Alla Trappa si “cammina” la Resistenza

Alla Trappa si “cammina” la Resistenza
Eventi e Cultura 04 Ottobre 2016 ore 13:02

Torna domenica 9 l’iniziativa “Camminare la Resistenza”, progetto promosso dall’Ecomuseo Valle Elvo e Serra a partire dal 2006, con l’obiettivo di intrecciare i valori della Resistenza con quelli della pace, del rispetto dell’ambiente e delle culture. Questa volta l’itinerario andrà dalla Trappa di Sordevolo alla baita del Varnei.  Tra i diversi percorsi proposti nelle varie edizioni, quello che sale al Varnei, sopra la Trappa, assume un particolare significato simbolico. In questa baita, vicina alla “caverna dell’uomo selvatico”, si costituì nell'autunno del 1943 il primo nucleo di “ribelli” della valle Elvo, confluito in seguito nel grande movimento partigiano che troverà nel territorio della morena della Serra e nel paese di Sala il contesto fisico e sociale ideale per la lotta contro la dittatura nazifascista. Il 9 Ottobre si seguirà nuovamente l’inizio di quel cammino. Dopo il ritorno alla Trappa e un pasto caldo, l'iniziativa proseguirà nel pomeriggio con tre momenti che collegheranno l’esperienza partigiana all’attualità. In caso di maltempo non si svolgerà la camminata del mattino ma il programma del pomeriggio resterà invariato.

 

Torna domenica 9 l’iniziativa “Camminare la Resistenza”, progetto promosso dall’Ecomuseo Valle Elvo e Serra a partire dal 2006, con l’obiettivo di intrecciare i valori della Resistenza con quelli della pace, del rispetto dell’ambiente e delle culture. Questa volta l’itinerario andrà dalla Trappa di Sordevolo alla baita del Varnei.  Tra i diversi percorsi proposti nelle varie edizioni, quello che sale al Varnei, sopra la Trappa, assume un particolare significato simbolico. In questa baita, vicina alla “caverna dell’uomo selvatico”, si costituì nell'autunno del 1943 il primo nucleo di “ribelli” della valle Elvo, confluito in seguito nel grande movimento partigiano che troverà nel territorio della morena della Serra e nel paese di Sala il contesto fisico e sociale ideale per la lotta contro la dittatura nazifascista. Il 9 Ottobre si seguirà nuovamente l’inizio di quel cammino. Dopo il ritorno alla Trappa e un pasto caldo, l'iniziativa proseguirà nel pomeriggio con tre momenti che collegheranno l’esperienza partigiana all’attualità. In caso di maltempo non si svolgerà la camminata del mattino ma il programma del pomeriggio resterà invariato.