L'ambasciatore d'Australia in visita a palazzo Oropa

L'ambasciatore d'Australia in visita a palazzo Oropa
Economia 12 Aprile 2017 ore 13:53

BIELLA - Greg French, ambasciatore d'Australia in Italia, è stato ricevuto nella mattinata di martedì 11 aprile a palazzo Oropa dal sindaco Marco Cavicchioli e dal vicesindaco Diego Presa. L'appuntamento in municipio è stato una delle tappe di una visita in provincia che il rappresentante diplomatico, a Roma da dieci mesi ma già perfettamente padrone della lingua italiana, ha compiuto nel nome della lana, accompagnato da Fabrizio Servente di Woolmark Italy. Tra gli incontri negli stabilimenti portabandiera dell'eccellenza tessile nel mondo, c'è stato anche il tempo di un momento più ufficiale, ma all'insegna della cordialità, nella sala giunta, all'ombra del gonfalone della città.

Si è parlato di lana, materia prima di altissima qualità che l'Australia da decenni vende alle industrie biellesi perché venga trasformata in tessuti di altissima qualità. Greg French ha raccontato di essere originario proprio di una zona ricca di fattorie con allevamenti di pecore pregiate: «In uno stabilimento mi è capitato di riconoscere lana proveniente dalle mie zone» ha sorriso. La possibilità di facilitare progetti di sviluppo e di investimenti comuni ha caratterizzato l'incontro, insieme alla promessa, strappata dal sindaco, di un secondo incontro in città, «per consentirle di godere anche delle sue bellezze, dal Santuario di Oropa al Museo del Territorio».

Dopo lo scambio dei doni e prima dei saluti, c'è stato anche il tempo per un piccolo fuori programma: Greg French, appassionato di canto, ha saggiato l'acustica della sala consiliare di palazzo Oropa intonando un frammento di una melodia sacra.

BIELLA - Greg French, ambasciatore d'Australia in Italia, è stato ricevuto nella mattinata di martedì 11 aprile a palazzo Oropa dal sindaco Marco Cavicchioli e dal vicesindaco Diego Presa. L'appuntamento in municipio è stato una delle tappe di una visita in provincia che il rappresentante diplomatico, a Roma da dieci mesi ma già perfettamente padrone della lingua italiana, ha compiuto nel nome della lana, accompagnato da Fabrizio Servente di Woolmark Italy. Tra gli incontri negli stabilimenti portabandiera dell'eccellenza tessile nel mondo, c'è stato anche il tempo di un momento più ufficiale, ma all'insegna della cordialità, nella sala giunta, all'ombra del gonfalone della città.

Si è parlato di lana, materia prima di altissima qualità che l'Australia da decenni vende alle industrie biellesi perché venga trasformata in tessuti di altissima qualità. Greg French ha raccontato di essere originario proprio di una zona ricca di fattorie con allevamenti di pecore pregiate: «In uno stabilimento mi è capitato di riconoscere lana proveniente dalle mie zone» ha sorriso. La possibilità di facilitare progetti di sviluppo e di investimenti comuni ha caratterizzato l'incontro, insieme alla promessa, strappata dal sindaco, di un secondo incontro in città, «per consentirle di godere anche delle sue bellezze, dal Santuario di Oropa al Museo del Territorio».

Dopo lo scambio dei doni e prima dei saluti, c'è stato anche il tempo per un piccolo fuori programma: Greg French, appassionato di canto, ha saggiato l'acustica della sala consiliare di palazzo Oropa intonando un frammento di una melodia sacra.