Economia

Riordino del mercato, c’è il primo bando

Riordino del mercato, c’è il primo bando
Economia 14 Novembre 2017 ore 13:19

BIELLA - Ci saranno dieci giorni di tempo, per i commercianti titolari di una concessione, per presentare domanda per ottenere un posto migliore in uno dei tre mercati settimanali di piazza Falcone. Il bando è stato pubblicato in questi giorni e, secondo i piani dell'amministrazione, è il secondo passo per il riordino della principale area mercatale della città. Il primo era stato l'approvazione in consiglio comunale del nuovo regolamento che, tra le altre cose, ha abolito la categoria dei fioristi equiparandoli ai non alimentari.

 

I posti a disposizione sono quelli vuoti per i quali coloro che hanno già diritto a stare in piazza possono concorrere per trovare una collocazione migliore. In particolare si tratta di 31 stalli non alimentari, 8 alimentari e 8 per produttori agricoli il lunedì, 46 stalli non alimentari, 8 alimentari e 7 per produttori agricoli il giovedì e 35 stalli non alimentari, 7 alimentari e 7 per produttori agricoli il sabato. «Una volta completata la riassegnazione delle piazzole vuote» spiega l'assessore al commercio Stefano La Malfa «pubblicheremo un secondo bando riservato a chi non ha una concessione per assegnare altri posti rimasti liberi a chi ora lavora da “spuntista”». Il passo successivo sarà l'eliminazione di alcuni stalli con il ricompattamento delle bancarelle in piazza, per lasciare meno spazi vuoti possibile. «Una ventina di posti» precisa l'assessore «non è stata inserita in questo bando né sarà inserita in quello per le nuove assegnazioni proprio in vista della loro eliminazione».

Le domande per questo primo bando vanno presentate tra mercoledì 15 e venerdì 24 novembre, inviandole via posta elettronica certificata allo sportello unico delle attività produttive. La graduatoria sarà stilata e pubblicata entro il 15 dicembre. In caso di più richieste per la stessa piazzola, saranno privilegiati gli operatori con maggiore anzianità di presenza in piazza Falcone e con più anni di attività. 

-- 

BIELLA - Ci saranno dieci giorni di tempo, per i commercianti titolari di una concessione, per presentare domanda per ottenere un posto migliore in uno dei tre mercati settimanali di piazza Falcone. Il bando è stato pubblicato in questi giorni e, secondo i piani dell'amministrazione, è il secondo passo per il riordino della principale area mercatale della città. Il primo era stato l'approvazione in consiglio comunale del nuovo regolamento che, tra le altre cose, ha abolito la categoria dei fioristi equiparandoli ai non alimentari.

 

I posti a disposizione sono quelli vuoti per i quali coloro che hanno già diritto a stare in piazza possono concorrere per trovare una collocazione migliore. In particolare si tratta di 31 stalli non alimentari, 8 alimentari e 8 per produttori agricoli il lunedì, 46 stalli non alimentari, 8 alimentari e 7 per produttori agricoli il giovedì e 35 stalli non alimentari, 7 alimentari e 7 per produttori agricoli il sabato. «Una volta completata la riassegnazione delle piazzole vuote» spiega l'assessore al commercio Stefano La Malfa «pubblicheremo un secondo bando riservato a chi non ha una concessione per assegnare altri posti rimasti liberi a chi ora lavora da “spuntista”». Il passo successivo sarà l'eliminazione di alcuni stalli con il ricompattamento delle bancarelle in piazza, per lasciare meno spazi vuoti possibile. «Una ventina di posti» precisa l'assessore «non è stata inserita in questo bando né sarà inserita in quello per le nuove assegnazioni proprio in vista della loro eliminazione».

Le domande per questo primo bando vanno presentate tra mercoledì 15 e venerdì 24 novembre, inviandole via posta elettronica certificata allo sportello unico delle attività produttive. La graduatoria sarà stilata e pubblicata entro il 15 dicembre. In caso di più richieste per la stessa piazzola, saranno privilegiati gli operatori con maggiore anzianità di presenza in piazza Falcone e con più anni di attività. 

-- 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter