Banca Sella, utili netti a 42 milioni di euro

22 Aprile 2009 ore 21:54
Banca Sella, utili netti
a 42 milioni di euro

Bilancio 2008: crescita a due cifre

(15 apr) Banca Sella ha chiuso il 2008 con una crescita a due cifre sul 2007: un più 23,4% della raccolta diretta (7,5 miliardi di euro) e del 12,6% degli impieghi (4,4 miliardi di euro) e un utile netto di 42 milioni di euro (+12% rispetto ai 37,5 milioni di euro dell’anno precedente).  «Abbiamo registrato – spiegano ai piani alti di Via Italia –  un miglioramento della qualità del credito pur in presenza di una situazione congiunturale generale non favorevole».

Banca Sella, utili netti
a 42 milioni di euro
Bilancio 2008: crescita a due cifre

Banca Sella ha chiuso il 2008 con una crescita a due cifre sul 2007: un più 23,4% della raccolta diretta (7,5 miliardi di euro) e del 12,6% degli impieghi (4,4 miliardi di euro) e un utile netto di 42 milioni di euro (+12% rispetto ai 37,5 milioni di euro dell’anno precedente).  «Abbiamo registrato – spiegano ai piani alti di Via Italia –  un miglioramento della qualità del credito pur in presenza di una situazione congiunturale generale non favorevole».
Secondo i dati del documento finanziario approvato dal consiglio di amministrazione  l’altro giorno solida è la posizione patrimoniale, mentre riguardo al conto economico il margine di interesse nel 2008 è cresciuto del 6,4% rispetto all’anno precedente ed è stato pari a 185,8 milioni di euro e il margine d’intermediazione ha invece subito una leggera flessione dell’1,1%, attestandosi a 264,2 milioni di euro, per la contrazione dei ricavi netti da servizi (-15,2% rispetto all’anno precedente attestandosi a 78,3 milioni di euro). «La particolare situazione dei mercati finanziari – spiegano in Banca Sella – e la forte caduta delle quotazioni dei titoli azionari ha determinato un calo dei ricavi legati al risparmio gestito (-39,0%) e alle attività di negoziazione per conto terzi e raccolta ordini (-14,5%)». Crescono invece i ricavi derivanti dai sistemi di pagamento (3,9%) e dal collocamento dei prodotti assicurativi ramo danni (7,5%).
Nel corso del 2008 Banca Sella ha anche proseguito lo sviluppo della rete distributiva, portando “a regime” gli sportelli aperti alla fine dell’anno precedente. Sono stati inoltre completati i programmi di innovazione operativa di ispirazione europea.
Approvato anche il bilancio consolidato del gruppo (una ventina di società dal credito al consumo all’assicurativo, comprese altre sei banche, presidente Maurizio Sella, ad Pietro Sella) che ha confermato il buon andamento della raccolta diretta, che ammonta a 11 miliardi di euro in crescita del 17,7% rispetto al 2007, e degli impieghi, che ammontano a 8,2 miliardi di euro in crescita del 13,7% rispetto al 2007. «Nei portafogli di proprietà delle società del gruppo – spiegano alla Holding  Sella – non esiste alcun asset considerabile “tossico”».
L’utile netto del Gruppo è di  13,6 milioni di euro (120,8 milioni di euro nel 2007). Un risultato al di sotto delle attese e sul quale  ha inciso «l’impatto straordinario dovuto alla rilevazione della diminuzione di valore della residua partecipazione, pari allo 0,55% del capitale, detenuta in London Stock Exchange e ritenuta strategica. 
In crescita il personale: a fine 2008 i dipendenti del gruppo erano 4.456 (a fine 2007 erano 4.370) e gli sportelli 332.

15 aprile 2009

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità