Pos costa fino a 180 euro, ma a Biella è gratis

Pos costa fino a 180 euro, ma a Biella è gratis
Economia 31 Luglio 2014 ore 12:25

Professionisti e commercianti di Biella avranno la possibilità di adeguarsi alle nuove disposizioni di legge in materia di Pos, anche perchè le associazioni di categoria e gli ordini professionali si sono mossi per cercare convenzioni e promozioni. Dall’altra parte della barricata, gli istituti di credito locali, a partire da quelli con forte presenza sul territorio, Banca Sella e Biverbanca, si sono mossi per garantire condizioni vantaggiose ai nuovi sottoscrittori del servizio, per lo più fornito gratis con tempistiche e modalità diverse (il costo medio stimato a livello nazionale arriverebbe fino a 180 euro l'anno). Il tutto per rispondere al meglio alle nuove disposizioni governative in vigore operativamente da martedì scorso

Banca Sella propone a liberi  professionisti, artigiani e commercianti che decidono di dotarsi di un Pos per accettare pagamenti elettronici diverse soluzioni a condizioni scontate. «In particolare -spiegano dall’ufficio stampa del  gruppo -  per chi decide di installare un Pos fisso l’installazione è sempre gratuita, mentre il canone di noleggio e la manutenzione sono gratuiti fino al 30 giugno 2015 e successivamente variabile da 0 a un massimo di 12 euro al mese in base al volume delle transazioni. Per chi decide di dotarsi di un Pos mobile, invece, è previsto un costo di 10 euro al mese che comprende l'installazione (sempre gratuita), il canone di noleggio e manutenzione e il costo della Sim dati che viene fornita dalla banca. Per quanto riguarda le commissioni applicate ai titolari del Pos sulle operazioni di pagamento, esse vengono stabilite caso per caso in base alle particolari esigenze e ai volumi d'affari di ogni singolo cliente. Mediamente tali commissioni sono dello 0,60% dell'importo per i pagamenti effettuati con Pagobancomat e dell'1,20% per i pagamenti effettuati con carte Visa, Mastercard e Maestro e non è prevista applicazione di alcuna commissione minima mensile sul transato sia tramite Pagobancomat che tramite carte di credito. L'offerta di Banca Sella è completata da due soluzioni di conto corrente: il conto Small Business, che offre 100 operazioni gratuite al trimestre, e il conto Dinamico a canone decrescente a seconda dei servizi attivati dal cliente, con un numero di operazioni illimitate.
Biverbanca propone invece un pacchetto completamente gratuito sino a fine anno e poi, fanno sapere dall’ufficio stampa: «Verranno valutate le condizioni a seconda dell’utilizzo, perchè le condizioni certamente potranno cambiare a seconda di ogni singola specificità».
Associazioni biellesi. Mario Novaretti, presidente di Ascom, spiega di aver presentato ai propri associati le proposte degli istituti locali, a cui ha aggiunto quella di Unicredit: «Abbiamo caldeggiato la dotazione del Pos, a prescindere dal decreto, anche perchè ad esempio per i bar vi è in generale una certa carenza di utilizzo». Sul fronte dei professionisti, il presidente dell’ordine dei geometri, Vincenzo Ciano, fa una premessa: «In realtà non è un obbligo, perchè non vi è una sanzione. Abbiamo anche noi la possibilità di avere tariffe convenzionate e convenienti. Molti ne usufruiranno ma in generale, dovendo negoziare con il cliente a priori il costo dell’intervento, all’interno dello stesso contratto devono essere indicate le modalità di pagamento. E quindi è possibile accordarsi subito per un sistema diverso dal Pos, come il bonifico o l’assegno. Infine, bisogna tenere conto che un professionista non sempre incassa tutti i giorni parcelle».