Menu
Cerca

Glamour e innovazione per Filo 45

Glamour e innovazione per Filo 45
Economia 04 Marzo 2016 ore 08:34

MILANO - Sceglie di essere più glamour, nell’immagine (l’Area Tendenze ha rinnovato il suo ruolo di “centro” della fiera grazie anche ai tableaux realizzati in collaborazione con le aziende espositrici); punta sull’internazionalizzazione (con una tavola rotonda sul tema); scommette  sull’innovazione (interagendo con Po.in.tex): insomma, Filo, il salone B2B dei filati e delle fibre tessili organizzato da Assoservizi Biella ed inaugurato ieri alle Stelline di Milano, alla sua 45ª edizione sceglie questi tre principali ingredienti per spingere sull’acceleratore del cambiamento. Il kick-off della manifestazione (che vede anche in questa edizione il supporto prezioso di Ice Agenzia) è stato dato ieri con una tavola rotonda sull’internazionalizzazione: un tema non casuale, ma scelto appositamente dagli organizzatori in quanto identificativo  di un driver importante per lo sviluppo delle aziende del comparto. Ciò anche in considerazione e in prospettiva del valore che proprio le manifestazioni internazionali di settore possono rappresentare come leva per la penetrazione su mercati nuovi: se SpinExpo (cui partecipano anche aziende biellesi) è in corso proprio in queste stesse ore a Shanghai, a Milano si moltiplicano intanto le azioni di stimolo da parte del sistema per raggiungere, in conformità con l’auspicio di Ice Agenzia e del viceministro Carlo Calenda, il numero minimo di una ventina di filature con cui ripetere, ad ottobre prossimo nel contesto di Milano Unica Cina, la stimolante esperienza di Filo Shanghai. L’edizione di ottobre vedrà, peraltro, la nuova e prestigiosa location rappresentata dal contesto di Yarn Expo.

Tanti i buyers presenti ieri alle Stelline: un buon segno per un settore che archivia un 2015 ancora connotato da incertezze. Anche questa volta, è spettato a Gianni Bologna, responsabile Sviluppo prodotto del salone, elaborare il tema con cui i filatori si sono misurati nel preparare le nuove collezioni per la stagione prossima. “Curriculum Vitae” è il titolo scelto da Bologna per sintetizzare le sue proposte che partono da un’analisi di costume sulla superficialità come elemento caratteristico della società contemporanea. I riflettori sulla 45ªedizione di Filo si spegneranno questa sera, ma le premesse sono già quelle della soddisfazione per questo salone B2B dove più glamour, più innovazione, più internazionalizzazione hanno oggi aggiunto una marcia ulteriore alla collaudata validità della sua formula.

Giovanni Orso 

Leggi di più sull’Eco di Biella di giovedì 3 marzo 2016

MILANO - Sceglie di essere più glamour, nell’immagine (l’Area Tendenze ha rinnovato il suo ruolo di “centro” della fiera grazie anche ai tableaux realizzati in collaborazione con le aziende espositrici); punta sull’internazionalizzazione (con una tavola rotonda sul tema); scommette  sull’innovazione (interagendo con Po.in.tex): insomma, Filo, il salone B2B dei filati e delle fibre tessili organizzato da Assoservizi Biella ed inaugurato ieri alle Stelline di Milano, alla sua 45ª edizione sceglie questi tre principali ingredienti per spingere sull’acceleratore del cambiamento. Il kick-off della manifestazione (che vede anche in questa edizione il supporto prezioso di Ice Agenzia) è stato dato ieri con una tavola rotonda sull’internazionalizzazione: un tema non casuale, ma scelto appositamente dagli organizzatori in quanto identificativo  di un driver importante per lo sviluppo delle aziende del comparto. Ciò anche in considerazione e in prospettiva del valore che proprio le manifestazioni internazionali di settore possono rappresentare come leva per la penetrazione su mercati nuovi: se SpinExpo (cui partecipano anche aziende biellesi) è in corso proprio in queste stesse ore a Shanghai, a Milano si moltiplicano intanto le azioni di stimolo da parte del sistema per raggiungere, in conformità con l’auspicio di Ice Agenzia e del viceministro Carlo Calenda, il numero minimo di una ventina di filature con cui ripetere, ad ottobre prossimo nel contesto di Milano Unica Cina, la stimolante esperienza di Filo Shanghai. L’edizione di ottobre vedrà, peraltro, la nuova e prestigiosa location rappresentata dal contesto di Yarn Expo.

Tanti i buyers presenti ieri alle Stelline: un buon segno per un settore che archivia un 2015 ancora connotato da incertezze. Anche questa volta, è spettato a Gianni Bologna, responsabile Sviluppo prodotto del salone, elaborare il tema con cui i filatori si sono misurati nel preparare le nuove collezioni per la stagione prossima. “Curriculum Vitae” è il titolo scelto da Bologna per sintetizzare le sue proposte che partono da un’analisi di costume sulla superficialità come elemento caratteristico della società contemporanea. I riflettori sulla 45ªedizione di Filo si spegneranno questa sera, ma le premesse sono già quelle della soddisfazione per questo salone B2B dove più glamour, più innovazione, più internazionalizzazione hanno oggi aggiunto una marcia ulteriore alla collaudata validità della sua formula.

Giovanni Orso 

Leggi di più sull’Eco di Biella di giovedì 3 marzo 2016