Economia

Il biellese Barazzotto tra i “Paperoni”

Il biellese Barazzotto tra i “Paperoni”
Economia 17 Dicembre 2016 ore 11:39

TORINO - Sono stati pubblicati nei giorni scorsi sul Bollettino regionale i redditi della giunta e dei consiglieri regionali. Dai quali emerge che Mauro Laus del Pd, Mario Giaccone della Lista Civica e Diego Sozzani di Forza Italia sono i “Paperoni” tra i politici piemontesi. E, ai piedi del podio, c’è il biellese Vittorio Barazzotto. 
Per quanto riguarda i redditi, la politica non guarda il partito di appartenenza. Laus, il numero uno di via Alfieri, soprattutto per la sua attività da imprenditore, dichiara un reddito complessivo che nel 2015 si è assestato sui 248.903 euro: per il terzo anno consecutivo è a livello regionale la figura che dichiara di più. sul secondo gradino del podio c’è invece Mario Giaccone, altro rappresentante del centrosinistra,  tra i più noti farmacisti di Torino. L’attività privata, a cui si va a sommare l’indennità da consiglierelo porta a chiudere l’anno con 210.612 euro davanti al rappresentante di Forza Italia Diego Sozzani, di Novara, che dichiara 180.547. Sozzani è un altro imprenditore, nel settore dell’ambiente. 
Tra i consiglieri ai piedi del podio c’è il biellese Vittorio Barazzotto, che dichiara un reddito complessivo pari a 135.954 euro e che negli ultimi mesi ha posto in essere diverse operazioni tra cui la vendita di alcune proprietà e l’acquisto di un fabbricato a Bordighera, oltre alla sostituzione della sua Bmw 320d xdrive Touring in sostituzione di un altro veicolo, sempre delle stessa marca, immatricolato nel 2014.   L’altro biellese eletto in consiglio regionale è Gilberto Pichetto Fratin, segretario regionale del Pdl, che dichiara 95.176 euro. 
Il presidente della Regione Sergio Chiamparino dichiara invece 126.692 euro, molto meno rispetto all’assessore alla sanità Antonio Saitta, a quota 127.412 euro. Nella giunta chi dichiara meno è il vicepresidente Aldo Reschigna, fermo a quota 90.843 euro. 
Tra i consiglieri con il reddito più basso ci sono i grillini Stefania Batzella (ferma a 71.459 euro) e Mauro Campo (72.922 euro). Poco significative, nel complesso, le variazioni patrimoniali degli eletti in consiglio regionale, a parte il cambio d’auto della consigliera Silvana Accossato, che ha rottamato la sua vecchia Fiat Mareascegliendo una 500 L, così come il torinese Antonio Ferrentino che dopo otto anni ha venduto la sua Ford Fiesta del 2007. Tra i consiglieri che puntano all’auto nuova, dunque, è proprio il biellese Vittorio Barazzotto a fare notizia, dopo aver sostituito la sua Bmw dopo appena un anno di vita. 

Enzo Panell

TORINO - Sono stati pubblicati nei giorni scorsi sul Bollettino regionale i redditi della giunta e dei consiglieri regionali. Dai quali emerge che Mauro Laus del Pd, Mario Giaccone della Lista Civica e Diego Sozzani di Forza Italia sono i “Paperoni” tra i politici piemontesi. E, ai piedi del podio, c’è il biellese Vittorio Barazzotto. 
Per quanto riguarda i redditi, la politica non guarda il partito di appartenenza. Laus, il numero uno di via Alfieri, soprattutto per la sua attività da imprenditore, dichiara un reddito complessivo che nel 2015 si è assestato sui 248.903 euro: per il terzo anno consecutivo è a livello regionale la figura che dichiara di più. sul secondo gradino del podio c’è invece Mario Giaccone, altro rappresentante del centrosinistra,  tra i più noti farmacisti di Torino. L’attività privata, a cui si va a sommare l’indennità da consiglierelo porta a chiudere l’anno con 210.612 euro davanti al rappresentante di Forza Italia Diego Sozzani, di Novara, che dichiara 180.547. Sozzani è un altro imprenditore, nel settore dell’ambiente. 
Tra i consiglieri ai piedi del podio c’è il biellese Vittorio Barazzotto, che dichiara un reddito complessivo pari a 135.954 euro e che negli ultimi mesi ha posto in essere diverse operazioni tra cui la vendita di alcune proprietà e l’acquisto di un fabbricato a Bordighera, oltre alla sostituzione della sua Bmw 320d xdrive Touring in sostituzione di un altro veicolo, sempre delle stessa marca, immatricolato nel 2014.   L’altro biellese eletto in consiglio regionale è Gilberto Pichetto Fratin, segretario regionale del Pdl, che dichiara 95.176 euro. 
Il presidente della Regione Sergio Chiamparino dichiara invece 126.692 euro, molto meno rispetto all’assessore alla sanità Antonio Saitta, a quota 127.412 euro. Nella giunta chi dichiara meno è il vicepresidente Aldo Reschigna, fermo a quota 90.843 euro. 
Tra i consiglieri con il reddito più basso ci sono i grillini Stefania Batzella (ferma a 71.459 euro) e Mauro Campo (72.922 euro). Poco significative, nel complesso, le variazioni patrimoniali degli eletti in consiglio regionale, a parte il cambio d’auto della consigliera Silvana Accossato, che ha rottamato la sua vecchia Fiat Mareascegliendo una 500 L, così come il torinese Antonio Ferrentino che dopo otto anni ha venduto la sua Ford Fiesta del 2007. Tra i consiglieri che puntano all’auto nuova, dunque, è proprio il biellese Vittorio Barazzotto a fare notizia, dopo aver sostituito la sua Bmw dopo appena un anno di vita. 

Enzo Panelli