Referendum, sabato “Porte aperte sulle Scuole e sulla Costituzione”

Referendum, sabato “Porte aperte sulle Scuole e sulla Costituzione”
Economia 22 Novembre 2016 ore 19:34

Continuano gli appuntamenti in vista del Referendum costituzionale di domenica 4 dicembre. Nel fine settimana Forza Italia ha organizzato il suo primo dibattito per dire “no” alla riforma, portando in città, precisamente all’Agorà, il senatore Lucio Malan che, insieme alla coordinatrice provinciale Paola Vercellotti e al consigliere regionale Gilberto Pichetto, ha spiegato le ragioni che dovrebbero portare gli elettori vicini a Fi a dare la loro contrarietà ai quesiti referendari. A Ponderano, invece, è andato in scena un confronto tra esponenti del “Sì” e del “No”. L’appuntamento, voluto dall’amministrazione comunale, era volto a far comprendere alla cittadinanza le ragioni per appoggiare o meno la riforma. 
I prossimi appuntamenti. Venerdì 25 novembre alle 20.45 nella sala del Consiglio comunale del municipio di Bioglio l’amministrazione comunale proporrà una serata di approfondimento in vista del referendum costituzionale del prossimo 4 dicembre. La serata sarà particolarmente importante non solo per chiarire i contenuti della riforma, ma anche perché ad illustrare le ragioni del sì e del no saranno due giovani: Andrea Fregonese, coordinatore del Comitato giovani biellesi per il Sì, e Lorenzo Maniscalco, rappresentante del Movimento Biella vota No. Sempre venerdì, alle 21, a Candelo, il comitato “Scelgo No” porterà la senatrice Nerina Dirindin, professoressa associata di economia pubblica e politica presso l'Università di Torino. E' stata Direttrice generale del Ministero della Sanità ed assessore alla Regione Sardegna. Fa parte della redazione Lavoro. Nel 2013 è stata eletta senatrice in Piemonte per il Pd. Fa parte della 12a Commissione Sanità del Senato e della Commissione parlamentare per l'attuazione del federalismo. Scuole aperte. Sabato 26 dalle 9.30 in tutti i plessi dell’Istituto comprensivo di Andorno Micca (Comuni di Andorno Micca, Pralungo e Tollegno) si terrà l’iniziativa “Porte aperte sulla Scuole e sulla Costituzione”. Gli scolari delle medie accoglieranno coloro che vorranno visitare i plessi e illustreranno insieme ai loro insegnati le attività didattiche svolte nella loro scuola. Contestualmente, nel piccolo locale di via Roma a Pralungo, che sarà adibito ad uso delle associazioni e dei cittadini che necessitano di riunirsi in assemblea per i più svariati motivi (genitori che vogliano discutere dei problemi della classe, assemblee condominiali, gruppi di discussione inerenti ai problemi del paese, ecc.) si terrà una iniziativa denominata “Porte aperte sulla Costituzione”. Dice il sindaco Raffaella Molino: «Credo che il referendum su cui andremo a votare il prossimo 4 dicembre sia un’importante occasione di partecipazione democratica. Il tema è complesso anche per gli addetti ai lavori e siccome il consiglio comunale è quanto di più vicino vi sia tra i cittadini e lo Stato, ritengo che ci si debba impegnare a capire e rendersi disponibili ad esaminare il quesito insieme ai nostri concittadini. Perciò ho coinvolto tutti i consiglieri anche quelli di minoranza che hanno risposto positivamente. A partire dalle 9 e per ogni mezzora, insieme a coloro che vorranno intrattenersi con noi parleremo di Costituzione e della proposta di riforma. Lo faremo con molta umiltà perché non siamo né costituzionalisti né avvocati, leggeremo insieme ai presenti gli articoli più importanti che la nuova proposta vorrebbe modificare, cercando di capire cosa questo comporterà ma soprattutto tratteremo la questione nel modo più obbiettivo possibile senza dare nessuna indicazione di voto, affinché quella del 4 dicembre sia per tutti una scelta consapevole». Enzo Panelli 

Continuano gli appuntamenti in vista del Referendum costituzionale di domenica 4 dicembre. Nel fine settimana Forza Italia ha organizzato il suo primo dibattito per dire “no” alla riforma, portando in città, precisamente all’Agorà, il senatore Lucio Malan che, insieme alla coordinatrice provinciale Paola Vercellotti e al consigliere regionale Gilberto Pichetto, ha spiegato le ragioni che dovrebbero portare gli elettori vicini a Fi a dare la loro contrarietà ai quesiti referendari. A Ponderano, invece, è andato in scena un confronto tra esponenti del “Sì” e del “No”. L’appuntamento, voluto dall’amministrazione comunale, era volto a far comprendere alla cittadinanza le ragioni per appoggiare o meno la riforma. 
I prossimi appuntamenti. Venerdì 25 novembre alle 20.45 nella sala del Consiglio comunale del municipio di Bioglio l’amministrazione comunale proporrà una serata di approfondimento in vista del referendum costituzionale del prossimo 4 dicembre. La serata sarà particolarmente importante non solo per chiarire i contenuti della riforma, ma anche perché ad illustrare le ragioni del sì e del no saranno due giovani: Andrea Fregonese, coordinatore del Comitato giovani biellesi per il Sì, e Lorenzo Maniscalco, rappresentante del Movimento Biella vota No. Sempre venerdì, alle 21, a Candelo, il comitato “Scelgo No” porterà la senatrice Nerina Dirindin, professoressa associata di economia pubblica e politica presso l'Università di Torino. E' stata Direttrice generale del Ministero della Sanità ed assessore alla Regione Sardegna. Fa parte della redazione Lavoro. Nel 2013 è stata eletta senatrice in Piemonte per il Pd. Fa parte della 12a Commissione Sanità del Senato e della Commissione parlamentare per l'attuazione del federalismo. Scuole aperte. Sabato 26 dalle 9.30 in tutti i plessi dell’Istituto comprensivo di Andorno Micca (Comuni di Andorno Micca, Pralungo e Tollegno) si terrà l’iniziativa “Porte aperte sulla Scuole e sulla Costituzione”. Gli scolari delle medie accoglieranno coloro che vorranno visitare i plessi e illustreranno insieme ai loro insegnati le attività didattiche svolte nella loro scuola. Contestualmente, nel piccolo locale di via Roma a Pralungo, che sarà adibito ad uso delle associazioni e dei cittadini che necessitano di riunirsi in assemblea per i più svariati motivi (genitori che vogliano discutere dei problemi della classe, assemblee condominiali, gruppi di discussione inerenti ai problemi del paese, ecc.) si terrà una iniziativa denominata “Porte aperte sulla Costituzione”. Dice il sindaco Raffaella Molino: «Credo che il referendum su cui andremo a votare il prossimo 4 dicembre sia un’importante occasione di partecipazione democratica. Il tema è complesso anche per gli addetti ai lavori e siccome il consiglio comunale è quanto di più vicino vi sia tra i cittadini e lo Stato, ritengo che ci si debba impegnare a capire e rendersi disponibili ad esaminare il quesito insieme ai nostri concittadini. Perciò ho coinvolto tutti i consiglieri anche quelli di minoranza che hanno risposto positivamente. A partire dalle 9 e per ogni mezzora, insieme a coloro che vorranno intrattenersi con noi parleremo di Costituzione e della proposta di riforma. Lo faremo con molta umiltà perché non siamo né costituzionalisti né avvocati, leggeremo insieme ai presenti gli articoli più importanti che la nuova proposta vorrebbe modificare, cercando di capire cosa questo comporterà ma soprattutto tratteremo la questione nel modo più obbiettivo possibile senza dare nessuna indicazione di voto, affinché quella del 4 dicembre sia per tutti una scelta consapevole». Enzo Panelli