La Regione Piemonte scrive ai presidi: «Fate il presepe, l’albero e recite scolastiche»

La lettera firmata dall'assessore Elena Chiorino: «Sono parte fondante della nostra identità culturale e delle nostre tradizioni».

La Regione Piemonte scrive ai presidi: «Fate il presepe, l’albero e recite scolastiche»
27 Novembre 2019 ore 10:28

 

La Regione Piemonte scrive ai presidi: “Fate il presepe, l’albero e recite scolastiche”, la lettera è firmata dall’assessore all’istruzione Elena Chiorino.

La Regione Piemonte scrive ai presidi

Una lettera indirizzata ai dirigenti scolastici delle scuole piemontesi firmata dall’assessore all’istruzione Elena Chiorino per chiedere che in ogni scuola venga realizzato un presepe, addobbato l’alberto e organizzata una recita perchè “sono parte fondante della nostra identità culturale e delle nostre tradizioni. Credo che non si possa e non si debba privare i nostri ragazzi, e soprattutto i nostri bambini, dell’atmosfera e della magia del Natale”. “E’ evidente che la conoscenza delle nostre tradizioni – prosegue Chiorino – scevra da qualsiasi connotazione ideologica, sia un supporto alla piena integrazione per chi proviene da altre realtà”.

“Fate il presepe, l’albero e recite scolastiche”

“Le chiedo la disponibilità di valorizzare all’interno dell’istituto ogni iniziativa legata a questa importante Festività come l’allestimento di presepi o lo svolgimento di recite e canti legati al tema della Natività. La ricorrenza natalizia e le conseguenti tradizioni come il presepe, l’albero di Natale e le recite scolastiche ispirate al tema della natività sono parte fondante della nostra identità culturale e delle nostre tradizioni che la Regione Piemonte intende tutelare e mantenere vive”.

Una scelta inclusiva

Secondo le intenzioni di Chiorino la scelta deve essere inclusiva anche per i ragazzi che provengono da altre realtà, con usi, costumi o credi differenti: “Per loro si tratta inoltre di una preziosa occasione per conoscere usi e costumi del Paese in cui vivono, a tutto vantaggio di una più concreta e armoniosa integrazione culturale e, di conseguenza, anche sociale”.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DI ECO DI BIELLA

Novità: Iscriviti al nostro gruppo Facebook Biella Netweek

SU FACEBOOK SEGUI anche la nostra pagina ufficiale Eco di Biella: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

SU TWITTER SEGUI @ECODIBIELLA

Dai una mano a
Sono ormai settimane che i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano senza sosta per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio.
Tutto questo gratuitamente, senza chiedere nulla in cambio.
Viviamo di pubblicità. Una risorsa che è venuta a mancare nelle ultime settimane a causa delle conseguenze dell'emergenza CoronaVirus.
Per questo ci rivolgiamo a te. Ti chiediamo di sostenere il tuo quotidiano online con un contributo volontario.
Ci aiuterà a superare questo momento, continuando a informarti.
Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei