Banca Sella distribuisce 3,6 milioni di dividendi

Banca Sella distribuisce 3,6 milioni di dividendi
Economia 26 Marzo 2016 ore 11:42

BIELLA – Il consiglio d’amministrazione di Banca Sella ha approvato il progetto di bilancio 2015 confermando i risultati preliminari: utile netto 6 milioni di euro e Cet1 14,67%. Il consiglio ha proposto la distribuzione di un dividendo pari a 0,00539 euro per azione. Approvato anche il progetto di bilancio consolidato del Gruppo Banca Sella «con una solidità – dice una nota dell’istituto – ampiamente superiore alle soglie richieste».

Il cda ha confermato integralmente i risultati preliminari già comunicati l’11 febbraio, con un risultato positivo dell’utile netto di 6 milioni di euro, un ulteriore rafforzamento della solidità patrimoniale (Cet1 14,67% e Total Capital Ratio 19,77%), un aumento della raccolta globale a testimonianza della fiducia dei clienti e un miglioramento complessivo della qualità del credito. Sul dividendo pari a 0,00539 euro per azione vale complessivamente un monte dividendi complessivo di 3.602.978,75 euro. All’incremento della solidità patrimoniale ha contribuito in modo significativo il successo dell’aumento di capitale da 120 milioni di euro, con il quale sono entrati nella compagine societaria della banca circa 3 mila nuovi azionisti, portando la quota dei soci terzi al 21,28%. Il Cet1 al 31 dicembre 2015 è risultato dunque pari a 14,67%, in crescita rispetto al 10,81% di fine 2014, e il Total Capital Ratio pari a 19,77%, in crescita rispetto al 15,48% di fine 2014. L’utile netto, pari a 6 milioni di euro, è ritenuto «particolarmente positivo considerando che è stato aumentato il grado di copertura dei crediti deteriorati e che sul risultato hanno inciso gli oneri straordinari relativi alla procedura di risoluzione alla quale sono state sottoposte quattro banche italiane». La raccolta globale è cresciuta dell’1,5%, toccando quota 21,4 miliardi di euro, anche grazie a 712 milioni di euro di nuova raccolta. Migliorata la qualità del credito: le rettifiche di valore nette sono diminuite del 4,6% e il tasso di copertura sulle sole sofferenze è salito al 60% rispetto al 59,7% di fine 2014, contro una media del settore pari al 58,7%.

Il risultato positivo di gruppo è stato pari a 28,5 milioni di euro di utile netto. Per quanto riguarda la solidità patrimoniale il Cet1 di Banca Patrimoni Sella & C., la banca private del Gruppo, è risultato pari a 15,80% (era 16,48%) e il Total Capital Ratio pari a 15,83% (era 16,62% a fine 2014). A livello consolidato il Cet1 del Gruppo Banca Sella è salito all’11,59%, contro l’8,95% a fine 2014, ampiamente superiore alla soglia minima richiesta da Banca d’Italia pari al 7%. Il Total Capital Ratio del Gruppo è risultato pari al 14,29%, contro l’11,72% a fine 2014.

R.E.B.

BIELLA – Il consiglio d’amministrazione di Banca Sella ha approvato il progetto di bilancio 2015 confermando i risultati preliminari: utile netto 6 milioni di euro e Cet1 14,67%. Il consiglio ha proposto la distribuzione di un dividendo pari a 0,00539 euro per azione. Approvato anche il progetto di bilancio consolidato del Gruppo Banca Sella «con una solidità – dice una nota dell’istituto – ampiamente superiore alle soglie richieste».

Il cda ha confermato integralmente i risultati preliminari già comunicati l’11 febbraio, con un risultato positivo dell’utile netto di 6 milioni di euro, un ulteriore rafforzamento della solidità patrimoniale (Cet1 14,67% e Total Capital Ratio 19,77%), un aumento della raccolta globale a testimonianza della fiducia dei clienti e un miglioramento complessivo della qualità del credito. Sul dividendo pari a 0,00539 euro per azione vale complessivamente un monte dividendi complessivo di 3.602.978,75 euro. All’incremento della solidità patrimoniale ha contribuito in modo significativo il successo dell’aumento di capitale da 120 milioni di euro, con il quale sono entrati nella compagine societaria della banca circa 3 mila nuovi azionisti, portando la quota dei soci terzi al 21,28%. Il Cet1 al 31 dicembre 2015 è risultato dunque pari a 14,67%, in crescita rispetto al 10,81% di fine 2014, e il Total Capital Ratio pari a 19,77%, in crescita rispetto al 15,48% di fine 2014. L’utile netto, pari a 6 milioni di euro, è ritenuto «particolarmente positivo considerando che è stato aumentato il grado di copertura dei crediti deteriorati e che sul risultato hanno inciso gli oneri straordinari relativi alla procedura di risoluzione alla quale sono state sottoposte quattro banche italiane». La raccolta globale è cresciuta dell’1,5%, toccando quota 21,4 miliardi di euro, anche grazie a 712 milioni di euro di nuova raccolta. Migliorata la qualità del credito: le rettifiche di valore nette sono diminuite del 4,6% e il tasso di copertura sulle sole sofferenze è salito al 60% rispetto al 59,7% di fine 2014, contro una media del settore pari al 58,7%.

Il risultato positivo di gruppo è stato pari a 28,5 milioni di euro di utile netto. Per quanto riguarda la solidità patrimoniale il Cet1 di Banca Patrimoni Sella & C., la banca private del Gruppo, è risultato pari a 15,80% (era 16,48%) e il Total Capital Ratio pari a 15,83% (era 16,62% a fine 2014). A livello consolidato il Cet1 del Gruppo Banca Sella è salito all’11,59%, contro l’8,95% a fine 2014, ampiamente superiore alla soglia minima richiesta da Banca d’Italia pari al 7%. Il Total Capital Ratio del Gruppo è risultato pari al 14,29%, contro l’11,72% a fine 2014.

R.E.B.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli