nella programmazione della stagione teatrale curata da “Il Contato del Canavese”, ovvero “Biella in scena”, e si svolgerà mercoledì - 30 novembre - alle ore 20.30, al Teatro Sociale Villani di Biella (biglietti dai 15 ai 24 euro, info 0125-641161).A al Teatro comunale Cossato invece domani andrà in scena “Il bagno”, «un gioco di seduzione, una metafora di vita, un nascondiglio, un lavoro di introspezione e soprattutto un trattato sull’uomo. Il bagno è lo spazio dove ci si può sfogare da soli o insieme, dove ci si può isolare per pochi minuti, dove si può urlare in silenzio o piangere con lacrime sincere. È di solito uno spazio personale e liberatorio».Angolo tipico della sfera domestica, un po’ meno di quella teatrale. Eppure, dimensione - lo descrive la presentazione dell’opera - adattabile anche al palcoscenico. Lo spettacolo che vede Stefania Sandrelli tra le protagoniste affida un ruolo di primo piano a doccia e lavabo. Con lei la figlia Amanda, Serena Iansiti, Claudia Ferri e Giulia Fiume. Regia dello spagnolo di Gabriel Olivarez. Appuntamento domani, martedì 29, alle ore 20.45, biglietti a 22 euro, info tel.  0125-641161.      Giovanna Boglietti