MONTAGNA

Rifugi, direttive ancora poco chiare: il “Coda” chiuso anche a giugno

Direttive e limitazioni riguardo strutture alpine e rifugi fermano per ora anche il riavvio del Mombarone.

Rifugi, direttive ancora poco chiare: il “Coda” chiuso anche a giugno
Biella Città, 23 Maggio 2020 ore 07:30

A oggi non è ancora ben chiaro quali saranno direttive e limitazioni riguardo strutture alpine e rifugi. Ecco quanto fanno sapere dai Rifugi Coda e Mombarone.

La comunicazione

“A seguito dell’epidemia Covid-19 e in attesa di disposizioni chiare in merito al contenimento e protezione dal virus, per quel che riguarda rifugi montani e conseguenti adeguamenti dovuti”, i gestori del Rifugio “Coda” (nella foto) ai Carisei (Pollone) comunicano che il rifugio”rimarrà momentaneamente chiuso nel mese di giugno”.

“In questo periodo lavoreremo per adeguarci a questa nuova realtà, consentendoci così, il prima possibile, di accogliervi in sicurezza”.

Non riaprirà a breve nemmeno il Rifugio Mombarone, che comunica:

“Con le linee guida per i rifugi alpini della Regione Piemonte ci viene impossibile per ora aprire. Per poter aprire in sicurezza i costi di gestione supererebbero gli incassi e verrebbe a mancare la convivialità che caratterizza l’ambiente del rifugio. Quindi per il momento resteremo chiusi nella speranza che cambi la situazione”.

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità