Due bandi per servizi contro il disagio scolastico

Due bandi per servizi contro il disagio scolastico
Economia 27 Novembre 2016 ore 11:54

Oltre 15 milioni di euro per progetti regionali contro la povertà educativa minorile. È quanto sarà messo a disposizione  in Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia e Liguria dai primi due bandi nazionali dedicati alla prima infanzia (0-6 anni) e all’adolescenza (11-17 anni), nati da un accordo tra le Fondazioni di origine bancaria, rappresentate da Acri e governo. Tra le quali quella di Biella. I bandi, rivolti alle organizzazioni del terzo settore e al mondo della scuola, sono stati presentati alla Fondazione Crt, a Torino. Si è trattato dell’unico evento per il Nord-Ovest italiano, organizzato dall’Associazione delle Fondazioni di origine bancaria del Piemonte, alle quali ha dato voce il vicepresidente di Fondazione Crt, Anna Chiara Invernizzi, con il presidente di Acri, Giuseppe Guzzetti; il segretario fenerale della Fondazione Crt, Massimo Lapucci; il presidente di “Con i bambini” - impresa sociale soggetto attuatore del Fondo interamente partecipata dalla Fondazione Con il Sud -, Carlo Borgomeo. Il bando prima infanzia mira a potenziare l’offerta di servizi di cura ed educazione per i bimbi, con particolare attenzione a quelli appartenenti a famiglie in difficoltà, mentre il bando adolescenza è volto a contrastare, con azioni “dentro e fuori la scuola”, fenomeni quali la dispersione e l’abbandono scolastico, il bullismo, nonché situazioni di svantaggio e rischio devianza.  All’istituzione dello specifico Fondo per interventi in grado di rimuovere gli ostacoli economici, sociali e culturali che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori, hanno contribuito, in particolare, tutte le 17 Fondazioni bancarie del Nord-Ovest: dodici del Piemonte (Compagnia di San Paolo, Fondazioni Cassa di Risparmio di Torino, Alessandria, Asti, Biella, Bra, Cuneo, Fossano, Saluzzo, Savigliano, Tortona, Vercelli), due della Lombardia (Fondazione Cariplo e Banca del Monte di Lombardia) e tre della Liguria (Fondazioni Cassa di Risparmio di Genova e Imperia, La Spezia, Savona). A disposizione, per l’intero Paese, ci sono 115 milioni di euro. Le proposte progettuali sono da inviare on line, sul sito www.conibambini.org, entro il 16 gennaio, per il bando prima infanzia, ed entro l’8 febbraio, per il bando adolescenza. Dovranno essere presentate da partnership costituite da minimo due soggetti, dei quali almeno un ente del terzo settore, con il possibile coinvolgimento di scuole e università.Giovanna Boglietti

Oltre 15 milioni di euro per progetti regionali contro la povertà educativa minorile. È quanto sarà messo a disposizione  in Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia e Liguria dai primi due bandi nazionali dedicati alla prima infanzia (0-6 anni) e all’adolescenza (11-17 anni), nati da un accordo tra le Fondazioni di origine bancaria, rappresentate da Acri e governo. Tra le quali quella di Biella. I bandi, rivolti alle organizzazioni del terzo settore e al mondo della scuola, sono stati presentati alla Fondazione Crt, a Torino. Si è trattato dell’unico evento per il Nord-Ovest italiano, organizzato dall’Associazione delle Fondazioni di origine bancaria del Piemonte, alle quali ha dato voce il vicepresidente di Fondazione Crt, Anna Chiara Invernizzi, con il presidente di Acri, Giuseppe Guzzetti; il segretario fenerale della Fondazione Crt, Massimo Lapucci; il presidente di “Con i bambini” - impresa sociale soggetto attuatore del Fondo interamente partecipata dalla Fondazione Con il Sud -, Carlo Borgomeo. Il bando prima infanzia mira a potenziare l’offerta di servizi di cura ed educazione per i bimbi, con particolare attenzione a quelli appartenenti a famiglie in difficoltà, mentre il bando adolescenza è volto a contrastare, con azioni “dentro e fuori la scuola”, fenomeni quali la dispersione e l’abbandono scolastico, il bullismo, nonché situazioni di svantaggio e rischio devianza.  All’istituzione dello specifico Fondo per interventi in grado di rimuovere gli ostacoli economici, sociali e culturali che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori, hanno contribuito, in particolare, tutte le 17 Fondazioni bancarie del Nord-Ovest: dodici del Piemonte (Compagnia di San Paolo, Fondazioni Cassa di Risparmio di Torino, Alessandria, Asti, Biella, Bra, Cuneo, Fossano, Saluzzo, Savigliano, Tortona, Vercelli), due della Lombardia (Fondazione Cariplo e Banca del Monte di Lombardia) e tre della Liguria (Fondazioni Cassa di Risparmio di Genova e Imperia, La Spezia, Savona). A disposizione, per l’intero Paese, ci sono 115 milioni di euro. Le proposte progettuali sono da inviare on line, sul sito www.conibambini.org, entro il 16 gennaio, per il bando prima infanzia, ed entro l’8 febbraio, per il bando adolescenza. Dovranno essere presentate da partnership costituite da minimo due soggetti, dei quali almeno un ente del terzo settore, con il possibile coinvolgimento di scuole e università.Giovanna Boglietti