Menu
Cerca

Meccanotessile, cresce il mercato interno

Meccanotessile, cresce il mercato interno
Economia 03 Novembre 2015 ore 14:09

Il settore delle macchine tessili, nel terzo trimestre dell’anno, ha mostrato un lieve calo su base tendenziale (-2%). A flettere, sono stati soprattutto gli ordini sui mercati esteri, mentre continua a crescere, invece, il mercato interno. Questo, in sintesi, l’outlook che emerge dall’ultima rilevazione di Acimit, l’associazione che raccoglie i produttori italiani di macchinario tessile.  

Il risultato, registrato dall’ufficio studi dell’associazione, fa sì che il valore dell’indice degli ordini, nel periodo luglio-settembre, si attesti a 86,9 punti (base 2010=100). «Quello registrato in Italia è un andamento in controtendenza e rappresenta un buon viatico per Itma Milano» commenta  la presidente di Acimit, Raffaella Carabelli (nella foto). Insomma, dopo i segnali di ripresa, osservati già nel trimestre precedente, il mercato Italia fa un ulteriore balzo in avanti. L’indice degli ordini interni, infatti, è cresciuto del 44% rispetto al medesimo periodo 2014. All’estero, invece, dopo quattro periodi di crescita, la raccolta ha subito una battuta d’arresto. L’indice degli ordini è diminuito del 4%. Pesa, sulla performance negativa, lo scarso dinamismo della domanda dei maggiori mercati per il meccanotessile mondiale, Cina e Turchia.

Giovanni Orso

Il settore delle macchine tessili, nel terzo trimestre dell’anno, ha mostrato un lieve calo su base tendenziale (-2%). A flettere, sono stati soprattutto gli ordini sui mercati esteri, mentre continua a crescere, invece, il mercato interno. Questo, in sintesi, l’outlook che emerge dall’ultima rilevazione di Acimit, l’associazione che raccoglie i produttori italiani di macchinario tessile.  

Il risultato, registrato dall’ufficio studi dell’associazione, fa sì che il valore dell’indice degli ordini, nel periodo luglio-settembre, si attesti a 86,9 punti (base 2010=100). «Quello registrato in Italia è un andamento in controtendenza e rappresenta un buon viatico per Itma Milano» commenta  la presidente di Acimit, Raffaella Carabelli (nella foto). Insomma, dopo i segnali di ripresa, osservati già nel trimestre precedente, il mercato Italia fa un ulteriore balzo in avanti. L’indice degli ordini interni, infatti, è cresciuto del 44% rispetto al medesimo periodo 2014. All’estero, invece, dopo quattro periodi di crescita, la raccolta ha subito una battuta d’arresto. L’indice degli ordini è diminuito del 4%. Pesa, sulla performance negativa, lo scarso dinamismo della domanda dei maggiori mercati per il meccanotessile mondiale, Cina e Turchia.

Giovanni Orso