Ideabiella cresce a 1,9 miliardi

Ideabiella  cresce a 1,9 miliardi
Economia 06 Febbraio 2014 ore 10:15

Tutto pronto per la 71ª edizione di Ideabiella che avrà luogo, dall’11 al 13 febbraio prossimi, nel contesto di Milano Unica al Portello di Fieramilanocity, la kermesse del tessile-abbigliamento italiano giunta alla sua XVIII edizione..

Le aziende.  Saranno 57 italiane e 9 straniere le linee, per la stagione primavera/estate 2015, che verranno presentate negli stand di Ideabiella. La conferma delle presenze degli espositori, in linea con l’edizione del febbraio dello scorso anno, rappresenta un importante segnale di fiducia da parte di un segmento particolarmente significativo della tessitura italiana ed europea, che, nel 2013, sulla base di una ricerca condotta su un campione rappresentativo degli espositori (oltre il 93%), ha fatto segnare positivi risultati in controtendenza rispetto al più generale andamento della tessitura italiana e di quella laniera in particolare, che ha fatto segnare un calo complessivo sia del fatturato, sia delle esportazioni.

Dati. Il fatturato complessivo, di oltre 1,9 miliardi di euro, risulta in crescita del +2,47%, grazie al positivo andamento delle aziende espositrici italiane, che rappresentano più del 90% delle aziende che hanno partecipato alla ricerca. Il fatturato di queste ultime cresce, infatti, del +2,56% a sua volta sostenuto dalle esportazioni (+1,02%) dove sono tornati a crescere quelle verso i Paesi Ue. Un risultato dovuto alle buone performance delle aziende laniere, il cui fatturato è cresciuto del +2,6%, mentre l’export ha fatto segnare un +1,25%. In crescita anche il fatturato (+2,9%) delle aziende del comparto cotone-lino-seta, realizzato grazie al buona andamento delle vendite sul mercato domestico, mentre l’export ha evidenziato un calo del -4%.

Controtendenza. «I risultati, nel complesso positivi, conseguiti dalle nostre aziende espositrici - sostiene Pier Luigi Loro Piana, presidente di Ideabiella -, sono in controtendenza rispetto all’andamento complessivo del comparto tessile laniero, compresa la pettinatura. Un dato che mette in evidenza la necessità, che ben conosciamo, di accelerare i processi di internazionalizzazione delle aziende e, nello stesso tempo, di alzare la qualità del nostro posizionamento. La crisi si è però fatta sentire anche nelle nostre aziende: è diminuita la produzione complessiva in volume, ma siamo riusciti, con qualche limitata eccezione, a difendere i livelli di occupazione. Le aziende che fanno riferimento a Ideabiella testimoniano la loro fiducia nel futuro con  una straordinaria e innovativa qualità dell’offerta in sintonia con le esigenze di una clientela sempre più sofisticata e attenta non solo alla qualità e alla creatività, ma anche alla sostenibilità dei prodotti e dei processi produttivi. Questa volontà e questo impegno avrebbero bisogno di ben altra attenzione da parte del Governo italiano e delle istituzioni europee»
Se massiccia sarà anche  la partecipazione degli espositori di Ideabiella alla IV edizione di Milano Unica Cina (a Shanghai ai primi  di marzo), la manifestazione milanese invece costituirà occasione per unire tessile, moda e cultura. Martedì 11 febbraio andrà in scena, nello straordinario scenario del Teatro alla Scala, la Lucia di Lammermoor” di Gaetano Donizetti, diretta dal maestro Pier Giorgio Morandi e con la regia di Mary Zimmerman.
G.O.