Cna apre la festa dei 50 anni

Per celebrare l'anniversario un'opera d'arte di Daniele Basso.

Cna apre la festa dei 50 anni
Biella Città, 24 Gennaio 2019 ore 14:59

Cna Biella ha aperto stamane all’auditorium dell’Università Banca Sella di via Corradino Sella gli eventi del 50° di costituzione dell’associazione di categoria presentando il nuovo logo: hanno parlato il presidente Gionata Pirali, il direttore Luca Guzzo e l’ad di Banca Sella – partner dell’iniziativa – Claudio Musiari. Cna Biella – 1200 imprese iscritte, 600 pensionati, 35 addetti con sedi a Biella, Cossato e ufficio di corrispondenza a Ponzone – era nata nel 1969. In sala anche gli ex presidenti viventi Ugo De Tommasi, Angiolino Guzzo, Giuseppe Grosso e Claudio Capellaro Siletti. Ricordati anche il defunto Leone Emiliano Liburno e il novantunenne Piero Gromo, presente col cuore, ma assente solo per ragioni di età.

Convegni tecnici, assemblee e mostre

Guzzo e Pirali hanno annunciato altri 18 eventi lungo il 2019 per celebrare la ricorrenza: da cinque appuntamenti d’impresa in collaborazione con Banca Sella e SellaLab, ad un convegno sull’edilizia (oltre il 50% degli iscritti opera nel settore costruzioni, impiantistica e legno) presso Edilnol sabato 13 aprile, l’assemblea annuale del 29 giugno, convegni, mostre e l’assemblea regionale di domenica 24 novembre. E’ stato affidato all’artista Daniele Basso il compito di realizzare un’opera che – come ha ricordato Pirali – verrà donata al territorio come testimonianza di vitalità e legame al Biellese della Cna. L’opera sarà presentata a giugno ed inaugurata tra fine settembre e ottobre.

Una sezione gratuita per le imprese sul web

“L’iniziativa qualificante e nuovo servizio per le nostre imprese – ha spiegato Luco Guzzo – per dare un segnale di slancio verso il futuro è la creazione di una sezione del nostro portale www.biella.cna.it denominata ‘Uno di noi’ offrendo gratuitamente uno spazio web alle aziende per dare loro visibilità sulla rete”.

R.A.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità