Bonprix ora punta sui giovani

Bonprix ora punta sui giovani
Economia 11 Dicembre 2016 ore 10:54

Il disallineamento tra domanda e offerta, nel mercato del lavoro. Come combatterlo? Una delle armi, fornite dalla riforma della “Buona Scuola” al mondo della formazione e a quello imprenditoriale, si chiama “alternanza scuola-lavoro”.
Ed è con questa arma che si sta lavorando anche nel Biellese. E che presto opererà Gruppo Bonprix Italia, con il supporto di Unione Industriale Biellese. La multinazionale con sede a Valdengo è, infatti, pronta a investire in una sorta di “adozione” di ottanta allievi delle scuole superiori biellesi.
Il progetto, intitolato “Bonprix adotta 4 classi del territorio” coinvolgerà venti studenti per ognuna di quattro gruppi selezionate: due terze, quelle del liceo Scientifico di Cossato (indirizzo tradizionale e indirizzo linguistico) e dell’Iis “E. Bona” di Biella (indirizzo “Amministrazione, finanza marketing”, classe X inglese), e due classi quarte, ovvero quelle del Liceo Scientifico “A. Avogadro” di Biella (indirizzo tradizionale, indirizzo Scienze Umane, indi- rizzo Economico-sociale) e l’altra del liceo Classico “G. e Q. Sella” di Biella (indirizzo Linguistico, francese e tedesco, e indirizzo artistico).

«Crediamo sia fondamentale valorizzare e investire nella formazione delle nuove generazioni e consentire agli studenti di imparare lavorando - afferma Antonella Pella, direttore Risorse Umane di Bonprix - Bonprix ha scelto di sostenere giovani dando il proprio contributo all’indirizzamento degli studenti verso un percorso professionale concreto. Il percorso offrirà la possibilità di conoscere il mondo del lavoro, così diverso dalla realtà scolastica, attraverso un progetto formativo ben strutturato e di grande impatto».

Bonprix inizierà la formazione dei ragazzi con un percorso di cinque incontri di due ore ciascuno, «durante i quali i responsabili aziendali dei diversi settori approfondiranno gli aspetti strategici e di vendita di un’azienda e-commerce, gli aspetti tecnologici, gli aspetti contabili, di controlling e finanza, gli aspetti umani, relazionali con la clientela, gli stakeholders e gli shareholders e, infine, gli aspetti logistici e intra-logistici».

A questo primo step, nella primavera 2017, seguirà il coinvolgimento dei ragazzi in gruppi di lavoro su temi attinenti agli argomenti di studio svolti e al business Bonprix. Una prima tranche di stage in azienda è poi prevista tra marzo e ottobre e riguarderà tutte le divisioni aziendali.

L’aper tura del progetto vedrà un primo incontro, tra l’altro aperto alla stampa e ai soci Uib, che si terrà lunedì 12 dicembre, dalle ore 11 alle ore 13, nella sede dell’Unione Industriale Biellese e tratterà il tema “Aspetti strategici e di vendita di un’azienda e-commerce”. Il relatori saranno Stephan Elsner, direttore generale Bonprix Italia; Luca Schintone, head of marketing & sales Italy Bonprix Italia, e Martin Voss, head of marketing & Customer Operations Switzerland and Austria.
Giovana Boglietti

Il disallineamento tra domanda e offerta, nel mercato del lavoro. Come combatterlo? Una delle armi, fornite dalla riforma della “Buona Scuola” al mondo della formazione e a quello imprenditoriale, si chiama “alternanza scuola-lavoro”.
Ed è con questa arma che si sta lavorando anche nel Biellese. E che presto opererà Gruppo Bonprix Italia, con il supporto di Unione Industriale Biellese. La multinazionale con sede a Valdengo è, infatti, pronta a investire in una sorta di “adozione” di ottanta allievi delle scuole superiori biellesi.
Il progetto, intitolato “Bonprix adotta 4 classi del territorio” coinvolgerà venti studenti per ognuna di quattro gruppi selezionate: due terze, quelle del liceo Scientifico di Cossato (indirizzo tradizionale e indirizzo linguistico) e dell’Iis “E. Bona” di Biella (indirizzo “Amministrazione, finanza marketing”, classe X inglese), e due classi quarte, ovvero quelle del Liceo Scientifico “A. Avogadro” di Biella (indirizzo tradizionale, indirizzo Scienze Umane, indi- rizzo Economico-sociale) e l’altra del liceo Classico “G. e Q. Sella” di Biella (indirizzo Linguistico, francese e tedesco, e indirizzo artistico).

«Crediamo sia fondamentale valorizzare e investire nella formazione delle nuove generazioni e consentire agli studenti di imparare lavorando - afferma Antonella Pella, direttore Risorse Umane di Bonprix - Bonprix ha scelto di sostenere giovani dando il proprio contributo all’indirizzamento degli studenti verso un percorso professionale concreto. Il percorso offrirà la possibilità di conoscere il mondo del lavoro, così diverso dalla realtà scolastica, attraverso un progetto formativo ben strutturato e di grande impatto».

Bonprix inizierà la formazione dei ragazzi con un percorso di cinque incontri di due ore ciascuno, «durante i quali i responsabili aziendali dei diversi settori approfondiranno gli aspetti strategici e di vendita di un’azienda e-commerce, gli aspetti tecnologici, gli aspetti contabili, di controlling e finanza, gli aspetti umani, relazionali con la clientela, gli stakeholders e gli shareholders e, infine, gli aspetti logistici e intra-logistici».

A questo primo step, nella primavera 2017, seguirà il coinvolgimento dei ragazzi in gruppi di lavoro su temi attinenti agli argomenti di studio svolti e al business Bonprix. Una prima tranche di stage in azienda è poi prevista tra marzo e ottobre e riguarderà tutte le divisioni aziendali.

L’apertura del progetto vedrà un primo incontro, tra l’altro aperto alla stampa e ai soci Uib, che si terrà lunedì 12 dicembre, dalle ore 11 alle ore 13, nella sede dell’Unione Industriale Biellese e tratterà il tema “Aspetti strategici e di vendita di un’azienda e-commerce”. Il relatori saranno Stephan Elsner, direttore generale Bonprix Italia; Luca Schintone, head of marketing & sales Italy Bonprix Italia, e Martin Voss, head of marketing & Customer Operations Switzerland and Austria.
Giovana Boglietti