Reda punta 50 milioni sul Biellese

Reda punta 50 milioni sul Biellese
Economia 06 Luglio 2017 ore 20:00

Reda, azienda biellese con sede a Croce Mosso, leader nella produzione di tessuti di fascia alta,  ha annunciato  oggi  di aver intenzione di  investire, nei prossimi cinque anni, oltre 50 milioni di euro, “per potenziare le capacità produttive all’interno del proprio sistema industriale ed essere così in grado di gestire perfettamente, in modo end-to-end, l’intero ciclo di realizzazione del tessuto”. Senza venire meno alla propria anima ecosostenibile, Reda “sceglie di non costruire ma di acquistare un immobile che fa parte del patrimonio di oltre 600.000 mq sfitti presenti nel distretto e riqualificarlo, creando così nuove opportunità lavorative, razionalizzando la logistica ed ampliando il proprio comparto produttivo”.
“Un’azienda per investire ha bisogno delle maggiori certezze economico/politico possibili ed in questo momento, nel nostro Paese, ne vedo poche all’orizzonte. – sostiene Ercole Botto Poala Ad del Lanificio Reda -. Quelle poche, ci portano ad investire a Biella: un distretto dove ancora forti sono l’esperienza, la conoscenza e la passione, tutti ingredienti di quel “saper fare” che un’azienda del made in Italy oggi deve possedere.  Nei momenti di grande cambiamento, sarà il fattore umano a segnare la differenza. E,’ dunque, per noi anche un motivo di orgoglio lanciare questa sfida a dimostrazione che questo territorio, forte di un prodotto d’eccellenza rinomato e riconosciuto a livello mondiale, ha tutte le carte in regola per giocare la propria partita in questa competizione oramai globale”. Il nuovo spazio si inserisce nella politica di sviluppo sul fronte del prodotto e del servizio, volta al potenziamento delle tecnologie, all’incremento della produzione ed una più capillare presenza nei mercati internazionali. Una produzione che si traduce ogni semestre in due collezioni, 1865 ed Active, che seguono il calendario stagionale del prêt-à-porter internazionale, rivelando un’accurata ricerca stilistica in cui, accanto al talento manifatturiero, si riflettono i contenuti della moda e il ritmo della contemporaneità.
Reda è un lanificio che ha fatto del tessuto il proprio punto di forza, una realtà che sceglie di continuare a produrre tutto nel Biellese seguendo direttamente l’intera filiera produttiva dall’allevamento delle migliori pecore merino fino al tessuto finito, trasmettendo in tutto il mondo la propria passione.
R.A.

Reda, azienda biellese con sede a Croce Mosso, leader nella produzione di tessuti di fascia alta,  ha annunciato  oggi  di aver intenzione di  investire, nei prossimi cinque anni, oltre 50 milioni di euro, “per potenziare le capacità produttive all’interno del proprio sistema industriale ed essere così in grado di gestire perfettamente, in modo end-to-end, l’intero ciclo di realizzazione del tessuto”. Senza venire meno alla propria anima ecosostenibile, Reda “sceglie di non costruire ma di acquistare un immobile che fa parte del patrimonio di oltre 600.000 mq sfitti presenti nel distretto e riqualificarlo, creando così nuove opportunità lavorative, razionalizzando la logistica ed ampliando il proprio comparto produttivo”.
“Un’azienda per investire ha bisogno delle maggiori certezze economico/politico possibili ed in questo momento, nel nostro Paese, ne vedo poche all’orizzonte. – sostiene Ercole Botto Poala Ad del Lanificio Reda -. Quelle poche, ci portano ad investire a Biella: un distretto dove ancora forti sono l’esperienza, la conoscenza e la passione, tutti ingredienti di quel “saper fare” che un’azienda del made in Italy oggi deve possedere.  Nei momenti di grande cambiamento, sarà il fattore umano a segnare la differenza. E,’ dunque, per noi anche un motivo di orgoglio lanciare questa sfida a dimostrazione che questo territorio, forte di un prodotto d’eccellenza rinomato e riconosciuto a livello mondiale, ha tutte le carte in regola per giocare la propria partita in questa competizione oramai globale”. Il nuovo spazio si inserisce nella politica di sviluppo sul fronte del prodotto e del servizio, volta al potenziamento delle tecnologie, all’incremento della produzione ed una più capillare presenza nei mercati internazionali. Una produzione che si traduce ogni semestre in due collezioni, 1865 ed Active, che seguono il calendario stagionale del prêt-à-porter internazionale, rivelando un’accurata ricerca stilistica in cui, accanto al talento manifatturiero, si riflettono i contenuti della moda e il ritmo della contemporaneità.
Reda è un lanificio che ha fatto del tessuto il proprio punto di forza, una realtà che sceglie di continuare a produrre tutto nel Biellese seguendo direttamente l’intera filiera produttiva dall’allevamento delle migliori pecore merino fino al tessuto finito, trasmettendo in tutto il mondo la propria passione.
R.A.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità