Economia

Competitività: un nuovo accordo tra Uib, Banca Sella e “Confidi Systema!”

Competitività: un nuovo accordo tra Uib, Banca Sella e “Confidi Systema!”
Economia 15 Luglio 2016 ore 11:48

Siglato l’accordo “Biella in Transizione” fra Uib, Banca Sella e “Confidi Systema!”: si tratta di un accordo che consolida il rapporto di collaborazione fra i tre soggetti con l’obiettivo comune di favorire l’accesso al credito da parte delle imprese che vogliono investire per lo sviluppo della propria attività, migliorandone la competitività.

Banca Sella metterà a disposizione a condizioni agevolate fondi destinati esclusivamente all’erogazione di finanziamenti e fidejussioni oggetto dell’accordo, con importi finanziabili fino al 100% delle spese ammissibili con un massimo di un milione di euro per operazione. Confidi, quindi, delibererà le relative garanzie, con apposita scontistica. Uib mette a disposizione, a condizioni riservate agli associati, un servizio completo di preparazione, redazione, invio e gestione di qualsiasi domanda di agevolazione, dalla prima presentazione fino alla rendicontazione finale.

«Un nuovo stabilimento, un investimento in ricerca e innovazione, un progetto per la formazione o l’assunzione di nuovo personale, il deposito di marchi o brevetti: sono solo alcuni esempi che potranno essere oggetto dell’accordo che oggi viene siglato - spiega Emanuele Scribanti (in foto), vicepresidente dell’Uib con delega a Economia e Fisco - . E’ proprio su questi capitoli volti allo sviluppo delle aziende e del territorio, nel quadro individuato da “Biella in Transizione”, che è importante incidere e supportare le imprese». «Con questo accordo vogliamo confermare il nostro supporto alle aziende del territorio, che vogliano migliorare la loro capacità competitiva - aggiunge Claudio Musiari, Ad di Banca Sella-. I finanziamenti previsti dall’accordo hanno un particolare focus sugli investimenti per l’internazionalizzazione, per lo sviluppo del proprio business e l’ottimizzazione dei processi aziendali in particolare se supportati dalle nuove tecnologie digitali». Sulla stessa linea d’onda anche Andrea Bianchi, direttore generale di “Confidi Systema!”. «Poiché garantiamo il credito, con la banca condividiamo il rischio - conclude, infatti, Bianchi -: l’impresa è nostra cliente ma nel contempo è nostra associata e questo aspetto ha un valore dirimente, poiché rispetto a essa la nostra analisi non si esaurisce nell’applicazione di algoritmi, ma assume criteri di valutazione più ampi. Auspichiamo che una parte consistente del credito rientri in progetti di sviluppo cosicché, nel prossimo triennio, la nostra azione, unita a una congiuntura che speriamo favorevole, possa far sì che il credito sia uno strumento di crescita sul territorio»

Siglato l’accordo “Biella in Transizione” fra Uib, Banca Sella e “Confidi Systema!”: si tratta di un accordo che consolida il rapporto di collaborazione fra i tre soggetti con l’obiettivo comune di favorire l’accesso al credito da parte delle imprese che vogliono investire per lo sviluppo della propria attività, migliorandone la competitività.

Banca Sella metterà a disposizione a condizioni agevolate fondi destinati esclusivamente all’erogazione di finanziamenti e fidejussioni oggetto dell’accordo, con importi finanziabili fino al 100% delle spese ammissibili con un massimo di un milione di euro per operazione. Confidi, quindi, delibererà le relative garanzie, con apposita scontistica. Uib mette a disposizione, a condizioni riservate agli associati, un servizio completo di preparazione, redazione, invio e gestione di qualsiasi domanda di agevolazione, dalla prima presentazione fino alla rendicontazione finale.

«Un nuovo stabilimento, un investimento in ricerca e innovazione, un progetto per la formazione o l’assunzione di nuovo personale, il deposito di marchi o brevetti: sono solo alcuni esempi che potranno essere oggetto dell’accordo che oggi viene siglato - spiega Emanuele Scribanti (in foto), vicepresidente dell’Uib con delega a Economia e Fisco - . E’ proprio su questi capitoli volti allo sviluppo delle aziende e del territorio, nel quadro individuato da “Biella in Transizione”, che è importante incidere e supportare le imprese». «Con questo accordo vogliamo confermare il nostro supporto alle aziende del territorio, che vogliano migliorare la loro capacità competitiva - aggiunge Claudio Musiari, Ad di Banca Sella-. I finanziamenti previsti dall’accordo hanno un particolare focus sugli investimenti per l’internazionalizzazione, per lo sviluppo del proprio business e l’ottimizzazione dei processi aziendali in particolare se supportati dalle nuove tecnologie digitali». Sulla stessa linea d’onda anche Andrea Bianchi, direttore generale di “Confidi Systema!”. «Poiché garantiamo il credito, con la banca condividiamo il rischio - conclude, infatti, Bianchi -: l’impresa è nostra cliente ma nel contempo è nostra associata e questo aspetto ha un valore dirimente, poiché rispetto a essa la nostra analisi non si esaurisce nell’applicazione di algoritmi, ma assume criteri di valutazione più ampi. Auspichiamo che una parte consistente del credito rientri in progetti di sviluppo cosicché, nel prossimo triennio, la nostra azione, unita a una congiuntura che speriamo favorevole, possa far sì che il credito sia uno strumento di crescita sul territorio»

Seguici sui nostri canali