Pmi: da Bei e Intesa Sanpaolo, 240 milioni per l'occupazione giovanile e progetti innovativi

Pmi: da Bei e Intesa Sanpaolo, 240 milioni per l'occupazione giovanile e progetti innovativi
Economia 30 Gennaio 2014 ore 13:30

E’ stato firmato oggi da BEI e Intesa Sanpaolo il primo prestito congiunto in Italia dedicato alla creazione di nuovi posti di lavoro per giovani nelle piccole e medie imprese, nelle mid cap e nelle start-up innovative.

L’operazione, del valore complessivo di 120 milioni di euro, arriva a sette mesi dal Consiglio europeo di Bruxelles del giugno 2013 centrato sulla lotta alla disoccupazione giovanile. In quell’occasione, i Capi di Stato e di governo dei Paesi dell’Unione europea chiesero alla Bei, che della Ue è il braccio finanziario, l’attivazione «senza indugio» di tutti gli strumenti possibili per arginare il fenomeno crescente della disoccupazione soprattutto tra i giovani. La linea di credito di 120 milioni di euro della Bei sarà veicolata da Mediocredito Italiano, il polo della finanza d’impresa del gruppo Intesa Sanpaolo, a Pmi, Mid-Cap e Start-up innovative al fine di favorire la nuova occupazione nella fascia di giovani compresa tra i 15 e i 29 anni di età e lo sviluppo di una nuova cultura imprenditoriale maggiormente favorevole all’innovazione. Un altro progetto di finanziamento collegato, prevede incìvce prestiti per 120 milioni di euro per il finanziamento di investimenti di piccole e medie dimensioni nel settore sociale.

Giovanni Orso