Economia

Precompilato, Biella ultima

Precompilato, Biella ultima
Economia 12 Luglio 2016 ore 12:12

BIELLA - Sono già 139.814 i contribuenti piemontesi che hanno inviato la propria dichiarazione precompilata direttamente online sul sito dell’Agenzia delle Entrate. È un numero che rappresenta l’8,6% delle dichiarazioni che, si prevede, verranno presentate con il modello 730/2016 in Piemonte. I dati, aggiornati al 30 giugno, fanno anche emergere una prima classifica, pur parziale, delle aree della regione in cui i cittadini sono risultati maggiormente inclini ad accogliere questa innovazione. E tra queste non c’è Biella che è ultima.

In vetta, la provincia di Torino, dove sono stati spediti direttamente on line dai cittadini il 10,5 % dei modelli 730 attesi in totale; segue la provincia di Novara con il 7,5% ed il Verbano Cusio Ossola con il 7,1%. Alessandria  registra il 5,9%, Asti il  5,9%, Cuneo  il 6,9%, il Vco il 7,1%, Vercelli  il  6,4% e, fanalino di coda, Biella con  4.052  precompilati pari al 5,7%. Per la cronaca in tutto il Piemonte i contribuenti che hanno scelto questa procedura sono 139.184 pari all’8,6%.

Più semplicità e meno controlli con il 730 precompilato.  Per inviare in maniera semplice e direttamente online la propria dichiarazione dei redditi c’è tempo fino al 22 luglio. La semplificazione del precompilato porta con sé alcuni vantaggi anche in termini di controlli: in caso di dichiarazione 730 accettata senza modifiche, infatti, è l’Agenzia delle Entrate a certificare la correttezza dei dati riportati e per il contribuente la partita è subito chiusa. Il beneficio si estende anche a chi invia il modello tramite Caf e professionisti: solo a questi ultimi, infatti, si rivolgerà il Fisco in caso di controlli sulla documentazione.  Sempre attivo e aggiornato è dunque il mini sito dedicato all’assistenza sulla precompilata, all’indirizzo https://infoprecompilata.agenziaentrate.it. All’interno sono disponibili le informazioni su come visualizzare, compilare, integrare o modificare e trasmettere la dichiarazione e, nella sezione delle Faq, risposte alle domande più frequenti.

BIELLA - Sono già 139.814 i contribuenti piemontesi che hanno inviato la propria dichiarazione precompilata direttamente online sul sito dell’Agenzia delle Entrate. È un numero che rappresenta l’8,6% delle dichiarazioni che, si prevede, verranno presentate con il modello 730/2016 in Piemonte. I dati, aggiornati al 30 giugno, fanno anche emergere una prima classifica, pur parziale, delle aree della regione in cui i cittadini sono risultati maggiormente inclini ad accogliere questa innovazione. E tra queste non c’è Biella che è ultima.

In vetta, la provincia di Torino, dove sono stati spediti direttamente on line dai cittadini il 10,5 % dei modelli 730 attesi in totale; segue la provincia di Novara con il 7,5% ed il Verbano Cusio Ossola con il 7,1%. Alessandria  registra il 5,9%, Asti il  5,9%, Cuneo  il 6,9%, il Vco il 7,1%, Vercelli  il  6,4% e, fanalino di coda, Biella con  4.052  precompilati pari al 5,7%. Per la cronaca in tutto il Piemonte i contribuenti che hanno scelto questa procedura sono 139.184 pari all’8,6%.

Più semplicità e meno controlli con il 730 precompilato.  Per inviare in maniera semplice e direttamente online la propria dichiarazione dei redditi c’è tempo fino al 22 luglio. La semplificazione del precompilato porta con sé alcuni vantaggi anche in termini di controlli: in caso di dichiarazione 730 accettata senza modifiche, infatti, è l’Agenzia delle Entrate a certificare la correttezza dei dati riportati e per il contribuente la partita è subito chiusa. Il beneficio si estende anche a chi invia il modello tramite Caf e professionisti: solo a questi ultimi, infatti, si rivolgerà il Fisco in caso di controlli sulla documentazione.  Sempre attivo e aggiornato è dunque il mini sito dedicato all’assistenza sulla precompilata, all’indirizzo https://infoprecompilata.agenziaentrate.it. All’interno sono disponibili le informazioni su come visualizzare, compilare, integrare o modificare e trasmettere la dichiarazione e, nella sezione delle Faq, risposte alle domande più frequenti.

Seguici sui nostri canali