Reati tributari: un incontro in Uib

Reati tributari: un incontro in Uib
Economia 27 Marzo 2012 ore 12:28

Diverse le imprese che hanno partecipato, giovedì pomeriggio, al seminario di approfondimento sui reati tributari dopo la “Manovra di Ferragosto” e il decreto “Salva Italia” organizzato dall’Uib in collaborazione con la Guardia di Finanza. Il Dl  138 del 13 agosto scorso ha, infatti, introdotto alcune modifiche in materia di reati tributari. Tra gli aspetti più rilevanti, la riduzione delle soglie di punibilità (ora fissata a soli 30 mila euro), una minor riduzione di pena in relazione alla circostanza attenuante correlata al pagamento dei debiti tributari, limiti, per talune fattispecie, al riconoscimento della sospensione condizionale della pena e l’ampliamento, per talune fattispecie, dei termini di prescrizione.

Interventi. Tali tematiche sono state sviluppate attraverso il dialogo diretto con gli imprenditori presenti grazie all’intervento di “addetti ai lavori” quali il tenente colonnello Cruciano Cruciani della Guardia di Finanza di Biella, Walter Bruno, tributarista,  l’avvocato penalista Marco Feno e il consulente legale Uib, avvocato Rodolfo Rosso. In particolare, il tenente colonnello Cruciani (responsabile Nucleo Polizia Tributaria di Biella), ha proposto un excursus sulla legislazione inerente il diritto penale tributario dal 1929 ad oggi, sottolineando come negli ultimi dieci anni gli interventi del legislatore siano stati sempre più ravvicinati nel tempo, a dimostrazione dell'attenzione crescente sul tema. L’avvocato Feno si è quindi concentrato sulle novità introdotte con la Manovra d’Agosto e il Decreto “Salva Italia” mentre Walter Bruno ha approfondito i risvolti di tali novità rispetto all’attività contabile dell’azienda.
«Il confronto fra i relatori e il dialogo con gli imprenditori intervenuti - ha commentato il direttore dell’Uib, Pier Francesco Corcione - è stato molto utile per mettere in luce dubbi e perplessità sulle recenti modifiche a livello tributario. Un particolare ringraziamento al tenente colonnello Cruciani per la disponibilità con cui ha partecipato all’incontro».