Economia

Il tesoretto per cestovia e sociale

Il tesoretto per cestovia e sociale
Economia 22 Ottobre 2016 ore 13:01

BIELLA - Risorse per investire nelle opere (dalla cestovia del Camino alla Casa di Giorno del Villaggio La Marmora) ma anche per dare piu? forza agli interventi dei servizi sociali: sono questi i progetti contenuti nella “finanziaria d'autunno” della citta? di Biella, che sara? sottoposta al vaglio del consiglio comunale nella seduta di mercoledi? 26. La variazione di bilancio tiene conto della situazione aggiornata a dieci mesi dall'inizio dell'anno con impiego dei maggiori introiti e utilizzo di parte dell'avanzo di amministrazione.

Nel primo caso spicca la cifra di 220mila euro in piu? arrivata dal cosiddetto ravvedimento operoso, ovvero dalla possibilita? di pagare una sanzione assai ridotta “autodenunciandosi” per il mancato pagamento di una rata o dell'intero importo di un'imposta comunale. «A bilancio avevamo messo, prudenzialmente, 60mila euro» spiega l'assessore competente Giorgio Gaido. «In realta? ne abbiamo incamerato 280mila». Una stima prudenziale era stata anche quella per la Tosap, la tassa di occupazione del suolo pubblico, che e? valsa 252mila euro supplementari senza che siano state ritoccate aliquote e tariffe.

Queste due voci, insieme ai 125mila euro in piu? incassati sulle case di lusso per la Tasi e ad altre variazioni piu? piccole, copriranno le maggiori spese correnti. In questo capitolo spicca il contributo da 150mila euro per co-finanziare il restauro della cestovia del Camino. Mentre prosegue la raccolta di fondi lanciata da Funivie Oropa attraverso il crowdfunding #restauriAMOlacestovia, con questo stanziamento il Comune spera di consentire l'apertura dei lavori in autunno, in modo da poter immaginare una cestovia in funzione per la prossima stagione estiva. «Avevamo garantito a giugno» sottolinea Gaido «che avremmo cominciato a fare la nostra parte prima della fine del 2016. Speriamo che il nostro impegno dia una spinta in piu? anche ai cittadini».

Una fetta ancora piu? grande della variazione di bilancio va pero? ai servizi sociali, sempre piu? impegnati a combattere le poverta? e a sostenere le famiglie in crisi: il capitolo di spesa a loro disposizione sale di 240mila euro. La fetta piu? grande pero? viene assorbita dagli interessi sulle anticipazioni di cassa, ben 341mila euro. «Accade sempre piu? spesso che i contributi esterni alla nostra attivita?, come quelli Regionali, arrivino in ritardo» spiega Gaido. «Per questo anticipiamo denaro, ai tassi stabiliti dal nuovo contratto di tesoreria comunale, su cui paghiamo questi interessi». Insomma, il Comune anticipa i fondi che dovrebbe ricevere. E cosi? se ne vanno qualcosa come 341mila euro in interessi. Una cifra ragguardevole.

e.p.

BIELLA - Risorse per investire nelle opere (dalla cestovia del Camino alla Casa di Giorno del Villaggio La Marmora) ma anche per dare piu? forza agli interventi dei servizi sociali: sono questi i progetti contenuti nella “finanziaria d'autunno” della citta? di Biella, che sara? sottoposta al vaglio del consiglio comunale nella seduta di mercoledi? 26. La variazione di bilancio tiene conto della situazione aggiornata a dieci mesi dall'inizio dell'anno con impiego dei maggiori introiti e utilizzo di parte dell'avanzo di amministrazione.

Nel primo caso spicca la cifra di 220mila euro in piu? arrivata dal cosiddetto ravvedimento operoso, ovvero dalla possibilita? di pagare una sanzione assai ridotta “autodenunciandosi” per il mancato pagamento di una rata o dell'intero importo di un'imposta comunale. «A bilancio avevamo messo, prudenzialmente, 60mila euro» spiega l'assessore competente Giorgio Gaido. «In realta? ne abbiamo incamerato 280mila». Una stima prudenziale era stata anche quella per la Tosap, la tassa di occupazione del suolo pubblico, che e? valsa 252mila euro supplementari senza che siano state ritoccate aliquote e tariffe.

Queste due voci, insieme ai 125mila euro in piu? incassati sulle case di lusso per la Tasi e ad altre variazioni piu? piccole, copriranno le maggiori spese correnti. In questo capitolo spicca il contributo da 150mila euro per co-finanziare il restauro della cestovia del Camino. Mentre prosegue la raccolta di fondi lanciata da Funivie Oropa attraverso il crowdfunding #restauriAMOlacestovia, con questo stanziamento il Comune spera di consentire l'apertura dei lavori in autunno, in modo da poter immaginare una cestovia in funzione per la prossima stagione estiva. «Avevamo garantito a giugno» sottolinea Gaido «che avremmo cominciato a fare la nostra parte prima della fine del 2016. Speriamo che il nostro impegno dia una spinta in piu? anche ai cittadini».

Una fetta ancora piu? grande della variazione di bilancio va pero? ai servizi sociali, sempre piu? impegnati a combattere le poverta? e a sostenere le famiglie in crisi: il capitolo di spesa a loro disposizione sale di 240mila euro. La fetta piu? grande pero? viene assorbita dagli interessi sulle anticipazioni di cassa, ben 341mila euro. «Accade sempre piu? spesso che i contributi esterni alla nostra attivita?, come quelli Regionali, arrivino in ritardo» spiega Gaido. «Per questo anticipiamo denaro, ai tassi stabiliti dal nuovo contratto di tesoreria comunale, su cui paghiamo questi interessi». Insomma, il Comune anticipa i fondi che dovrebbe ricevere. E cosi? se ne vanno qualcosa come 341mila euro in interessi. Una cifra ragguardevole.

e.p.